Si chiama Cat2See ed è una applicazione che consente di giocare via smartphone con veri e propri gatti, mescolando il fascino catalizzante dei felini con la tecnologia moderna. A progettarla il proprietario di un negozio per animali Gilad Gelfand, con lo sviluppatore Amir Guterman, per lanciare sul mercato un progetto innovativo e accattivante. L’applicazione si completa di una webcam gestibile e regolabile, un braccio robotico con giochino, quindi un distributore di crocchette e cibo programmabile a distanza.

Il tutto si può seguire via browser oppure tramite un’apposita applicazione, mentre la cifra si aggira intorno ai 169 dollari. Il lancio del prodotto non ha utilizzato campagne pubblicitarie, ma nonostante questa assenza le prenotazioni si sono esaurite nel giro di una settimana. USA, Canada, Colombia, Nuova Zelanda, Brasile in prima fila per richiedere la divertente applicazione. Del resto l’argomento Internet più gettonato è il gatto, che tanto affascina e cattura l’attenzione. Tra video, clip, racconti e foto condivise, un’applicazione come Cat2See ha la strada sgombra da concorrenti.

L’incredibile richiesta ha sorpreso gli ideatori, che di certo non si aspettavano una domanda così copiosa. Il concetto di poter interagire con il micio di casa, nutrendolo anche a una distanza considerevole, solletica la curiosità degli amanti del felino. C’è chi sottolinea una certa somiglianza con un altro prodotto made in USA, iPetCompanion, in grado di far giocare gli utenti di Internet con i gatti ospiti in alcuni rifugi. Ma l’obiettivo di questo prodotto è principalmente quello di incoraggiare l’utenza verso l’adozione dei trovatelli, mentre Cat2See è principalmente rivolto al consumatore classico. Come sostiene Gilad Gelfand:

In molti si domandano del perché della realizzazione di questo articolo. Ma forse non comprendono il potenziale dei felini, che riescono a coniugare il potere del web con la classica vita casalinga. Non c’è nulla come i gatti. I gatti regnano.

Per emulare un po’ lo spirito del prodotto concorrente, il duo ha deciso di donare alcune webcam ed elementi correlati a Cat2See a rifugi e gattili. In questo modo i visitatori potranno conoscere i mici anche a distanza, giocando e interagendo con loro prima di adottarli.

21 luglio 2014
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento