Il caldo è arrivato e il periodo delle vacanze è ormai alle porte: sempre più italiani sono pronti a raggiungere le località di villeggiatura in compagnia degli amici cani. Come tradizione tricolore, molti di questi spostamenti avverrà in automobile: come garantire un viaggio sicuro e privo di problemi di salute agli animali?

>>Scopri i consigli ENPA per cani e caldo

Dalla protezione del caldo alla protezione del conducente, sono diversi gli ambiti da tenere in considerazione prima di un viaggio con Fido. Ecco alcuni consigli.

>>Scopri i consigli per accudire un gatto con il caldo

  • Caldo: il cane non deve essere mai abbandonato in automobile, anche per le brevi soste in autogrill o per visitare un negozio. Il veicolo fermo diventa velocemente un vero e proprio forno e la morte può sopraggiungere in qualsiasi istante. Durante il viaggio, se fosse disponibile, si opti per l’aria condizionata, purché non eccessiva;
  • Soste: le soste sono sempre necessarie, per permettere al cane di sgranchirsi le gambe e bere. Attenzione però all’asfalto rovente: il cane potrebbe scottarsi le zampe appoggiandole al terreno;
  • Cinture: un cane libero di muoversi nel veicolo è un pericolo per la sicurezza del conducente e per se stesso. In un impeto di felicità e gioco, infatti, potrebbe raggiungere il guidatore e mandarlo fuori strada. Esistono numerose cinture di sicurezza per adagiare i cani sul sedile posteriore, dei mini-guinzagli da collegare al solito aggancio affinché il cane non si possa troppo muovere;
  • Barriere: sia che il cane venga trasportato in baule – purché aperto e comunicante con il resto dell’abitacolo – che sui sedili posteriori, è opportuno montare reti e barriere di sicurezza tra animali, autista e passeggero anteriore;
  • Trasportini: per cani di piccola dimensione, si consiglia il ricorso al trasportino o alla gabbietta, purché l’animale ne sia già abituato. Attenzione, però: la ridotta mobilità è possibile solo per tragitti brevi. Per percorsi lunghi, in assenza di alternative, si facciano delle soste frequenti;
  • Acqua: in estate il cane ha costante bisogno di acqua, ma non è ovviamente possibile prevedere ciotole in automobile, perché il movimento le rovescerebbe. Allo stesso modo – si pensi ai percorsi in autostrada – non sempre ci si può concedere una sosta quando necessario. In commercio esistono però dei comodi dispenser – simili a quelli in uso per i roditori – da agganciare sul retro dei sedili anteriori;
  • Teli: raramente il cane farà i propri bisognini in automobile, ma può sempre capitare che non riesca a contenersi prima della prossima sosta. Da anni sono disponibili dei coprisedili assorbenti in panno-carta, del tutto usa e getta, con cui ricoprire e pulire rapidamente i sedili in caso di incidente;
  • Veterinario: non tutti i cani amano i viaggi in auto, molti diventano aggressivi e pericolosi. In tal caso, prima di una vacanza, consultare il veterinario per l’eventuale assunzione di calmanti – o altri rimedi naturali – per garantire la serenità di passeggeri e animale.

19 giugno 2013
Fonte:
Via:
I vostri commenti
vincenzo, lunedì 1 luglio 2013 alle16:09 ha scritto: rispondi »

Tanto si parla degli animali di non abbandonarli e qui sono d'accordo desidero sapere perché sulle navi i cani non possono stare in cabina co noi?

Lascia un commento