Greenstyle Alimentazione Alimenti Lievito nutrizionale o alimentare: proprietà e a cosa serve

Lievito nutrizionale o alimentare: proprietà e a cosa serve

È fonte di proteine, vanta proprietà antivirali e antibatteriche, aiuta a prendersi cura di pelle, unghie e capelli. Si presta anche a vari usi in cucina.

Lievito nutrizionale o alimentare: proprietà e a cosa serve

Fonte immagine: Shutterstock

Il lievito alimentare è noto sin da tempi antichissimi dato il suo ricco profilo alimentare, ma negli ultimi tempi ha trovato nuovo vigore per la dieta umana. Noto anche come lievito nutrizionale, si caratterizza per il suo grande apporto di proteine, vitamine, antiossidanti e sali minerali.

Il nome però non deve confondere, poiché questo lievito non viene impiegato per la panificazione o per la preparazione di prodotti da forno, ma direttamente consumato. A cosa serve il lievito nutrizionale? E quali sono proprietà e benefici che lo caratterizzano?

Cos’è il lievito nutrizionale

Il Saccharomyces cerevisiae, conosciuto anche come lievito nutrizionale, è un organismo unicellulare osmofilo appartenente ai funghi. Viene impiegato nell’alimentazione umana sin da tempi antichissimi, sia consumato direttamente che per la preparazione di birra e altri derivati.

È l’organismo più noto per la comune fermentazione. Un lievito disattivato venduto sotto forma di scaglie gialle, granuli o polvere. Vanta grande popolarità tra vegani e vegetariani in quanto può essere usato come ingrediente in diverse pietanze. In particolare, ricordando il suo sapore quello del formaggio, viene impiegato per insaporire le ricette.

Il lievito alimentare si ricava dal lievito di birra: tramite l’immersione in una soluzione di glucosio, il composto perde la sua capacità di fermentazione. Di conseguenza, non può essere impiegato a scopi di panificazione, bensì per il consumo come integratore alimentare o ingrediente sostitutivo nelle pietanze.

Lievito nutrizionale o alimentare proprietà e a cosa serve
Fonte: Pixabay

Valori nutrizionali del lievito alimentare

Dal sapore intenso, il lievito nutrizionale è forse il primo scoperto e consumato dall’uomo. Oggi, oltre che per le proprietà nutritive, è scelto anche come sostituto di altri ingredienti di derivazione animale, ad esempio all’interno della dieta veganaCosa c’è nel lievito alimentare?

Le proprietà di questo alimento sono molto interessanti per l’alimentazione umana, poiché ingrediente completo ed equilibrato dal punto di vista dei nutrienti apportati.

Per 2-3 cucchiai di prodotto, quindi tra i 40 e i 50 grammi di peso, si contano 60-70 calorie, di cui 9 grammi di proteine, 5 di carboidrati e grassi del tutto trascurabili.

Decisamente abbondante è l’apporto di micronutrienti e sali minerali: abbandona di vitamine del gruppo B, infatti, ma anche di selenio, potassio, acido glutammico, acido folico, aminoacidi essenziali e fibre. Questo profilo nutrizionale ne esplica anche gli effetti sull’organismo.

Lievito nutrizionale, proprietà e benefici

Così come già accennato, il lievito nutrizionale è un microrganismo unicellulare che si nutre principalmente di zuccheri e produce vitamine e amminoacidi, per questo motivo è considerato a tutti gli effetti un superfood in quanto può garantire ottimi benefici all’organismo.

Oltre ad essere ricco di nutrienti, in quanto contiene fino a 16 aminoacidi, tra cui tutti quelli essenziali e proteine, vanta anche proprietà antivirali e antibatteriche, aiuta a prendersi cura di pelle, unghie e capelli e aiuta a mantenere una corretta funzione cerebrale.

Fonte di vitamine del gruppo B

Le vitamine del gruppo B, ad esempio, supportano numerosi processi cellulari, anche contrastando i danni dell’invecchiamento e dei radicali liberi, oltre a garantire il buon funzionamento di organi e muscoli.

Alcune varianti del lievito vengono addizionate di vitamina B12, qualora il ritrovato venisse impiegato in diete che ne fossero carenti. La vitamina B12 è un nutriente essenziale del quale bisognerebbe soddisfare il fabbisogno soprattutto se si segue una dieta vegana.

Ricco di fibre

L’elevato contenuto di fibre permette di aiutare le normali funzioni dell’apparato digerente, in particolare a livello dell’intestino: può contribuire a regolarne il transito, contrastando sia stipsi che diarrea. Può inoltre essere sfruttato come integratore nei casi di malassorbimento, dopo aver vagliato il parere del medico.

