Il miele di Sulla derivata il suo nome dalla pianta erbacea da cui le api prendono il polline. Si tratta di una specie particolare tipica dell’area del Mediterraneo ed è presente pressoché in tutte le Regioni del CentroSud Italia, a cominciare da Liguria ed Emilia Romagna.

Molto diffusa la presenza in Italia, la Sulla (Hedysarium coronarium) è una pianta appartenente alla famiglia delle leguminose e offre la possibilità di produrre il relativo miele in diverse aree geografiche del Paese, con alcune eccellenze derivate dalla produzione unifloreale in Abruzzo, Molise, Calabria e Sicilia.

Caratteristiche

Il miele di Sulla ha un colorito molto chiaro, che lo differenzia in maniera netta da varietà come quella di Manuka o di Melata, più scure, mentre più simile risulta quello di Lavanda. Quando cristallizza, a distanza tuttavia di alcuni mesi, la sua colorazione già tenue tende a diventare bianca.

Il sapore del miele di Sulla risulta altrettanto delicato, così come il suo profumo, con una nota vegetale che tende a risultare gradevole.

Proprietà curative e benefiche

Il miele di Sulla è una tipologia di prodotto molto ricca in termini di nutrienti e apporto vitaminico. Importante è soprattutto il suo contenuto di vitamine A, B e C, così la caratteristica, comunque anche ad altri mieli, di dolcificare pur contenendo un basso valore di zuccheri semplici.

Al suo interno si trovano inoltre buone quantità di sali minerali e oligoelementi come zinco, ferro, rame, magnesio e manganese. Queste proprietà lo rendono adatto come energizzante naturale, soprattutto per gli sportivi.

Questo miele vanta poi una attività diuretica e lassativa, contribuendo inoltre a regolare l’attività intestinale. Agisce come disintossicante del fegato e rappresenta un ottimo tonico naturale.

Può essere gustato da solo lasciandone un cucchiaino alla base della lingua, utile anche per combattere irritazioni alla gola e tosse, oppure in un bicchiere di latte caldo o una tazza di tè. Si consiglia di aggiungerlo non appena le bevande si siano raffreddate a sufficienza da poter essere ingerite, pena la riduzione delle proprietà benefiche in esso contenuto.

30 settembre 2014
I vostri commenti
gianni, martedì 1 novembre 2016 alle8:39 ha scritto: rispondi »

E la prima volta che lo assaggio e buonissimo, prendevo sempre quello di castagno.

vera, sabato 5 marzo 2016 alle21:54 ha scritto: rispondi »

una novità interessante molto delicato

Salvina li gresti , giovedì 28 gennaio 2016 alle23:25 ha scritto: rispondi »

Non conoscevo il miele Sulla ottimo

Mario, lunedì 30 novembre 2015 alle19:21 ha scritto: rispondi »

Condivido tutte le vostre osservazioni, anch'io uso il miele tutti i giorni e vi assicuro che da degli ottimi benefici

carolina, martedì 17 novembre 2015 alle21:42 ha scritto: rispondi »

uso il miele da oltre trent'anni e oggi ho comprato per la prima volta quello di sulla che non conoscevo, che dire ha un gusto molto delicato per me è ottimo. Il mio consiglio è usate il miele anche come dolcificante al posto dello zucchero.

Lascia un commento