Greenstyle Pulire cani e gatti: 5 consigli per chi ha poco tempo

Pulire cani e gatti: 5 consigli per chi ha poco tempo

Pulire cani e gatti: 5 consigli per chi ha poco tempo

Si è parlato spesso della necessità di una pulizia adeguata per i nostri animali domestici, sia a livello fisico che degli ambienti che sono solito frequentare. Ma come mantenere l’igiene di cani e gatti quando si ha poco tempo, si è di fretta o il cucciolo di casa ha combinato un disastro improvviso?

A rispondere a questa domanda ci pensa PawNation, con cinque facilissimi trucchi per mantenere cane e gatto sempre puliti, per quanto possibile profumati e immersi in un ambiente salubre. Si tratta di strategie già note ai più, ma che si rivelano ideali perché richiedono ognuna non più di 5 minuti di impegno al giorno. Facendole diventare una routine, il problema della pulizia sarà soltanto un lontano ricordo:

  1. Spazzola: sembra quasi superfluo sottolinearlo, ma la spazzola è lo strumento più importante per la cura del manto di Fido e Micio. Pettinando con regolarità il loro pelo, infatti, si riduce la possibilità che questo si sparga per tutta casa o rimanga a contatto con l’animale, con il rischio che venga ingerito o penetri nelle vie respiratorie;
  2. Aspirapolvere: l’aspirapolvere è l’amico di tutte le casalinghe, ma forse non tutti sanno come non sia sempre sufficiente per gli ambienti frequentati da cani e gatti. Anziché passare semplicemente l’aspiratore sul tappeto preferito di Fido, è consigliabile batterlo all’aperto con apposite spazzole prima dell’operazione. Inoltre, un lavaggio igienizzante ad alte temperature è consigliato almeno una volta al mese;
  3. Tamponi: in caso cani e gatti si macchiassero con qualche sostanza casalinga – un detersivo, ad esempio – o lasciassero i loro bisognini sul divano in salotto, il metodo più rapido per pulire è l’uso di tamponi. Una spugna, una salvietta, un rotolo di carta superassorbente: non bisogna mai fregare con vigore sulla macchia, bensì raccogliere i fluidi. Questo vale soprattutto quando si cerca di pulire l’animale da un incidente domestico, perché i movimenti vigorosi possono irritare pelle e pelo;
  4. Zampe: nella pulizia di un animale domestico, spesso ci si dimentica delle zampe. In realtà, è consigliato passare un morbido panno ogni volta che cani e gatti passano dall’esterno all’interno dell’abitazione, perché fra i cuscinetti delle loro zampe potrebbero essere presenti terriccio e fango di primo acchito non visibili;
  5. Lavatrici: bisogna ricordarsi, di tanto in tanto, di lavare tutti i tessuti appartenenti a cani gatti: coperte, cappottini e guinzagli, quest’ultimi purché non in pelle. Non serve fare un carico di lavatrice apposito per questi strumenti: si possono unire ai bianchi molto sporchi, come stracci e panni per le polveri. Evitare, invece, di lavare indumenti animali insieme agli abiti dei loro padroni.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Guida per la cura del gatto in estate
Animali

Come prendersi cura del gatto in estate? Significa non solo proteggerlo da parassiti esterni, ma anche dal caldo e dai colpi di calore. Ecco cosa fare.