Ricetta della marmellata di cachi senza zucchero

Ricetta della marmellata di cachi senza zucchero

Fonte immagine: Istock

Una deliziosa conserva autunnale dal colore e dal gusto intenso: la nostra marmellata di cachi senza zucchero perfetta per una colazione light.

Una colazione sana e gustosa passa per un gruzzoletto di fette biscottate integrali accompagnate da una buona marmellata: di fichi o di cachi, a seconda della stagione. La marmellata di cachi racchiude in sé la dolcezza dell’autunno, conservandola per i mesi successivi. Anche servita agli ospiti fa il suo effetto grazie al olore arancione intenso. La confettura di cachi senza zucchero si usa anche per farcire golose crostate o per accompagnare i formaggi; è un prodotto versatile che non può mancare nella vostra dispensa!

Marmellata: ingredienti e preparazione

Marmellata di cachi: ingredienti e preparazione
Fonte: Istock

Per preparare una buona marmellata di cachi il primo passo da compiere è quello di procurarsi della frutta bio, magari distribuita da produttori locali. Gli ingredienti che ci serviranno sono:

  • Cachi (mezzo kg);
  • 1 mela;
  • 1 bicchiere d’acqua;
  • Una spremuta di succo di limone;
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere.

Iniziate preparando dei contenitori in cui conservare la vostra marmellata: procedete alla sterilizzazione immergendoli nell’acqua bollente e tenendoli lì per almeno 15 minuti. Poi lavate la frutta, sbucciate i cachi e la mela, privando i frutti del torsolo. In un tegame versate la polpa dei cachi, le mele e il succo del limone. Accendete il fuoco e dopo 5 minuti spegnete, frullate il composto e trasferitelo in nuovo nel tegame. Cuocete a fuoco basso muovendo spesso fino a quando non avrà raggiunto la giusta consistenza (circa 40 minuti). A questo punto trasferite tutto nel barattolo precedentemente sterilizzato, chiudetelo bene e tenetelo a testa in giù. Ricordatevi di etichettarlo e conservarlo in un luogo fresco e asciutto. Dopo un mese si può consumare e una volta aperto conservate il barattolo il frigo. Scegliere una marmellata senza zucchero ha il grande vantaggio di non appesantire la colazione o la crostata, quella di cachi, in particolare, viene particolarmente buona perché è già un frutto zuccherino di per sé.

Cachi: proprietà nutritive

Il cachi apporta circa 272 kJ (65 kcal) per 100 g, quindi è un ottimo alimento per la dieta. È composto da circa il 18% di zuccheri, l’80% di acqua, lo 0,45% di proteine, lo 0,5% di grassi, oltre a una discreta quantità di vitamina C e vitamine del gruppo B. È ricco di beta-carotene e di potassio. Ha proprietà lassative e diuretiche.

Il frutto del cachi dovrebbe essere consumato crudo: in questo modo, viene garantito un buon apporto in termini di vitamine e sali minerali, beneficiando del buon effetto vitaminizzante e rimineralizzante. Per la presenza del potassio, il cachi è considerato un buon diuretico e depurativo, mentre il cospicuo contenuto in fibre rende il frutto un ottimo rimedio naturale contro la stitichezza (proprietà lassative).

Se soffrite di intestino irritabile valutate la possibilità di rivolgervi ad uno specialista prima di inserirlo all’interno della vostra dieta. Ottimo rimedio naturale contro lo stress, il cachi è raccomandato anche in caso di stanchezza ed astenia. Non solo:  il cachi esercita un’importante attività protettiva nei confronti di milza, pancreas, e stomaco. Consigliato a colazione ma anche a metà mattinata e metà pomeriggio come spuntino per ricaricare le pile: un frutto versatile e davvero gustoso! Provare la marmellata è già un buon modo per inserirlo nella dieta.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi che migliorano l’umore: 5 consigli