Greenstyle Ambiente Cos’è la biodiversità urbana e come tutelarla

Cos’è la biodiversità urbana e come tutelarla

La biodiversità urbana si riferisce alla varietà di vita negli ambienti cittadini, dall'ecosistema vegetale agli animali. Per tutelarla, è essenziale conservare gli spazi verdi, promuovere l'uso sostenibile del suolo e limitare l'uso di pesticidi. Ma fa la sua parte anche una attenta pianificazione urbana, che preveda parchi ben progettati in modo da favorire habitat per piante e animali e migliorare la qualità dell'aria. Nonché una corretta sensibilizzazione della popolazione.

Cos’è la biodiversità urbana e come tutelarla

Fonte immagine: Pexels

Sentiamo spesso parlarne in senso generale, ma anche la biodiversità urbana è fondamentale, e andrebbe preservata per garantire il benessere delle varietà di vita che popolano città e aree metropolitane. Già, perché anche se non si tratta del loro habitat nativo, molte specie di animali (pensiamo agli uccelli, agli scoiattoli) e di piante, hanno “scelto” di vivere nei caotici contesti costituiti dalle aree urbane. Di seguito approfondiamo l’argomento e analizziamo le possibili strategie per difenderla.

Cos’è la biodiversità urbana?

Con la locuzione biodiversità urbana ci si riferisce – come da definizione della Convention on Biological Diversity (CBD) – alla “varietà e ricchezza di organismi viventi (compresa la loro variazione genetica) e diversità di habitat presenti all’interno e ai margini degli insediamenti umani”. Diversità, questa, che comprende piante, animali, funghi e microorganismi che coesistono in spazi urbanizzati e che si trovano a vivere a diretto contatto con il cemento e l’asfalto, il rumore (in primis quello derivante dal traffico), l’aria inquinata e l’illuminazione notturna. Sicuramente non lo spazio ideale anche se, nonostante l’inquinamento acustico, quello luminoso, le infrastrutture e le temperature cittadine si sta assistendo all’evoluzione da parte di molte specie animali che permette loro di poter sopravvivere in un habitat del tutto differente da quello originario.

Cos'è la biodiversità urbana e come tutelarla
Fonte: Pexels

Perché è importante preservarla

La salvaguardia della biodiversità urbana riveste un’importanza cruciale per diversi motivi. Innanzitutto, è essenziale per il corretto funzionamento degli ecosistemi presenti nelle aree urbane. Se ci pensiamo un attimo, le piante che popolano i contesti urbani producono ossigeno ed assorbono anidride carbonica purificando di fatto l’aria attraverso il processo di filtrazione. Processo del quale gode non solo l’uomo, ma anche le specie vegetali ed animali presenti. Gli insetti, d’altro canto, grazie alla loro attività di impollinazione, favoriscono la riproduzione delle piante, e di conseguenza la loro capacità di dare i loro frutti. Ed in questo aiutano a conservare la biodiversità vegetale.

Ancora, uccelli e pipistrelli svolgono un ruolo rilevante nel controllo della presenza degli insetti dannosi il che porta, come diretta conseguenza, ad un riduzione dell’uso dei pesticidi. Si viene pertanto a creare un equilibrio ecologico naturale che funge da risorsa contro il ricorso a pratiche agricole dannose per l’ambiente. In quest’ottica, promuovere la biodiversità urbana diventa un’esigenza. Ma come farlo?

Come curare la biodiversità urbana?

Non è un mistero che questa sia a rischio. La crescita delle città rappresenta una minaccia sempre più crescente in quanto comporta la distruzione degli habitat naturali e richiede l’uso intensivo del suolo. Tuttavia, le città possono adottare piani ed azioni per preservarla. A questo proposito, spazi verdi nelle città come parchi, giardini pubblici e corsi d’acqua giocano un ruolo fondamentale nel sostenerla. Essi offrono un habitat a piante e animali, e la presenza degli alberi e della vegetazione contribuisce a mitigare gli effetti dell’inquinamento atmosferico. Oltre a fornire rifugi sicuri per uccelli e insetti. Senza dimenticare come a trarne beneficio sia anche l’uomo: il verde favorisce il benessere degli abitanti. Può ridurre lo stress e migliorare il benessere mentale delle persone, come provato da numerosi studi effettuati in merito.

Preservare la biodiversità urbana richiede una attenta pianificazione del territorio, la gestione consapevole degli spazi verdi e la promozione di pratiche di coesistenza tra l’ambiente costruito e quello naturale. Ma non basta. Anche la sensibilizzazione è un aspetto da non trascurare. E’ fondamentale che cittadini e cittadine siano pienamente consapevoli dell’importanza della natura nei centri abitati e nei loro pressi.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Chi sono gli attivisti per l’ambiente più famosi?
Ambiente

Difendere il nostro Pianeta è un impegno di enorme importanza, ma c’è ancora molta strada da percorrere. A tracciarla ci pensano uomini e donne di ogni età, da Greta Thunberg fino a Brianna Fruean, da Federica Gasbarro a David Attenborough, ecco quali sono gli attivisti per l’ambiente più influenti e famosi.