Lievito alimentare
Fonte: Hjochen via Shutterstock

Salute di pelle, unghie e capelli

La grande quantità apportata di glutatione e selenometionina, esplicano gli effetti del lievito nutrizionale su pelle, unghie e capelli: il ritrovato, infatti, può rendere la chioma più resistente e ridurre gli effetti del tempo, con un’azione rinforzante.

Questa peculiarità si manifesta soprattutto a livello cellulare, con il contrasto dell’azione dei radicali liberi, i primi responsabili dei problemi legati all’invecchiamento.

Supporta il sistema immunitario

I betaglucani del lievito, invece, possono risultare d’aiuto nel rafforzamento del sistema immunitario. Studi effettuati in merito condotti sugli animali hanno provato che possono contribuire a salvaguardare l’organismo da possibili infezioni grazie ai benefici antibatterici e antimicotici che apportano.

L’acido glutammico stimola invece il buon funzionamento dei processi cellulari. Mangiare cibi ricchi di antiossidanti così come è anche il lievito alimentare, può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche.

Riduce il colesterolo

Il beta glucano, la fibra contenuta nel lievito alimentare, può aiutare a ridurre il colesterolo. Essendo inoltre un alimento a basso indice glicemico, aiuta a regolare la glicemia.

Migliora le prestazioni sportive

A confermarlo è uno studio del British Journal of Nutrition in base al quale si è scoperto che, fungendo da alimento energetico, il lievito nutrizionale aiuta a migliorare le prestazioni in ambito sportivo oltre ad aumentare gli effetti immunitari causati dall’esercizio e a migliorare il recupero fisico dopo l’esercizio.

Lievito nutrizionale o alimentare proprietà e a cosa serve
Fonte: Pxhere.com

Lievito nutrizionale, controindicazioni

Nonostante le sue ottime virtù, il lievito nutrizionale non è privo di controindicazioni. Queste riguardano sia eventuali effetti collaterali che interazioni con determinati farmaci. Essendo un’ottima fonte di fibre alimentari, si consiglia di introdurlo gradualmente nella propria dieta per evitare di incorrere in disturbi addominali.

Può inoltre scatenare emicrania e mal di testa in alcune persone in quanto può contenere tiramina. Questa è un’ammina che deriva dal processo di decarbossilazione della tirosina: nei soggetti sani può appunto causare cefalee e mal di testa.

Chi nutre una particolare sensibilità nei confronti dei prodotti a base di lievito non dovrebbe consumare quello alimentare: può peggiorare i sintomi delle malattie infiammatorie intestinali. Infine, il lievito alimentare può interferire con il buon funzionamento di alcuni farmaci.

La tiramina, in particolare, può interagire con gli inibitori delle monoaminossidasi ed alcuni narcotici che trattano il dolore intenso. Oltre che con i farmaci antifungini.

Come si usa il lievito alimentare

A cosa serve il lievito nutrizionale? Può essere sfruttato in cucina per numerosi utilizzi. Il primo e più comune lo vuole come sostituto vegetale del formaggio. A differenza del lievito di birra, non ha un sapore amaro. Chi lo ha assaggiato lo equipara ora a quello del formaggio, ora a quello delle noci o carne.

Molto dipende dal piatto nel quale è stato utilizzato. Immaginate quindi di poterlo adoperare proprio come il parmigiano.

Per ottenere un formaggio vegano in piena regola potete addizionarlo con anacardi crudi, aglio in polvere e un sale. Può servire ad insaporire zuppe, creme e insalate. Ed ancora risotti, contorni di verdure e perfino i popcorn. In definitiva, può essere usato come condimento per numerose pietanze.

Lievito nutrizionale, dove si compra

Dove si trova il lievito nutrizionale? Grazie anche alla sempre più crescente domanda, è oggi diffuso sia al supermercato che presso numerosi e-commerce online, Amazon su tutti. Inoltre, è facilmente reperibile nel corridoio della maggior parte dei negozi di alimenti naturali e biologici, reperibile in diversi formati.

Qual è il miglior lievito alimentare? Semplicemente quello caratterizzato dai migliori valori nutrizionali. Non fossilizzatevi sulle marche, bensì sulla lettura delle etichette riportate sulle confezioni. Sulle quali potete reperire la composizione del prodotto e trarne le vostre conclusioni.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Le proprietà della tisana alla malva e quando berla
Alimenti

La tisana alla malva è un rimedio naturale efficace come espettorante, sedativo della tosse, antinfiammatorio, digestivo e lassativo. Sono molte le proprietà di questa pianta officinale, di cui si usano soprattutto foglie e fiori. La ricetta per prepararla in casa è anche molto semplice e veloce ed è adatta quasi a tutti.