Greenstyle Alimentazione Alimenti Mela annurca: proprietà e benefici del frutto

Mela annurca: proprietà e benefici del frutto

La mela annurca vanta qualità nutritive e proprietà benefiche per la salute: caratteristiche, usi e ricette a base di questo frutto.

Mela annurca: proprietà e benefici del frutto

Fonte immagine: Foto di Pezibear da Pixabay

Una mela al giorno toglie il medico di torno. È così che si dice, giusto? Ma sapevi che una mela annurca potrebbe migliorare ancor di più la tua salute? Acclamata come la “regina delle mele”, la varietà annurca ha origini campane e, se è vero che le mele fanno bene alla salute, queste particolari varietà rappresentano la qualità migliore che tu possa portare in tavola.

Ma esattamente, che tipo di mela e la mela annurca? Quali sono i benefici? E quante possiamo mangiarne al giorno?

Scopriamo tutto ciò che bisogna sapere in merito a questo super frutto tutto italiano.

Perché si chiama mela annurca?

Questa particolare varietà di mela deve il suo nome al termine romano “mela orcula” e si riferisce proprio alla zona in cui queste mele vengono prodotte e coltivate.

Le annurche sono mele dalle caratteristiche ben precise, che in un certo senso le differenziano rispetto alle altre mele che puoi trovare al supermercato.

Caratteristiche del frutto

La mela annurca ha una classica forma rotonda. Rispetto alle normali mele ha delle dimensioni medio-piccole, ha una buccia cerosa e ruvida al tatto, di un caratteristico colore rosso accesso. La polpa racchiusa al suo interno è di colore bianco, molto succosa.

Che gusto ha la mela annurca?

Le mele appartenenti a questa varietà hanno un gusto che vira verso il dolce-acidulo e leggermente aspro e si prestano bene sia per la preparazione di ricette dolci che per insalate e primi piatti. Le annurche sono peraltro delle mele molto profumate e sarà un piacere portarle in tavola per uno spuntino sano o per concludere il pasto in bellezza.

In che periodo si raccolgono le mele annurche?

La annurca viene raccolta quando è ancora acerba, proprio all’inizio dell’autunno, viene fatta maturare al sole mediante un rigoroso procedimento di “arrossamento”. Il frutto è disponibile sul mercato dalla fine di dicembre fino all’estate.

Proprietà e calorie

mela annurca
Fonte: Foto di Mircea Ploscar da Pixabay

Come molti altri tipi di frutta, anche le mele annurche contengono un elevato quantitativo di polifenoli. Questa varietà è inoltre molto ricca di acqua, fibre e vitamine (specialmente le vitamine A, B, C, B1, B2, PP e C). Anche la quantità di minerali è notevole. Queste mele contengono infatti discrete quantità di potassio, calcio, magnesio, ferro, manganese e fosforo.

Si tratta di un frutto particolarmente povero di grassi e di proteine. La quantità di zuccheri è di circa il 10%.

Sebbene la annurca faccia parte delle varietà di mele più dolci, essa contiene peraltro solamente 40 calorie per 100 grammi, rivelandosi quindi una perfetta alleata per chi segue una dieta dimagrante. È il frutto ideale per una colazione sana o uno spuntino leggero.

Mela annurca: un’infinità di benefici

Tra i fattori che rendono la mela annurca così famosa, vi sono proprio i tanti effetti benefici che il frutto può regalare alla nostra salute. La ricca presenza di polifenoli, oltre che di tutte le altre sostanze nutritive che la contraddistinguono, rende questo frutto un valido alleato per la salute.

Se assunta nell’ambito di una dieta bilanciata, una mela annurca al giorno potrebbe davvero togliere il medico di torno. Diamo quindi un’occhiata ai tanti benefici offerti da questo dono della natura.

Che benefici ha la mela annurca?

  1. Favorisce e migliora la salute cardiovascolare
  2. Combatte l’invecchiamento cellulare grazie alla ricca presenza di sostanze antiossidanti
  3. Migliora la salute dei reni, stimolando la diuresi e aiutando a combattere i dolorosi calcoli renali
  4. Aiuta a combattere la stitichezza: per beneficiare di tale effetto, bisognerà assumerla dopo averla cotta
  5. Protegge la mucosa orale e migliora lo smalto dei denti, grazie alla presenza di acido ossalico
  6. Migliora la salute dei capelli, aiutando a fronteggiare condizioni come l’alopecia androgenetica, il diradamento dei capelli e la calvizie.

Un’arma contro il colesterolo alto

Tra gli effetti benefici della mela annurca degni di nota rientra la capacità di questo frutto di combattere il colesterolo. Una ricerca condotta dai membri dell’Università Federico II di Napoli ha infatti dimostrato che questi frutti aiutano a ridurre il colesterolo “cattivo” (o LDL) del 28% e ad aumentare quello “buono” (HDL) del 60%.

