Gatto e occhi bicolore: cause e motivazioni

Gatto e occhi bicolore: cause e motivazioni

Fonte immagine: Pixabay

I gatti con occhi bicolori sono molto amati: una caratteristica presente anche nell'uomo e data dai quantitativi di melanina dell'iride.

L’eterocromia è una caratteristica cromatica oculare che può colpire sia l’uomo che gli animali: in particolare i gatti, i quali sfoggiano due occhi bicolore. Una condizione che li rende sicuramente ancora più misteriosi e affascinanti allo sguardo di chi li osserva e li ama, ma anche un fenomeno raro dato dal quantitativo di melanina presente nell’iride. Vediamo come razza, genetica e mitologia possono incidere sul colore degli occhi del gatto.

Occhi: perché due colori differenti

Un gatto può nascere con gli occhi di colore differente sia per una questione genetica che per una legata alla razza: alcune di queste sono considerate maggiormente predisposte, come il gatto d’Angora turco e il Turco Van, il Persiano e il Bobtail giapponese, nonché lo Khao Manee, lo Sphynx e il British Shorthair.

La colorazione degli occhi dei cuccioli cambia durante i primi mesi di vita: i piccoli nascono con l’iride azzurra ma la pigmentazione definitiva si palesa dopo sette o dodici mesi. La scarsa presenza di melanina nell’iride, tipica degli occhi azzurri, può incidere sulla colorazione finale. Questa condizione cromatica può essere di due tipi: eterocromia completa, ovvero ogni occhio possiede un proprio colore, oppure eterocromia parziale, uno solo dei due occhi possiede l’iride divisa a metà dal punto di vista cromatico.

Colore del pelo e udito

Gatto con occhi bicolore

Il colore degli occhi e quello del pelo provengono da combinazioni genetiche differenti, quindi non vi è nessuna correlazione diretta. I melanociti del pelo possono comportarsi in modo attivo o passivo senza favorire nessun errore di pigmentazione oculare, a meno che non avvenga la condizione dell’epistasi, ovvero l’interazione tra geni. Questa è tipica dei gatti a pelo bianco, la cui componente genetica è fortemente dominante, favorendo un pelo chiaro con occhi azzurri. Altro discorso è la sordità di natura genetica, prettamente legata alla colorazione di occhi ma vincolata alla presenza del gene “W”, tipico dei felini dal colore bianco.

Le malattie più comuni

La modificazione cromatica di uno dei due occhi a volte può indicare la presenza di malattie oculari, in particolare se avviene in età adulta. Tra le più comuni possiamo ricordare l’uveite, ovvero la presenza di sangue o infiammazione nell’occhio, quindi il glaucoma, evidenziato con una perdita graduale della pigmentazione e della stessa vista. Un colpo, una ferita o un’infiammazione possono modificare la colorazione: a fronte di questi sintomi, è bene consultare il veterinario con urgenza.

Misteri e leggende

Gatto con occhi bicolore

Si narra che la gatta Muezza, di proprietà di Maometto, gli fosse molto fedele e possedesse queste caratteristiche cromatiche oculari, tanto da essere considerate un dono divino. In Turchia i gatti con gli occhi dal colore differente sono amati e venerati, perché considerati un dono di Allah.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta