Greenstyle Alimentazione Alimenti Succo di carota: benefici e come farlo anche senza centrifuga

Succo di carota: benefici e come farlo anche senza centrifuga

Succo di carota: benefici e come farlo anche senza centrifuga

Fonte immagine: Pixabay

Il succo di carota rappresenta forse il modo migliore per iniziare la giornata con una buona dose di gusto e tante vitamine. Estratta dalle carote, Daucus carota, questa bevanda non è solo incredibilmente nutriente, ma può rivelarsi l’alleata della salute anche se non ami le verdure. Le carote, infatti, sono uno dei cibi che non dovrebbero mancare sulla tavola.

Ti stai domandando quali siano le proprietà della carota? Devi sapere che questi ortaggi apportano vitamine, minerali, sostanze antiossidanti e tanti altri nutrienti essenziali per il buon funzionamento dell’organismo. Non a caso, si pensa che bere il succo di carota possa migliorare le difese immunitarie, proteggere la pelle e ridurre persino il rischio di sviluppare tumori e altre malattie.

Un arcobaleno di salute

Fonte: Pixabay

Prima di vedere quali e quanti sono i benefici del succo di carota, vogliamo ricordarti che puoi trovare questa bevanda in tanti colori diversi. Perché le carote non sono solo arancioni. Questi ortaggi, coltivati per la prima volta nel 900 d.C. in Afghanistan, sono disponibili in altre tonalità, come viola, gialle, rosse e persino bianche.

Qualsiasi sia il tuo colore preferito, questi ortaggi non mancheranno di sorprenderti con i loro effetti benefici ed il loro caratteristico sapore.

Succo di carota: proprietà nutrizionali

Con il suo basso contenuto di calorie, il succo di carota può essere considerato un alleato per la dieta, specialmente se sceglierai di prepararlo in casa senza aggiungere zuccheri extra. Una tazza da 100 grammi di succo apporta circa 40 calorie ed è anche una risorsa di proteine, carboidrati e fibre.

A questo proposito, se hai problemi ad andare in bagno devi sapere che una carota cruda potrebbe aiutarti, in quanto è un’ottima alleata contro la stitichezza.

Ma tornando alle proprietà nutritive del succo di carota, questa bevanda è una straordinaria fonte di vitamina A sotto forma di provitamina A, vitamina C, vitamina K, vitamine del gruppo B, potassio e calcio, utile per rinforzare ossa e denti.

Degna di nota è anche la presenza di carotenoidi  quali beta carotene, luteina e zeaxantina, pigmenti vegetali che proteggono la salute degli occhi. Gli antiossidanti contenuti nelle carote, inoltre, aiutano a combattere la formazione di radicali liberi.

Questa bevanda ha anche un basso indice glicemico (IG), per cui può essere assunta da chi deve mantenere sotto controllo i valori della glicemia, come le persone con diabete. Tuttavia, come vedremo più avanti, coloro che soffrono di questa condizione non dovrebbero consumare eccessive quantità di succo di carota.

A cosa fa bene il succo di carota?

Fonte: Pixabay

Le carote, con il loro elevato apporto di vitamine, minerali e antiossidanti, rappresentano delle vere e proprie alleate per la nostra salute. Lo stesso possiamo affermare per il succo estratto da questi ortaggi.

Ma dunque, quali sono i benefici del succo di carota? Il primo di certo potrai immaginarlo, riguarda la salute degli occhi.

Migliora la vista in modo naturale

Uno degli aspetti più famosi delle carote riguarda la capacità di questo ortaggio di influenzare in modo positivo la salute degli occhi.

Ebbene, anche il succo di carota può offrire grandi benefici. Questa bevanda contiene infatti elevate quantità di vitamina A, essenziale per il buon funzionamento della vista.

Studi e ricerche hanno rivelato che coloro che mangiano più frutta e verdure con provitamina A correrebbero un minor rischio di perdita della vista e di sviluppare malattie oculari. La presenza di carotenoidi, inoltre, può ridurre il rischio di degenerazione maculare legata all’età (AMD).

Rinforza il sistema immunitario

Come molti altri tipi di frutti e verdure, anche le carote possono migliorare le nostre difese immunitarie. Tutto merito delle vitamine, vitamina A e C in primis, che agendo come antiossidanti proteggono le cellule immunitarie dai danni causati dai radicali liberi.

Inoltre, la presenza di vitamina B a iuta a rinforzare le difese del nostro organismo.

Un amico per la pelle

Il succo di carota non è solo un prezioso alleato per la vista, ma può anche diventare il tuo amico per la pelle. La presenza di vitamina C, infatti, favorisce la produzione di collagene, per cui ti farà avere una pelle più elastica e giovane.

In più, gli antiossidanti proteggono la pelle dall’azione dei radicali liberi, mentre il beta carotene aiuterà a proteggerti dall’azione dannosa dei raggi del sole.

