Munchkin: carattere del gatto, dimensioni, cura

Munchkin: carattere del gatto, dimensioni, cura

Fonte immagine: rukawajung via iStock

Il gatto di razza Munchkin è un esemplare molto affettuoso, dinamico e vivace: ecco le caratteristiche, le dimensioni e i consigli di cura.

Il gatto Munchkin è un animale davvero singolare: presenta delle zampe particolarmente corte rispetto alle proporzioni del corpo, mentre la razza non è ancora stata definitivamente riconosciuta. L’origine è molto recente e risale soltanto al 1944, con una selezione quasi del tutto casuale, che ha condotto agli attuali esemplari. Noto anche come gatto bassotto, è un animale davvero irresistibile e dalla fisionomia unica: grazie al suo carattere è perfetto per grandi e piccini.

Origine

La conoscenza di questa razza è piuttosto recente: nel 1944 un medico americano ne descrisse per la prima volta le fattezze nel suo diario medico, specificando l’incontro casuale con un esemplare dalle zampe corte. Il felino dal manto nero, forse uno tra primi di questa razza, venne giudicato diversamente abile per la sua conformazione fisica, ma questo non gli impedì di cacciare, giocare, muoversi, riprodursi e vivere per ben undici anni accanto al suo amico umano.

Solo molti anni dopo una coppia di allevatori trovò due gatti abbandonati con queste caratteristiche: la femmina gravida mise al mondo una serie di piccoli di cui alcuni con peculiarità fisiche dei genitori, questo permise una serie di incroci successivi e la nascita di una lunga stirpe. Il felino non ha ancora ottenuto il riconoscimento ufficiale, ma nel 1995 la TICA (The Internation Cat Association) ha introdotto uno standard per questa razza.

Caratteristiche

Munchkin

Il gatto deve il suo nome ai nani presenti nel romanzo de Il Mago di Oz, in onore della caratteristica che più li definisce: le zampe corte, con quelle anteriori di misura inferiore rispetto alle posteriori. Il resto della fisionomia è standard: taglia media, muso sottile con guance evidenti e testa leggermente tonda, pelo setoso e morbido, mentre gli occhi sono grandi, vivaci e con un leggero taglio orientale a mandorla. Il micio può mostrare una serie di specifiche tipiche di altre razze come la pelliccia del Maine Coon o il muso dello Shorthair, con colorazioni varie che possono attingere da ogni razza.

Comportamento

L’altezza delle zampe non limita la sua vivacità e la sua incredibile agilità: è un felino molto socievole e coccolone, che adora scoprire il mondo che lo circonda. Per nulla pigro, è un gatto amante dell’avventura e dell’interazione, che non vede la sua fisicità come limite ma se ne fa vanto. Perfetto per la vita casalinga necessita di stimoli ludici continui, ma ripaga con un carattere amorevole, in grado di adattarsi a tutte le presenze affezionandosi a tutti: dai suoi simili ad altri animali, ai membri della famiglia, passando per gli ospiti e i vicini. Non necessita di cure particolari se non la pulizia periodica del manto e delle orecchie.

Allevamento e prezzo

Molto diffuso in USA, da qualche tempo ha suscitato l’interesse dei francesi e, più recentemente, dei tedeschi: l’incrocio è ammesso solo con gatti comuni e non di razza pura. In Italia non è molto presente, non esistono veri e propri allevamenti ufficiali ma solo strutture amatoriali composte da pochi esemplari. Per un’adozione certificata bisogna rivolgersi alla vicina Francia, così da importarlo con le relative pratiche e documentazioni. Il prezzo si aggira tra i 500 e i 1.000 euro in base alla razza utilizzata per l’incrocio.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta