Greenstyle Ambiente Cambiamenti Climatici Greta Thunberg: da OnePlanetSummit solo chiacchiere inutili

Greta Thunberg: da OnePlanetSummit solo chiacchiere inutili

Greta Thunberg: da OnePlanetSummit solo chiacchiere inutili

Fonte immagine: Manuel Lopez / Wikimedia

Poco lusinghiero il commento di Greta Thunberg ai lavori del One Planet Summit di lunedì. La giovane attivista svedese ha sintetizzato gli interventi di rappresentanti e capi di governo mondiali con una serie di “bla, bla, bla”. Chiacchiere inutili secondo l’ideatrice dei Fridays For Future, che in un post Facebook ha definito “falliti” tutti gli obiettivi di Aichi per la protezione delle specie selvatiche.

Al One Planet Summit di Parigi hanno partecipato in videoconferenza anche Giuseppe Conte, il Segretario Generale dell’ONU Antonio Guterres, la presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen e la Cancelliera tedesca Angela Merkel.

Malgrado ciò l’attesa svolta nella diplomazia internazionale a favore della biodiversità non sarebbe avvenuta secondo quanto pubblicato da Greta su FB:

Ogni giorno loro hanno la possibilità di agire. Ma scelgono di non farlo. Invece loro firmano quale altro “ambizioso” obiettivo a lungo termine mentre approvano politiche vincolanti, rimanendo bloccati in attività distruttive come sempre come ad esempio la nuova Politica Agricola Comune.
Certo il cambiamento non si verifica in una notte e certo abbiamo bisogno di “bla bla bla” per muoverci. La domanda è: di quanti decenni di bla bla bla abbiamo davvero bisogno? Perché ce ne sono stati già diversi finora…
Ci sono indubbiamente molte grandi persone che lavorano e premono ovunque per il cambiamento nei livelli governativi, ma la scienza attualmente disponibile mostra chiaramente che l’azione necessaria non è possibile con gli odierni sistemi. Abbiamo bisogno di un nuovo modo di pensare.
Non mi dà alcun piacere o gioia continuare a evidenziare questo, ma così è e ora possiamo svolgere tanti incontri e conferenza quanto vogliamo – a meno che iniziamo a trattare ciò come l’emergenza esistenziale che è, nessuna azione realmente sufficiente sarà possibile. Non possiamo risolvere una crisi senza trattarla come una crisi.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare