Riso avanzato: 3 ricette da non perdere

Riso avanzato: 3 ricette da non perdere

Fonte immagine: Istock

Il riso è un cereale molto amato in cucina; è difficile da dosare, ecco perché spesso avanza e bisogna trovare delle ricette alternative per riutilizzarlo.

Il riso è un cereale molto amato in cucina, in Italia rappresenta un importante, ma spesso sottovalutata, alternativa al frumento. In Giappone e in Cina fornisce mediamente circa la metà delle calorie quotidiane. Nel riso le proteine sono presenti in quantità limitata; in particolare, scarseggia la percentuale di prolammine e per questo motivo è perfettamente tollerato dai celiaci, che lo utilizzano molto spesso in sostituzione alla pasta. Il grande problema del riso è che molto difficile da dosare (cotto aumenta incredibilmente il suo volume) ed è per questo che spesso avanza. Ecco dunque tre ricette semplici per riutilizzarlo e non sprecarlo:

Scopri anche tutti i valori nutritivi e le calorie del riso, quando è consigliato mangiarlo e come inserirlo nella dieta.

Riso avanzato: come riutilizzarlo?

Riso avanzato: come riutilizzarlo?
Fonte: Istock

Qui vengono proposte tre semplici ricette per riutilizzare il riso avanzato a pranzo o a cena.

Frittata di riso

Il grande vantaggio di questa ricetta è che si adatta a qualsiasi tipo di riso avanzato. Benvenuti i risotti oltre che il riso semplice, in bianco. La preparazione è estremamente semplice e veloce. Aggiungete al risotto avanzato lo stesso volume di uova sbattute e aggiustate di sale e di pepe (se avete problemi di linea, potete utilizzare pochi rossi e per volumizzare l’albume disponibile in qualsiasi supermercato). Amalgamate bene il riso alle uova, aggiungete un goccio di latte di riso per renderla più morbida e trasferite il composto in una padella oliata, come se fosse una normale frittata; l’alternativa con questo composto è di farne delle mini porzioni come se fossero delle polpette: saranno ancora più croccanti, e perfette per un aperitivo con gli amici, accompagnate da uno spritz.

Supplì

Il classico dei classici, amato nella tradizione, riprodotto ad arte in cucina: il vero supplì ha di necessario la croccantezza, quindi prestate molta attenzione alla cottura. Per due etti di risotto avanzato occorrono due uova intere, una mozzarella vegetale, della farina, del pane grattugiato e olio per friggere (valutate la quantità al bisogno). La procedura è semplicissima: basta prendere un po’ di riso (può essere bianco, al pomodoro o anche condito) e schiacciarlo sul palmo della mano inserendo al centro la mozzarella vegetale. A questo punto formate una piccola pallina e passatela sulle uova la farina e il pane grattato. Prendete una padella fate scaldare dell’olio e quando è bollente immergete completamente i vostri supplì. Aspettate che dorino e al momento giusto tirateli fuori. Passateli su carta assorbente per esaurire l’olio in eccesso e disponeteli in una ciotola accompagnati da una salsa (da quella di pomodoro a quella verde c’è solo l’imbarazzo della scelta).

Pizza di riso al forno

Per questa ricetta vi serviranno:

  • 250 g di riso rigorosamente avanzato;
  • 1 uovo;
  • 150 g di grana padano grattugiato;
  • Polpa di pomodoro;
  • Mezza cipolla
  • 350 g di mozzarella vegetale
  • Basilico;
  • Pangrattato.

Il processo è molto simile a quello del supplì: la base si ottiene mescolando uovo, riso e formaggio. A questo punto la si dispone su teglia con carta da forno e si procede ad aggiungere il condimento come se fosse una normale pizza margherita veggy. Si possono aggiungere ingredienti sfiziosi a corredo come i funghi o altre verdure per trasformarla in un’ortolana… date sfogo alla fantasia!

 

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di magnesio: ecco quali sono (video)