Questa sera ricordatevi di spegnere le luci: torna l’Ora della Terra, l’evento voluto dal WWF per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sostenibilità ambientale ed energetica. A partire dalle 20:30 i principali monumenti italiani, così come anche altre strutture private di rilevanza nazionale, terranno spenti i loro impianti di illuminazione per ben 60 minuti. E chiunque potrà partecipare: basta spegnere le luci e scollegare dalla rete elettrica tutti quei dispositivi non essenziali, magari approfittandone per una romantica cena a luma di candela.

Negli anni l’iniziativa, inaugurata nel 2007 nella città di Sidney, ha lasciato al buio centinaia di attrazioni mondiali. Dal Cristo Redentore di Rio alla Tour Eiffel, l’Earth Hour – questa la definizione inglese – ha toccato anche l’Italia coinvolgendo il Colosseo, Piazza Navona e molti altri simboli del tricolore. E quest’anno a spegnersi sarà addirittura la facciata della Cupola di San Pietro, un regalo suggestivo e romantico per tutti gli abitanti di Roma e dintorni, a cui si aggiungono centinaia di altre città così come dimostra la cartina interattiva del WWF. Si tratta di un evento particolarmente importante e sentito, perché in quell’ora mondiale di consapevolezza – scandita dai vari fusi locali – permette di salvare grandi quantità di energia. Così spiega il WWF in un comunicato stampa:

Il cambiamento climatico evolve molto rapidamente e gli impatti sono sempre più seri e preoccupanti. Nel frattempo le azioni dei Governi a livello nazionale e globale sono troppo lente e poco incisive, non al passo con un rischio che mette a repentaglio la Natura e la civiltà umana. Dobbiamo mobilitarci tutti, fare la nostra parte e pretendere che i Governi assumano la crisi del clima come priorità. Da un mondo basato sui combustibili fossili, è necessario approdare a uno fondato su risparmio, efficienza e rinnovabili. Le giovani e le future generazioni hanno diritto a ricevere in eredità un mondo pieno di vita e che non sia condannato a cambiamenti climatici catastrofici.

Quest’anno l’Ora della Terra sarà accompagnata anche da Earth Hour Blue, una piattaforma di condivisione e crowdfunding digitale per raccogliere denaro da investire in un grande range di questioni ambientali, dall’illuminazione solare di una città del terzo mondo alla protezione delle specie in via d’estinzione come tigri e panda, passando per strutture ambientali in Madagascar, nelle Filippine e in molti altri luoghi del globo ancora.

Non solo piazze e monumenti, però, ma anche grande attivismo privato. Sono centinaia le aziende che hanno deciso di aderire alla proposta simbolica del WWF: Verizon, ad esempio, terrà le luci spente in 3.500 sedi, sparse per oltre 40 paesi del mondo, mentre la catena di supermercati Auchan spegnerà una delle proprie insegne per tutta la giornata e ogni ora diminuirà l’illuminazione dei negozi, fino ad arrivare all’appuntamento delle 20:30. Romanticissimo, invece, l’intento degli hotel del famoso Gruppo Hilton Worldwide: per 60 minuti gli ospiti saranno illuminati dalla sola luce delle candele.

29 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
WWF
Lascia un commento