I 5 serpenti più velenosi al mondo: classifica

I 5 serpenti più velenosi al mondo: classifica

Fonte immagine: Istock

Ci sono serpenti che con un morso potrebbero uccidere decine di uomini: ecco una lista dei più pericolosi e velenosi di questa categoria di rettili.

Spaventosi da morire e spesso letali: i serpenti sono un argomento estremamente interessante e da sempre oggetto di attento dibattito. Molti film ne hanno raccontato la storia, molti documentari ne hanno descritto le caratteristiche. Online il materiale di approfondimento è vastissimo ma oggi vogliamo occuparci della classifica dei 5 serpenti più pericolosi del mondo!

La classifica dei 5 serpenti più pericolosi al mondo

La classifica dei 10 serpenti più pericolosi al mondo
Fonte: Istock
  • Il serpente più velenoso al mondo è il taipan occidentale, un morso con il suo veleno può uccidere fino a 100 uomini e 250.000 topi! Fortunatamente non è aggressivo anche se non per questo fa meno paura. Vive nelle foreste tropicali umide o asciutte e nelle savane. Il pericolo portato dal taipan litoraneo fu portato a consapevolezza dell’opinione pubblica australiana nel 1950, quando il giovane erpetologo Kevin Budden fu fatalmente morso nel tentativo di estrarre il primo campione disponibile di veleno per la ricerca di un antidoto.
  • Il Serpente bruno orientale vive in Australia, basta una goccia per non lasciare scampo all’uomo. Purtroppo, il suo habitat preferito comprende anche i maggiori centri abitati dell’Australia. Il Serpente bruno, può essere aggressivo in certe circostanze ed è noto per la capacità di rincorrere i suoi aggressori mordendoli più volte. I cuccioli non sono meno pericolosi degli adulti.
  • Il mamba nero salito agli onori della ribalta grazie al regista Quentin Tarantino, è un animale che si adatta facilmente, infatti è capace di vivere in ambienti vari e diversi. Il veleno del mamba nero è formato principalmente da neurotossine e ha un LD50 di 0,25 mg/kg. Un morso solitamente ne inietta 100 mg. Il veleno di questo serpente è così letale perché contiene neurotossine e cardiotossine, inoltre è meno viscoso rispetto al veleno degli altri serpenti e questo ne velocizza l’immissione nel sistema circolatorio.
  • Il cobra reale è il serpente velenoso più lungo del mondo. Dotato di un veleno tanto potente da uccidere un elefante indiano adulto con un solo morso. La durata massima di vita è di 20 anni e il suo habitat è quello presente all’interno delle foreste tropicali e dei mangroveti. L’animale è abile a nuotare e proprio in prossimità dei corsi d’acqua e delle zone umide si possono ammirare gli esemplari più belli.
  • Il Bungaro fasciato si trova soprattutto in Indonesia e in alcune zone del sud est asiatico. Il veleno è una neurotossina, 16 volte più potente di quello di un Cobra. Induce rapidamente paralisi muscolare impedendo alle terminazioni nervose di rilasciare correttamente la sostanza chimica che invia il messaggio al successivo nervo. Questa situazione è seguita da una massiccia sovraeccitazione (crampi, tremori, spasmi).  Divenne famoso durante la guerra del Vietnam dove venne chiamato “two-step snake” (serpente dei due passi), per indicare che dopo un suo morso lascia pochissimo tempo al malcapitato prima che questi muoia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Salva il piccolo cigno e lo riporta dalla sua famiglia!