Protegge il tuo cuore

Il succo di carote può anche essere la tua bevanda “del cuore”. Sappiamo che mangiare carote è collegato a un minor rischio di sviluppare patologie cardiovascolari, lo stesso possiamo affermare per il succo.

La presenza di potassio, infatti, può aiutare a regolare la pressione sanguigna, riducendo di conseguenza il rischio di infarto, ictus e ipertensione.

Un aiuto per il fegato

Grazie alla sua azione antinfiammatoria e antiossidante, dovuta alla presenza di carotenoidi, il succo di carota può anche proteggere e supportare la salute del fegato, aiutando persino a combattere la cosiddetta steatosi epatica non alcolica, una condizione che si verifica quando si accumula grasso nel fegato, solitamente a causa di una dieta scorretta, sedentarietà, sovrappeso e obesità.

Succo di carota e tumori

Il succo di carota ha anche degli effetti anticancro? Sebbene sia presto per rispondere in modo più che certo a questa domanda, alcuni studi hanno osservato che dei composti presenti nel succo di carota possono proteggere dal cancro e portare alla morte delle cellule tumorali.

Inoltre, non dimentichiamo che gli antiossidanti, di cui il succo di carote è particolarmente ricco, combattono la formazione di radicali liberi, riducendo il rischio di tumore.

Ciò non significa, però, che bere succo di carota elimini completamente il rischio di cancro o che questa bevanda possa rappresentare una cura contro i tumori.

Succo di carota: dove comprarlo?

Se non hai tempo o voglia di metterti in cucina (fra pochissimo vedremo come preparare il succo in casa), puoi decidere di acquistare il succo di carota al supermercato o nei negozi on line, purché contenga carote provenienti da agricoltura biologica e non abbia zuccheri aggiunti.

Come fare il succo di carota fatto in casa?

Sicuramente acquistare il succo di carota al supermercato è pratico e veloce, ma fin troppo spesso la lista degli ingredienti di questi, così come di altri succhi e bevande, è sorprendentemente lunga, talvolta in modo preoccupante.

In realtà la preparazione di questa bevanda è molto semplice, oltre che economica, quindi perché non fare il succo di carota con le nostre mani?

Se non hai la centrifuga in casa, niente paura, perché fra pochissimo vedremo come fare il succo di carota senza centrifuga e senza stress.

Ingredienti

  • Carote: 1 kg
  • Acqua: 500 ml
  • Il succo di un limone.

Procedimento

Utilizza un tritaverdure elettrico o un coltello per tagliare le carote finemente. Quindi, metti a bollire mezzo litro di acqua e quando sarà bollente spegni il fuoco.

Versa l’acqua calda sulle carote tritate, lascia in infusione per un quarto d’ora. Trascorso il periodo di infusione, filtra il tutto con un colino a maglia stretta e versa il succo in una caraffa.

Aggiungi il succo di limone senza semi, mescola per bene ed ecco pronto il tuo succo fatto in casa. Se lo desideri, puoi addolcire la bevanda con dello zucchero di canna.

L’ideale, per evitare di sminuire la presenza di vitamine, è di utilizzare un estrattore di succo per la ricetta. In questo caso va saltata l’infusione, ma si può aggiungere acqua naturale dopo. O, meglio ancora, bere direttamente l’estratto fresco senza aggiunte.

Come conservare il succo di carota?

Il succo dovrebbe essere consumato in pochi giorni. Puoi conservarlo in frigo, in una bottiglia con tappo, per circa 48 ore.

Succo di carota: controindicazioni

Succo di carota
Fonte: Pixabay

Possiamo affermare che, in linea generale, il succo di carota è considerato sicuro per la salute. Tuttavia, è sempre bene non esagerare con le quantità. Bere troppo succo di carota, infatti, può causare la carotenemia o carotenosi, una condizione temporanea causata da elevati livelli ematici di betacarotene, e che – in poche parole – ti porterà ad avere la pelle arancione o gialla.

Non si tratta di una condizione rischiosa per la vita, né irreversibile, basterà eliminare le fonti di beta-carotene per risolvere il problema. Tuttavia è certamente saggio evitare di eccedere con il consumo di questa bevanda.

Infine, dal momento che possiede meno fibre rispetto alle carote (la maggior parte di esse viene rimossa durante la preparazione), ma apporta ugualmente zuccheri naturali, il consumo di questa bevanda dovrebbe essere moderato per le persone con diabete, poiché potrebbe aumentare i livelli di zuccheri nel sangue.

I soggetti diabetici dovrebbero preferire il succo di carota senza zucchero o quello fatto in casa, per non correre rischi.

Quanto succo di carota si può bere al giorno?

Per evitare effetti indesiderati anomali, come avere la pelle arancione, un consumo moderato di questa bevanda è la soluzione migliore.

Si ritiene che un bicchiere al giorno di succo di carota sia più che sufficiente per non correre rischi.

Se soffri di diabete o altre patologie, prima di introdurre regolarmente questo alimento nella tua dieta chiedi consiglio al tuo medico curante.

 

Fonti

 

Seguici anche sui canali social