Greenstyle News Earth Overshoot Day: esaurite da oggi tutte le risorse del 2023

Earth Overshoot Day: esaurite da oggi tutte le risorse del 2023

L'Earth Overshoot Day 2023 è arrivato: oggi è il giorno in cui l'umanità ha esaurito le risorse rinnovabili che la Terra può fornire quest'anno. La data è calcolata dal Global Footprint Network ed arriva, di anno in anno, sempre prima, rivelando un ritmo incontrollato nello sfruttamento delle risorse del pianeta, senza preoccuparsi delle conseguenze.

Earth Overshoot Day: esaurite da oggi tutte le risorse del 2023

L’Earth Overshoot Day 2023 è arrivato oggi: il 2 agosto è il giorno in cui l’umanità esaurisce le risorse rinnovabili che la Terra può fornire nel 2023. Questa data, calcolata dal think-tank Global Footprint Network, è arrivata sempre più in anticipo negli ultimi decenni, rivelando un ritmo incontrollato nello sfruttamento delle risorse del pianeta senza considerare le conseguenze.

Nel 1971, il primo anno in cui fu calcolato, l’Overshoot Day cadeva il 25 dicembre, ma con il passare degli anni si è spostato a causa del rapido sfruttamento delle risorse. La situazione in Italia è particolarmente preoccupante, avendo già superato il proprio Overshoot Day il 15 maggio.

Come avviene il calcolo?

Il Global Footprint Network calcola l’Earth Overshoot Day dividendo la biocapacità della Terra (cioè la quantità di risorse ecologiche che il pianeta può generare in un anno) per l’impronta ecologica dell’umanità (cioè la domanda di risorse dell’umanità per quell’anno) e moltiplicando il risultato per 365, il numero di giorni dell’anno.

earth overshoot day

Una volta raggiunto questo giorno, un singolo paese o un gruppo di paesi comincia a consumare risorse che dovrebbero essere destinate al futuro.

Nel 2022, l’Overshoot Day era arrivato il 28 luglio, ma quest’anno è arrivato a distanza di 5 giorni, grazie a un diverso calcolo del Global Footprint Network e ad una modesta riduzione dello sfruttamento delle risorse.

Le differenze tra i Paesi

L’impronta ecologica varia notevolmente da paese a paese. Ad esempio, il Qatar si aggiudica la maglia nera, avendo raggiunto il proprio Overshoot Day il 10 febbraio, mentre gli Stati Uniti hanno esaurito le proprie risorse il 13 marzo e la Cina il 2 giugno.

In Italia, è avvenuto il 15 maggio. Se tutto il mondo adottasse uno stile di vita e livelli di consumo simili a quelli italiani, avremmo bisogno di 2,7 pianeti per soddisfare la domanda. In Italia, due settori sono responsabili dell’impatto maggiore sull’Overshoot Day:

  • i consumi alimentari (che rappresentano un quarto dell’impronta totale)
  • i trasporti (che incidono per il 18%).

country overshoot days 2023

Le proiezioni future

Se i livelli di consumo e sfruttamento delle risorse naturali continueranno a seguire il trend attuale, entro il 2030 potremmo arrivare a consumare l’equivalente di due pianeti ogni anno. Tuttavia, è importante notare che negli ultimi cinque anni sembra esserci stata una stabilizzazione, anche se le cause esatte non sono ancora del tutto chiare. Per evitare un disastro ecologico, è necessario fare passi significativi.

Come posticipare l’Earth Overshoot Day

Fortunatamente, esistono azioni concrete che possono spostare l’Earth Overshoot Day in avanti. Riducendo gli sprechi alimentari a livello globale, guadagneremmo 13 giorni in più sul calendario.

La riforestazione di 350 milioni di ettari di terreno potrebbe spostare la data di 8 giorni. Il contributo più significativo, tuttavia, proviene dall’abbandono dei combustibili fossili, principali responsabili della crisi climatica. Riducendo del 50% le emissioni di CO2 nella produzione di energia, potremmo posticipare l’Overshoot Day di oltre tre mesi (93 giorni).

Sostenibilità
Fonte: Pixabay

Azioni individuali per un impatto positivo

Oltre alle azioni su scala globale, anche le scelte individuali possono fare la differenza. Ad esempio, se il 50% del consumo globale di carne venisse sostituito con alimenti di origine vegetale, sposteremmo l’Overshoot Day di 7 giorni (considerando la CO2 e l’uso del suolo). Optando per carne proveniente da allevamenti biologici o estensivi, guadagneremmo altri 5 giorni e, se acquistassimo localmente l’80% del nostro cibo, la data si sposterebbe di circa 2 giorni.

Curiosità sull’Earth Overshoot Day

difesa del pianeta
Fonte: Pixabay

Cos’è l’Earth Overshoot Day?

L’Earth Overshoot Day è il giorno in cui l’umanità esaurisce le risorse rinnovabili della Terra per quell’anno.

Come viene calcolato l’Earth Overshoot Day?

L’Earth Overshoot Day viene calcolato dividendo la biocapacità della Terra per l’impronta ecologica dell’umanità e moltiplicando il risultato per 365.

Qual è la situazione in Italia riguardo all’Earth Overshoot Day?

In Italia, l’Earth Overshoot Day è già avvenuto il 15 maggio.

Quali sono i principali settori responsabili dell’impatto sull’Earth Overshoot Day italiano?

I principali settori sono i consumi alimentari e i trasporti.

Come possiamo posticipare l’Earth Overshoot Day?

Riducendo gli sprechi alimentari, riforestando terreni e abbandonando i combustibili fossili si può spostare la data dell’Overshoot Day in avanti.

Qual è il contributo delle azioni individuali?

Le scelte individuali come ridurre il consumo di carne e acquistare localmente il cibo possono contribuire a spostare la data dell’Earth Overshoot Day in avanti.

Quali sono le proiezioni future riguardo all’Overshoot Day?

Se i livelli di consumo e sfruttamento delle risorse continueranno a crescere, si stima che entro il 2030 potremmo arrivare a consumare l’equivalente di due pianeti ogni anno.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Desalinizzazione acqua di mare: una soluzione alla siccità?
Pianeta Terra

Quali sono i vantaggi e i rischi per l’ambiente dell’utilizzo di processi di desalinizzazione dell’acqua di mare? La dissalazione dell’acqua marina è da molti considerata la risposta ai problemi di siccità e alla sempre maggiore richiesta di acqua potabile. Ma sarà davvero così?