Mangiare sano: il 67% degli italiani lo preferiscono al cibo gourmet

Mangiare sano: il 67% degli italiani lo preferiscono al cibo gourmet

Italiani molto attenti al mangiare sano, con due terzi di loro più orientati verso cibi salutari che verso piatti gourmet.

Mangiare sano è la scelta migliore per il 67% degli italiani. Battuto nettamente il cibo gourmet, indicando in sostanza una netta vittoria del cibo che fa bene rispetto alle ricercate ricette degli chef. Queste le conclusioni ottenute da una ricerca del Censis, in occasione del format Fiera Milano Media “Intelligenza Alimentare”, presentata durante la fiera internazionale del cibo “Tuttofood“.

Nella ricerca Censis si analizza il rapporto tra cibo, tecnologia e scienza così come visto dagli italiani. Sommando le risposte di chi giudica “molto” e “abbastanza” importanti per l’acquisto di generi alimentari criteri quali provenienza, informazioni sugli ingredienti e più in generale tutte quelle indicazioni che aiutano a comprendere la “storia” del prodotto, il risultato è una percentuale del 94,4%.

Grande valore viene attribuito dagli italiani a etichettatura e tracciabilità, considerati due strumenti per distinguere i cibi più salutari da quelli che lo sono meno. Secondo il 77,3% degli intervistati scienza e nuove tecnologie sono strumenti utili per individuare gli alimenti alleati della salute, mentre il 71,4% degli italiani chiede ai media più attenzione al mangiare sano quando si parla di alimentazione sui vari giornali, radio, tv e sulle testate Web: più alta la percentuale tra gli anziani (76,8%), ma comunque oltre il 60% anche tra i “millennial” (63,5%).

Gli italiani chiedono inoltre ai media che sappiano essere una guida verso cibi salutari e in grado di migliorare il benessere fisico nel tempo. Chiesta anche un’azione di contrasto ai vari falsi miti e “fake news“, in quanto per il 61,9% degli intervistati sono ancora troppe le notizie errate o incomplete relative all’alimentazione.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista a Lisa Casali