Per ottenere simili benefici è importante mangiare anche a buccia della mela, ricca di sostanze nutritive e benefiche molto importanti per il nostro organismo.

Fra tutte, spiccano senz’altro le procianidine, delle molecole appartenenti alla classe dei flavonoidi e presenti in molti tipi di frutta e verdura. Tali molecole risultano però presenti in quantità quattro volte maggiore nelle mele annurche rispetto che nelle altre varietà di mela.

Quante mele annurche si possono mangiare al giorno?

E veniamo a una domanda che potrebbe sorgere spontanea, e cioè: quante mele varietà annurca mangiare al giorno? Considerando che non esistono particolari controindicazioni all’assunzione di questo frutto, è possibile mangiare anche 2 mele al giorno, comprensive di buccia.

Sia adulti che bambini potrebbero beneficiare enormemente da questo semplice gesto.

Usi e ricette

Fonte: Foto di Uwe Conrad da Pixabay 

Abbiamo detto che questo tipo di frutto può essere impiegato sia per la preparazione di ricette dolci e salate. In generale, potresti usare le varietà annurche in tutte le ricette che comprendono l’utilizzo delle mele.

Naturalmente potrai gustare questo frutto anche al naturale, dopo una bella pulita sotto l’acqua corrente. Per quanto riguarda gli usi in cucina, questa mela sarà l’ideale per preparare delle confetture, per la preparazione di frullati, centrifughe e altri spuntini sani e leggeri.

Di seguito ti proponiamo tre diverse ricette con le mele annurche. Prova quella che più ti incuriosisce.

Strudel di mele annurche

Quando parliamo di mele, una delle ricette che ci vengono immediatamente in mente è quella dello strudel. Con il suo profumo di mela e cannella e con quel particolare gusto di pinoli, questo dolce conquista il palato di grandi e bambini in tutto il mondo.

Bene, perché non provare a prepararlo con le mele annurche allora? Vediamo quali sono gli ingredienti necessari e come procedere.

Ingredienti

  • Un rotolo di pasta sfoglia (di forma rettangolare)
  • Mele: 500 grammi
  • Zucchero di canna: 60 grammi
  • Pangrattato: 80 grammi
  • Uvetta: 70 grammi
  • Pinoli: 40 grammi
  • Cannella in polvere e zucchero a velo q.b.

Procedimento

Mela annurca
Fonte: Foto di putiru1 da Pixabay

Sbuccia le mele e tagliale a pezzetti, quindi cospargile con della scorza di limone grattugiata e una spolverata di cannella. Aggiungi l’uvetta precedentemente bagnata nel rum, i pinoli e lo zucchero. Mescola per bene gli ingredienti e mettili da parte.

Siamo quasi pronti per farcire la pasta sfoglia. Stendila, spennellala con del burro fuso e aggiungi il pangrattato; al centro versa l’impasto a base di mele, richiudi in modo da formare un rotolo e spennellalo con del burro fuso.

Inforna a 200 gradi per circa 40 minuti, realizzando dei piccoli tagli sulla pasta sfoglia in modo da far uscire il vapore. A fine cottura, lascia raffreddare per una quindicina di minuti, e quando sarà tiepido, spolvera una piccola quantità di zucchero a velo sullo strudel.

Risotto con mela annurca

E passiamo a una ricetta salata, gustosa e amica della salute. Questa volta prepareremo un profumato risotto alle mele annurche. Vediamo quali sono le indicazioni per questa ricetta.

Ingredienti

  • Una cipolla
  • Burro q.b.
  • Vino bianco q.b.
  • 2 mele annurche
  • Riso 350 grammi
  • Provolone per mantecare.

Procedimento

Prepariamo innanzitutto un soffritto unendo cipolla e burro, da sfumare con un po’ di vino. Quindi, unisci le mele precedentemente tagliate a cubetti. Nel frattempo, prepara un brodo con acqua e buccia di mela annurca.

Quando il brodo sarà giunto a bollore, spegni il fuoco e lascia da parte.

Il soffritto dovrebbe essere pronto, per cui potrai aggiungere il riso, da far tostare leggermente. Dopo una manciata di minuti, prosegui con la cottura aggiungendo il brodo di bucce di mele. Dovrà essere mantecato con qualche pezzetto di provolone e una noce di burro.

Insalata di mele

Terminiamo il nostro viaggio nel mondo delle mele annurche con un piatto leggero e salutare. Forse ti sorprenderà saperlo, ma le mele annurche al naturale, con la buccia, possono diventare l’ingrediente ideale per un’insalata sfiziosa e diversa dal solito.

Ti basterà unire noci, valeriana, finocchi e, a piacere, feta a cubetti. Ah, e non dimenticare le mele. Aggiungine qualche fettina alla tua insalata, e condisci il tutto con una spolverata leggera di sale e dell’aceto balsamico.

Seguici anche sui canali social