Greenstyle Mobilità Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, cosa cambia

Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, cosa cambia

Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, cosa cambia

Fonte immagine: Gettyimages

Ambiente tema sempre più al centro del nuovo Governo Draghi. Dopo i cambiamenti che hanno coinvolto il Ministero dell’Ambiente, divenuto “della Transizione Ecologica”, ora è la volta del dicastero legato alle infrastrutture e ai trasporti. Quest’ultimo ha assunto la nuova denominazione di Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

A darne l’annuncio il neo Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini, che è l’autore stesso della proposta di modifica. Variazione resa effettiva dal DPCM approvato lo scorso 26 febbraio 2021.

Il cambio di nome corrisponde, ha dichiarato Giovannini, all’allineamento della visione di sviluppo con quelle che sono le politiche UE e i principi stabiliti legati al Next Generation EU. Inclusi quelli legati alla diffusione della mobilità sostenibile. Ha proseguito il neo ministro:

L’obiettivo è promuovere una forte ripresa economica del Paese che sia sostenibile anche sul piano sociale e ambientale, come indicato dal Presidente Draghi, che ringrazio per aver sostenuto la proposta di modifica del nome del Ministero.

Investimenti rapidi e consistenti, come quelli che stiamo programmando, in particolare con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, devono produrre un rilevante effetto sul piano della competitività del sistema economico e di stimolo occupazionale nell’attuale congiuntura economica e in prospettiva.

Il rafforzamento e l’ammodernamento delle reti infrastrutturali e del settore della logistica, l’investimento in infrastrutture sociali e nelle diverse aree del sistema dei trasporti devono accompagnare e accelerare le trasformazioni in atto nel mondo delle imprese e dei consumatori nella direzione della sostenibilità.

Mobilità, in vista confronto con gli operatori economici e sociali

Lo stesso Giovannini ha concluso il suo intervento sottolineando le novità in arrivo per quanto riguarda gli operatori economici e sociali:

Il Ministero aprirà un dialogo intenso con gli operatori economici e sociali per identificare le azioni più idonee per accelerare questo percorso, tenendo conto anche delle nuove opportunità derivanti dai recenti orientamenti del mondo finanziario e delle politiche europee in materia.

Fonte: Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili

Seguici anche sui canali social