Cane abbandonato e legato a un albero trova una famiglia adottiva

È rimasto pazientemente ad attendere legato a un albero, nella speranza di poter avvistare da lontano i suoi proprietari. Per un cane abbandonato negli Stati Uniti, però, non è cominciata una vita di dolore e sofferenza, bensì si sono spalancate le porte di una nuova e amorevole famiglia. È quanto accaduto a Prince George County, in Virginia, dove il quadrupede è stato curato e tratto in salvo.

Il tutto è accaduto qualche tempo fa, quando un ufficiale di polizia si è recato in un’area boschiva della cittadina per controllare l’illegale presenza di rifiuti. Qualcuno, infatti, ha trasformato la zona in una piccola discarica, lasciando sul luogo vecchi materassi e altri rifiuti ingombranti. È proprio durante questa perlustrazione, però, che l’agente ha rinvenuto uno sconsolato cane, legato a un albero. Di fianco all’animale, un sacco ricolmo di cibo e altri prodotti di prima necessità, nonché un bigliettino lasciato dai proprietari:

=> Scopri il cane abbandonato, soffocato dal suo stesso pelo


Mi chiamo Zeus e sono un bravo cane: la mia proprietaria non può più permettersi di accudirmi. Ha cercato di trovare una nuova casa per me, ma nessuno mi vuole. Sono nato il 7/5/2015 e sono ancora molto giovane e ricco di energia. Vado d’accordo con i cani e i bambini, ma mi spavento se incontro altri cani. Per favore, trovatemi una nuova casa. PS: maschio incrocio tra Husky e Labrador nero, sterilizzato ma non regolare con i vaccini. Non ho altre alternative per lui, odio fare questa cosa, ma non posso più mantenerlo.

Tratto in salvo, l’animale è stato prima affidato alle cure di Job Greene, responsabile del rifugio di zona, per aiutare il quadrupede a superare lo shock dell’abbandono e a rimettersi in forze. Dopodiché, grazie a un annuncio su Facebook, l’animale ha trovato una casa e dei nuovi e amorevoli proprietari: Katherine Elliot ha infatti deciso di offrire a Zeus un’accogliente casa.

=> Scopri il cane abbandonato davanti a un gattile


Le autorità locali hanno voluto sottolineare come, in caso non si potesse più accudire un animale domestico, la scelta dell’abbandono non deve essere presa in considerazione. Rifugi e canili, infatti, sono attrezzati per gestire questo tipo di situazioni e possono prendersi cura del quadrupede, evitando così conseguenze anche gravi. I cani abbandonati, infatti, non solo vivono un’esistenza di stenti, ma possono anche diventare pericolosi: rappresentano, infatti, una delle cause più frequenti di incidente stradale.

6 marzo 2018
Fonte:
Lascia un commento