Spiedini alla Frutta: presentazione e conservazione

Spiedini alla Frutta: presentazione e conservazione

Fonte immagine: Pixabay

Colorati e golosi, gli spiedini di frutta possono diventare uno spuntino leggero o trasformarsi in dessert originale: ecco come prepararli e conservarli.

Fresca, idratante e altamente vitaminica, la frutta rappresenta una componente fondamentale dell’alimentazione a tutte le età. Ottima da consumare come spuntino leggero e nutriente, può diventare assoluta protagonista in cucina se usata come ingrediente base per realizzare piatti originali e invitanti: gli spiedini di frutta sono un esempio di questa versatilità, perfetti come fine pasto e ideali per creare un dessert ipocalorico, ma gustoso soprattutto durante la stagione estiva.

Gli spiedini realizzati a base di frutta tagliata a pezzi sono facili da comporre e consentono di utilizzare varie tipologie di frutti, tenendo conto della stagionalità e delle preferenze personali. L’unico ostacolo alla riuscita di questo piatto fresco e colorato è dato dalla possibile alterazione della frutta sbucciata, soggetta ad annerimento e deterioramento: come vedremo, tuttavia, esistono alcune strategie di conservazione per evitare questo spiacevole risultato.

Spiedini di frutta: come prepararli

Spiedini frutta

Per preparare degli ottimi spiedini di frutta è necessario procurarsi alcuni frutti a scelta e dei comuni spiedini optando per il formato lungo. Si consiglia di scegliere la frutta di stagione e di preferire varianti che creano un vivace contrasto di colore, in modo da comporre un piatto invitante e colorato. Ciascun frutto deve essere accuratamente lavato, sbucciato – se necessario – e tagliato a pezzi non troppo piccoli: solo per fare un esempio, possono essere usati degli acini di uva interi, delle ciliegie precedentemente snocciolate ma mantenute integre, delle fragole intere o tagliate a metà a seconda della loro dimensione, delle fette di banana, del kiwi o dell’ananas tagliata a triangoli.

Come accennato, la frutta tagliata si deteriora molto velocemente, pertanto è preferibile raccoglierla in una terrina e immergerla in un liquido a base di succo di limone e acqua, in modo da coprirla interamente, lasciandola a bagno per circa cinque minuti. In alternativa è possibile usare del succo di limone e dello zucchero).

Successivamente è necessario scolare il succo in eccesso e prelevare i singoli pezzi di frutta per comporre gli spiedini, che possono essere serviti subito oppure conservati in frigorifero avendo cura di coprirli bene con della pellicola trasparente.

Altri metodi di conservazione

Spiedini frutta

L’immersione nel composto a base di succo di limone non è l’unica alternativa per mantenere integri i pezzi di frutta da usare per gli spiedini. In alternativa è possibile:

  • cospargere la frutta con dell’albume d’uovo sbattuto insieme allo zucchero, lasciandola riposare in frigorifero per un paio di ore in modo da ottenere un effetto cristallizzato;
  • coprire gli spiedini già composti con della comune gelatina alimentare;
  • passare gli spiedini di frutta nella griglia ben calda dopo averli cosparsi di zucchero a velo.

Come servirli

Spiedini frutta

Gli spiedini di frutta possono essere serviti senza l’aggiunta di decori o altri elementi, tuttavia se l’obiettivo è preparare un dessert o renderli più golosi è possibile accompagnarli con salse e altri preparati. Un’idea originale, ad esempio, è versare a filo sugli spiedini già pronti una salsa a base di cioccolato fuso, eventualmente immergendovi alcuni pezzi di frutta in modo da ricoprirli interamente o per metà e lasciando solidificare in frigorifero.

È anche possibile preparare un caramello a base di zucchero da versare sopra la frutta ben caldo, oppure usare del semplice topping del gusto che si preferisce creando originali decorazioni. Infine, per ottenere un effetto più fresco ed estivo si possono servire gli spiedini immersi nello yogurt bianco o accompagnati da una pallina di gelato fiordilatte.

Seguici anche sui canali social