Il Metodo Pilates è un sistema di allenamento utile per ottenere un generale miglioramento del proprio corpo. Consente di migliorare il tono muscolare, rafforzando inoltre la muscolatura profonda e, secondo quanto sostenuto dal suo ideatore (J.H. Pilates), la resistenza alle malattie.

Praticare Pilates è possibile presso una struttura, dove si avranno a disposizione gli appositi macchinari (inventati dallo stesso Joseph Hubertus Pilates) e istruttori che spiegheranno i movimenti da compiere e seguiranno gli allievi durante le lezioni, oppure a casa. Si parla perlopiù in questo secondo caso di Pilates Matwork.

Gli esercizi di Pilates Matwork sono tecniche a corpo libero che non richiedono altro, nelle formulazioni base, che un tappetino da palestra (da cui l’espressione inglese Mat, in italiano tappetino). Possibile inoltre utilizzare, per i più esperti, anche strumenti come la palla da Pilates, il cerchio o le bande elastiche.

Benefici del Pilates

Il miglioramento della condizione muscolare e della postura sono i due obiettivi principali che possono essere raggiunti attraverso la pratica del Pilates. Da un corretto svolgimento di tale serie di esercizi è possibile ottenere anche ventre piatto e addominali scolpiti.

Al generale rafforzamento del fisico e alla maggiore tonicità muscolare si affiancano benefici come la riduzione di ansia e stress così come l’aumento della capacità di concentrazione. Si otterrebbero, secondo uno studio della University of Sydney, maggiori risultati contro il mal di schiena rispetto all’utilizzo di paracetamolo.

Consigli su come eseguirlo a casa

Avere a disposizione un materassino da palestra è uno dei primi passi per poter eseguire gli esercizi di Pilates a casa, in quanto molte di queste tecniche prevedono il porsi seduti o supini. Altra condizione fondamentale sarà il disporre di uno spazio ampio, che consenta di eseguire i movimenti in piena libertà e senza forzature.

L’abbigliamento dovrà essere comodo, per consentire al corpo di eseguire con fluidità i movimenti previsti. Una musica di sottofondo potrà inoltre risultare un piacevole accompagnamento per l’attività di allenamento.

Nota a parte per quanto riguarda tempo e durata degli esercizi: occorre dedicarsi del tempo in tranquillità, non eseguire gli esercizi in tutta fretta e senza la necessarià accuratezza. Inizialmente meglio cominciare con due o tre sessioni settimanali, per poi eventualmente intensificare con il miglioramento della condizione fisica.

Occorre infine prestare alcune attenzioni per quanto riguarda la sicurezza. Non improvvisare gli esercizi senza prima avere appreso da un insegnante le meccaniche di base, si potrebbe annullare qualsiasi beneficio o persino incorrere in infortuni più o meno gravi.

Valutare con il proprio medico o con un istruttore qualificato la possibilità di svolgere esercizi di Pilates a casa qualora ci si trovi nel periodo di gravidanza.

8 agosto 2016
Lascia un commento