Le fusa del gatto fanno bene alla salute

Le fusa del gatto fanno bene alla salute

Le fusa del gatto fanno bene alla salute: è quanto dimostra una recente raccolta di ricerche scientifiche, dal cuore alle ossa passando per nervi e muscoli.

Non sarà il migliore amico dell’uomo come il cugino cane, ma il gatto è di certo il medico a quattro zampe più quotato per la salute umana. È quanto viene svelato da una recente infografica, un riassunto di tutte le ricerche effettuate sui felini negli ultimi decenni. E, con grande sorpresa, si scopre come le fusa siano di grandissimo beneficio alla salute.

>>Scopri tutto sulla ron-ron terapia

Ascoltare e coccolare un gatto intento a fare le fusa è certamente un’attività molto piacevole e rilassante, il tipico suono emesso ha un fascino davvero irresistibile. Ma quali sono gli effetti nel dettaglio dell’esposizione alle vibrazioni prodotte dal gatto? Con un’emissione a 20-140 HZ, frequenze già note per interagire positivamente con l’organismo umano, ecco come agiscono le vibrazioni per la salute.

  • Stress: l’esposizione alle fusa del gatto riduce lo stress. Il suono continuo e la vibrazione rilasserebbero i nervi, rilasciando la tensione accumulata nei muscoli;
  • Cuore: un follow up di 10 anni dell’Università del Minnesota ha svelato come i proprietari di gatti riducano del 40% il rischio di subire una patologia cardiaca grave. Le fusa avrebbero un potere calmante e regolarizzante del battito, infatti i mici vi ricorrono non solo quando felici, ma anche quando impauriti;
  • Ossa: le frequenze da 25 e 50 HZ, così come da 100 a 200 Hz, sono da tempo utilizzate in campo traumatologico per accelerare la saldatura delle ossa dopo fratture di varia intensità. Sono le stesse frequenze emesse dal gatto;
  • Pressione sanguigna: in uno studio chiamato Healing Power of Pets, il veterinario Marty Becker ha scoperto come le fusa del gatto riescano a mantenere la pressione sanguigna dell’uomo entro i valori normali di riferimento, aiutando così i soggetti ipertesi;
  • Ferite e infezioni: sembra che sottoporsi a frequenze da 25 a 150 Hz possa aiutare la pelle a rigenerarsi dopo una ferita, inoltre ridurrebbe le infezioni perché tali frequenze risulterebbero killer per alcuni tipi di batteri.

In definitiva, la presenza del gatto non è ovviamente sostitutiva dei consigli di un medico, ma può certamente aiutare le persone a raggiungere un miglior benessere sia fisico che psicologico. Sarà forse per queste doti di cura, allora, che i gatti sono una delle specie di punta per la pet-therapy?

Seguici anche sui canali social