Greenstyle Ambiente Quali sono le normative ambientali europee più note

Quali sono le normative ambientali europee più note

La tutela dell'ambiente è un obiettivo cruciale per l'Unione Europea. Negli ultimi anni, l'UE ha emanato moltissime normative ambientali volte a proteggere il Pianeta, salvaguardare la biodiversità e promuovere una gestione più sostenibile delle risorse. Ma quali sono le normative europee più note che hanno per oggetto la gestione dell'ambiente?

Quali sono le normative ambientali europee più note

Fonte immagine: Pixabay

In un mondo alle prese con problemi come riscaldamento globale, cambiamenti climatici e perdita di biodiversità, l’UE si sta impegnando attivamente nella promulgazione e nell’attuazione di diverse normative ambientali, con lo scopo di limitare l’impatto sull’ambiente e far si che le future generazioni ricevano da noi un pianeta accogliente e vivibile.

Un obiettivo importante, quello che ci siamo prefissati, un traguardo che richiede impegno e costanza da parte di tutti, sia dentro che fuori dai confini dell’Unione Europea.

Per raggiungere questo scopo, negli ultimi 50 anni, l’UE ha proposto iniziative, strategie e norme molto scrupolose, normative ambientali che interessano diversi campi, e che si prefiggono il comune scopo di dar vita a una società globale davvero sostenibile.

Per fare un esempio, proprio pochi giorni fa sono state emanate norme UE volte a contrastare la dannosa pratica del greenwashing, messa in atto da molte aziende che spacciano i propri prodotti o servizi per “sostenibili”, pur non essendolo davvero.

Ma vediamo più da vicino in che modo l’Europa tutela l’ambiente e quali sono le principali leggi ambientali promosse all’interno dell’Unione.

Quali normative europee disciplinano la tutela dell’ambiente?

energie rinnovabili
Fonte: Pixabay

Quello tra Unione Europea e politica ambientale è un rapporto molto stretto, un rapporto che va avanti ormai da decenni, e che si fonda sull’emanazione e sull’attuazione di norme e regole volte a rendere più sostenibile l’economia dei Paesi che fanno parte dell’UE, e di estendere l’attenzione per la sostenibilità anche ai Paesi extra europei.

In tal senso, l’UE mira a salvaguardare le risorse ambientali (in primis la biodiversità), favorire un uso più efficiente e meno inquinante delle risorse e dell’energia, proteggere la salute umana, adottare un’economia circolare e sostenibile, e tutelare le risorse naturali per garantire il benessere delle future generazioni.

Ad oggi sono centinaia le normative ambientali promulgate dall’UE e recepite e adottate dagli Stati Membri. Fil rouge che ricollega le diverse normative sono una serie di principi, come quello della precauzione in caso di eventuali rischi e la correzione dei danni causati dall’inquinamento.

UE e ambiente: gli obiettivi da raggiungere

Materialmente parlando, cosa fa l’Unione europea per combattere il cambiamento climatico?

Negli ultimi decenni gli Stati Membri sono stati esortati ad adottare una serie di normative volte a migliorare e tutelare l’ambiente, favorire uno sviluppo urbano sostenibile, utilizzare in modo più attento le risorse naturali e adottare delle strategie a livello internazionale volte a migliorare la salute del nostro Pianeta.

L’attuazione di un piano efficace per contrastare i cambiamenti climatici è uno dei principali obiettivi dell’UE. Per raggiungerlo, sono state emanate leggi e normative che riguardano:

  • La salvaguardia e la tutela della biodiversità e della risorse naturali (acqua, aria e suolo);
  • La riduzione dell’inquinamento atmosferico e dell’inquinamento acustico;
  • L’adozione di strategie volte a favorire uno sviluppo sostenibile in ogni settore;
  • Il miglioramento della gestione e dello smaltimento dei rifiuti.
green deal
Fonte: iStock

Green Deal e Fit for 55

Nell’ottica di migliorare il rapporto tra uomo e ambiente, nel 2019 l’UE ha varato il Green Deal, un “patto verde” che punta a rendere l’Europa il primo continente con un impatto climatico zero.

Due anni più tardi, nel 2021, è stata adottata la normativa sul clima, che mira a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, incentivando lo sviluppo di un’economia moderna a basse emissioni di CO2.

Lo scorso anno, nel 2023, è stato approvato il pacchetto di norme e regolamenti “Fit for 55”. Questo include una serie di norme sociali ed economiche che mirano a contrastare i cambiamenti climatici e a ridurre le emissioni di gas a effetto serra, in modo da limitare il più possibile l’innalzamento progressivo delle temperature globali e ridurre le disastrose conseguenze che tale innalzamento può comportare.

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Chi sono gli attivisti per l’ambiente più famosi?
Ambiente

Difendere il nostro Pianeta è un impegno di enorme importanza, ma c’è ancora molta strada da percorrere. A tracciarla ci pensano uomini e donne di ogni età, da Greta Thunberg fino a Brianna Fruean, da Federica Gasbarro a David Attenborough, ecco quali sono gli attivisti per l’ambiente più influenti e famosi.