Pixie Bob: carattere, allevamento, prezzo

Pixie Bob: carattere, allevamento, prezzo

Il Pixie Bob è un esemplare di gatto massiccio e dall'origine recente, in molti credono discenda dalla lince rossa, ma possiede caratteristiche diverse.

Il Pixi Bob è un gatto dall’aspetto massiccio e curioso, che ricorda vagamente gli esemplari selvatici nordamericani: ciò che lo caratterizza è però la polidattilia, ovvero la presenza di sette dita per zampa. È un animale pacato ma anche desideroso di giocare e socializzare: la sua incredibile intelligenza lo ha portato verso un perfetto adattamento casalingo. La razza è ancora abbastanza recente ma può contare su una nutrita schiera di estimatori.

Le caratteristiche fisiche

Il Pixi Bob nasce per replicare i connotati fisici del gatto selvatico nordamericano e, per questo motivo, il formato può risultare standard o maxi, con un peso che può oscillare tra i 5 e gli oltre 15 chilogrammi. Fisicamente risulta molto stabile, massiccio e anche particolarmente possente: infatti cresce fino ai quattro anni di età, mentre la coda è cortissima o lunga quanto la metà del corpo.

Il pelo può risultare lungo o corto ma sempre morbido e setoso, con la tipica colorazione del gatto selvatico, con base marroncina e svariate sfumature del brown tabby, con punti scuri sulle zampe e sulle orecchie. La bocca e gli occhi possiedono un profilo nero marcato, mentre il colore degli occhi passa da blu a verde, fino all’oro intenso, donando una particolare intensità ed un’espressione molto riflessiva. La testa possiede una fisionomia a pera con fronte larga.

Carattere e comportamento

Pixie Bob
Fonte: Bob via Wikipedia

La stazza possente del gatto non deve confondere, perché il Pixie Bob è un gatto molto affettuoso, giocherellone e particolarmente socievole, in grado di adattarsi a convivere con altri animali e persone, senza battere ciglio. Brama la vicinanza del proprietario che segue ovunque in modo fedele, assecondando ogni sua richiesta e richiamandolo con versetti e ringhi molto comunicativi. Non miagola quasi mai, preferisce interagire attraverso il gioco e magari riportando la palla come i cani, mostrando così un’intelligenza senza pari. Nonostante la sua dinamicità, ama il relax casalingo con una certa predisposizione verso la pigrizia, ma la curiosità lo spinge a varcare le porte e le finestre aperte.

Pixie Bob, le origini

Si pensa che la razza possieda un’origine comune con la lince rossa (o Bobcat), ma svariati test del DNA non sono riusciti a comprovare la teoria. La sua è una presenza molto recente, nata dalla curiosità di Carol Ann Brewer, che nel 1985 acquistò a Mount Baker, in USA, un gatto con il mantello maculato, la coda corta e sette dita per zampa. L’esperienza positiva portò la donna ad adottare un altro gatto nel 1986, un esemplare ribattezzato Keba, dal formato maxi e coda corda, nato da un incrocio con un gatto selvatico. Il gattone ber presto giunse a pesare in modo esagerato, ma in linea con il suo formato, per poi accoppiarsi con la gattina dei vicini che diede alla luce una nutrita cucciolata. Carol adottò una delle gattine che ribattezzò Pixie e che diede vita a una discendenza fatta di svariati incroci: ciò portò al riconoscimento ufficiale della razza da parte della TICA, ma solo nel 1998.

Allevamento, cura e costi

Pixie Bob
Fonte: Angie1900 via Wikipedia

È un gatto longevo che può arrivare fino ai 20 anni di età, se curato adeguatamente, non solo con visite, vaccinazioni e toelettature per domare il pelo folto, ma anche grazie ad un’alimentazione adeguata e bilanciata. Il Pixie Bob è molto goloso e tende ad ingrassare, per questo deve seguire una dieta corretta che gli permetta di conservare la linea e la forza fisica. Il gioco e l’esercizio sono quindi molto indicati, non li disdegna e spesso li svolge in solitaria. Il prezzo varia tra i 900 ed i 1.300 euro, ma è importante avvalersi di un allevamento certificato che rilasci tutta la documentazione necessaria.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta