Tosse notturna: rimedi naturali migliori per calmarla

Tosse notturna: rimedi naturali migliori per calmarla

Abitudini salutari e rimedi naturali per placare la tosse notturna, da quella secca e stizzosa a quella grassa e produttiva: tutte le informazioni utili.

La tosse, secca o grassa, rappresenta un fastidio e un disagio a qualsiasi età. Se è vero che a essere colpiti dalle comuni affezioni dell’apparato respiratorio che generalmente si celano dietro lo sviluppo della tosse sono soprattutto i bambini, anche gli adulti non sono dispensati da questo disturbo, che può rendere difficile il riposo notturno e togliere il sonno, compromettendo la qualità della vita diurna.

La comparsa della tosse dovrebbe sempre essere sottoposta all’attenzione del medico, il quale usando gli strumenti idonei può escludere il coinvolgimento dei bronchi e consigliare eventuali terapie farmacologiche. Spesso, infatti, una condizione asmatica o un’allergia possono favorire lo sviluppo della tosse, così come la produzione di catarro può seguire un semplice raffreddore.

In questo articolo analizzeremo tutti i dettagli utili per capire le cause di questo della tosse notturna e capire come contrastarla efficacemente:

Prima di passare in rassegna i migliori rimedi naturali che si rivelano efficaci per sedare la tosse notturna, è utile capire perché è proprio nelle ore dedicate al riposo che il disturbo si manifesta in modo più fastidioso e snervante.

Cause della tosse notturna

Donna con il raffreddore
Fonte: Woman with cold or flu coughing and blowing her nose | Shutterstock Woman with cold or flu coughing and blowing her nose | Shutterstock

Perché si tossisce prevalentemente durante la notte? Per rispondere a questo quesito è necessario fare riferimento ad alcuni comportamenti del tutto innocui ma spesso responsabili di far acuire il disturbo: stando sdraiati, infatti, l’eventuale catarro tende a depositarsi nelle vie respiratorie che, nella posizione supina ,sono logicamente più esposte a compressione. Spesso, inoltre, si respira con la bocca e di conseguenza le vie aeree superiori tendono a seccarsi e irritarsi.

Nelle stagioni fredde, poi, non sempre si presta molta attenzione al livello di umidità presente nelle abitazioni, dove l’uso dei caloriferi rende gli ambienti particolarmente secchi esponendo maggiormente all’irritazione della gola e del naso. I soggetti allergici, infine, possono vedere la tosse aumentare di notte a causa degli allergeni presenti negli oggetti di uso comune, come lo stesso cuscino, le coperte e i prodotti utilizzati per il lavaggio della biancheria.

Comportamenti salutari

termosifoni obbligo termovalvole e contabilizzatori calore
Fonte: Pixabay Pixabay

Per favorire il sonno e limitare gli attacchi di tosse notturni è importante evitare comportamenti che possono peggiorare il disturbo e osservare, invece, alcune semplici abitudini salutari:

  • dormire con due cuscini in modo da tenere le spalle rialzate;
  • bere a sufficienza anche prima di dormire, mantenendo sempre un’ottima idratazione anche per le vie respiratorie;
  • non fumare nelle stanze da letto;
  • collocare appositi umidificatori nei caloriferi, aggiungendo all’acqua alcune gocce di olio essenziale balsamico per favorire la respirazione notturna.

Tosse notturna: rimedi naturali per calmarla

Oli essenziali per suffumigi
Fonte: Woman Taking Inhalation | Shutterstock Woman Taking Inhalation | Shutterstock

Per placare la tosse, secca o grassa, è possibile fare riferimento ad alcuni rimedi naturali che possono anche essere messi in pratica prima di andare a dormire:

  • latte caldo con il miele, toccasana per lenire la gola ma indicato in presenza di tosse secca e stizzosa, non correndo il rischio di fluidificare ancora di più il muco;
  • tisana calda a base di camomilla o melissa da dolcificare con un cucchiaino di miele, ottimo rimedio per sedare la gola irritata;
  • miele tiepido miscelato con succo di limone fresco, ricco di vitamina C;
  • suffumigi con oli essenziali dall’effetto balsamico, come l’eucalipto o la lavanda;
  • suffumigi con acqua calda e bicarbonato oppure acqua calda e sale grosso, da eseguire cercando di coprire la testa con un asciugamano in modo da trarre tutti i benefici possibili da questo trattamento;
  • cataplasmi con farina di semi di lino, da emulsionare con acqua calda creando un composto da tenere sul petto avvolto in un panno asciutto;
  • borsa dell’acqua calda collocata in mezzo alle scapole, evitando di scottarsi avvolgendola in una coperta.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi del bicarbonato