Greenstyle Sostenibilità Consumi Natale sostenibile: i 5 eco-consigli del WWF

Natale sostenibile: i 5 eco-consigli del WWF

Natale sostenibile: i 5 eco-consigli del WWF

Sarà senza dubbio un Natale atipico quello in arrivo. Il 2020 è stato contraddistinto dalla pandemia di Coronavirus e dalle conseguenti restrizioni per limitare i contagi da Covid-19. È stato anche un anno in cui si è diffusa una maggiore consapevolezza riguardo i temi del riciclo e della sostenibilità ambientale.

Natale offre l’occasione di essere più buoni anche con la Terra, magari adottando i 5 eco-consigli diffusi dal WWF. Pratiche semplici che avranno però un impatto fortemente positivo sull’ambiente e il vivere sostenibile.

Natale sostenibile: i 5 eco-consigli del WWF

Cena o pranzo di Natale: il menu

(Torna al menu)

Che sia cenone o pranzo di Natale, l’importante è che il menu natalizio rispecchi i valori della sostenibilità. Spazio quindi a piatti della tradizione italiana, vegetariani e non. Il WWF fornisce qualche suggerimento, invitando inoltre a scegliere prodotti “di stagione e locali” e a evitare gli sprechi (ad esempio acquistando pesce della giusta “taglia”):

Ribollita toscana, zuppa di fagioli, tortelli di zucca, carciofi alla romana o fritti, insalata di rinforzo campana. Potete anche preparare ricette green sostituendo, ad esempio, il ragù di carne con verdure o legumi. Per il pesce preferite specie meno conosciute e poco richieste, come il sugarello, il tonnetto allitterato, il tombarello, lo zerro, il muggine, il pesce serra, insieme a molluschi come vongole, cozze e ostriche.

Luci e addobbi

(Torna al menu)

Luci e addobbi rappresentano un altro punto critico durante le festività natalizie. Il WWF invita a scegliere luminarie a LED, che possono costare leggermente di più al momento dell’acquisto, ma durano di più e assicurano un certo risparmio nel corso degli anni. Consumano inoltre meno energia e quindi portano a minori emissioni di CO2. Laddove possibile l’associazione invita a scegliere luci LED collegate a un pannello fotovoltaico.

Per gli addobbi si potranno utilizzare materiali riciclati ed ecosostenibili, quando non addirittura commestibili. Foglie secche, ghiande e rametti rappresentano elementi utili per dei centrotavola a tema. Da lasciare in natura, in quanto specie protette: muschio, agrifoglio, vischio, felci e fiori invernali.

L’albero di Natale

(Torna al menu)

L’albero ideale per le feste natalizie è da scegliere tra quelli adatti al clima italiano. Il consiglio del WWF è di orientarsi su sempreverdi come ginepro, corbezzolo e agrume. Se non si vuole rinunciare all’abete occorre informarsi circa la provenienza e scegliere piante con un sufficiente pane di terra e radici vitali.

Elementi del riciclo possono essere utilizzati per le decorazioni, o in alternativa anche soluzioni commestibili come frutta secca, marzapane o persino collane di pop corn. Queste ultime opzioni possono essere utilizzate alla fine delle festività per sfamare gli uccelli infreddoliti.

Regali di Natale

(Torna al menu)

Regali sostenibili e solidali sono il consiglio del WWF per il 2020, evitando quelli che contribuiscono all’inquinamento da plastica o al rischio estinzione di alcune specie:

Pacchetti originali recuperando giornali, spartiti musicali, fumetti ma anche tessuti o carta riciclata. Evitate la carta metallizzata, non riciclabile. Per decorare il pacco, rafia, corda, bastoncini di spezie, al posto dei nastri di plastica.

Niente regali provenienti dal traffico illegale di specie, scialli di shahtoosh, gioielli di carapace di tartaruga o denti di squalo, pelli e artigli di grandi felini, ossa di cetacei intarsiate, zanne e pelli di elefante, coralli e conchiglie. Neppure animali esotici privi della certificazione CITES e senza aver appurato l’effettiva disponibilità ad accudirli nel rispetto delle loro specifiche esigenze.

Raccolta differenziata: dove lo butto

(Torna al menu)

Ridurre imballaggi e oggetti monouso è tra i primi aspetti da considerare per quanto riguarda i rifiuti. Importante fare sempre la raccolta differenziata, se necessario consultando la pagina Ecotips del WWF Italia per chiarire eventuali dubbi. Laddove possibile preferire soluzioni compostabili alla plastica usa e getta.

Seguici anche sui canali social