Perché il cane ansima, cause principali

Perché il cane ansima, cause principali

Fonte immagine: Unsplash

Il cane potrebbe ansimare eccessivamente perché agitato oppure per il troppo caldo, ma anche perché felice o malato: ecco le cause principali.

Il cane spesso ansima: questo è un processo fisiologico naturale, ma in alcuni casi potrebbe segnalare un’anomalia o una problematica in corso. È indispensabile monitorare la respirazione veloce per comprendere se sia un evento preoccupante, la conseguenza diretta di uno sforzo o del troppo caldo. Il respiro affannoso, noto come tachipnea, è un gesto meccanico messo in atto per regolare la temperatura corporea: se la pratica diventa eccessiva è importante comunicarla al veterinario di fiducia, che potrà valutare i sintomi ed eventualmente programmare un controllo. Ecco come riconoscere le causa principali che portano il cane ad ansimare in modo troppo veloce.

Stress e ansia

Un respiro troppo veloce potrebbe tradire uno stato di ansia e di forte stress: l’amico è spaventato da qualcosa o da qualcuno e reagisce respirando affannosamente. Una visita dal veterinario, l’incontro con un cane territoriale, un temporale improvviso, la separazione dal proprietario sono tutte condizioni che possono aumentare la frequenza del battito cardiaco e quindi spingere Fido ad ansimare vistosamente.

Caldo e colpo di calore

Cane addome

Un’esposizione diretta alla luce e al calore solare possono provocare un’insolazione e il tanto temuto colpo di calore, una situazione che spinge Fido ad ansimare vistosamente producendo saliva in eccesso. Il cane sta patendo l’eccessiva afa e ansima cercando di abbassare la temperatura corporea, evitando così di stare male e svenire. Meglio prevenire questa condizione di sofferenza fisica che potrebbe avere anche conseguenza mortali ma, ai primi sintomi, spostare il cane in un luogo riparato rinfrescandolo con un panno imbevuto di acqua fresca.

Felicità e gioia

Il cane potrebbe ansimare anche per pura gioia o eccitazione, trasmettendo in questo modo il suo stato d’animo e la sua felicità. A scatenarlo potrebbe essere il rientro improvviso del proprietario dopo una lunga giornata di lavoro, un’uscita non programmata per una passeggiata al parco, ricevere un premio alimentare inaspettato o la consegna di un gioco tanto desiderato: piccole gioie che creano il lui grande emozione.

Peso eccessivo

Cani

I chili di troppo rallentano il passo, come l’obesità che rende difficile ogni movimento fisico. Fido fatica a camminare e sottopone il corpo a un forte stress, una condizione che lo spinge ad ansimare sia per lo sforzo che per la difficoltà a regolare la temperatura corporea. Un accumulo eccessivo di peso, inoltre, può portare allo sviluppo di malattie e patologie, per questo è bene fornire un’alimentazione completa ma adeguata al benessere dell’animale, evitando di eccedere con porzioni e fuori pasto.

Avvelenamento e malattie

Anche l’avvelenamento da sostanze tossiche può portare il cane ad ansimare in modo evidente, un sintomo spesso accompagnato anche da vomito e problemi neurologici. In questo caso è bene intervenire tempestivamente conducendo l’amico dal veterinario di fiducia. Ma il respiro accelerato potrebbe anche essere il sintomo di una malattia respiratoria, di una problematica cardiaca o di una condizione fisiologica grave, per questo è importante chiedere aiuto all’esperto così da agire in modo rapido e risolutivo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!