Greenstyle Ambiente Inquinamento Earth Day, Greta Thunberg al Congresso USA contro le fossili

Earth Day, Greta Thunberg al Congresso USA contro le fossili

Earth Day, Greta Thunberg al Congresso USA contro le fossili

In occasione dell’odierno Earth Day, la Giornata della Terra per la protezione dell’ambiente, Greta Thunberg sarà protagonista di un appuntamento davvero importante. La giovane attivista svedese è infatti stata invitata dal Congresso degli Stati Uniti, per parlare di un tema centrale per la lotta ai cambiamenti climatici: le fonti fossili.

La diciottenne svedese, volto dei FridaysForFuture, parteciperà all’evento in modalità virtuale, date le limitazioni agli spostamenti dovute alla pandemia da coronavirus. Nello stesso giorno, il Presidente Joe Biden terrà una conferenza virtuale con i principali leader mondiali proprio per discutere delle problematiche del clima.

Earth Day, Greta Thunberg contro le fonti fossili

Il panel a cui Greta Thunberg parteciperà è stato organizzato dall’House Oversight Committee. Intitolata “Il ruolo dei sussidi ai combustibili fossili nel prevenire azioni contro la crisi climatica”, la conferenza vedrà la partecipazione di diversi ricercatori internazionali, esperti sia di fonti fossili che di energie rinnovati. L’obiettivo è cercare di comprendere quale sia il peso delle politiche a favore dei carburanti inquinanti nel limitare la nascita di un circolo virtuoso per le energie verdi.

Una presa di consapevolezza da non sottovalutare, quella rappresentata da questo panel, considerando come gli Stati Uniti siano ancora un Paese fortemente dipendente dalle fonti fossili. Al momento, gli States sono il principale produttore e consumatore di petrolio e gas naturale nel mondo e, nonostante l’emergenza climatica, la precedente amministrazione Trump ha assegnato all’industria del petrolio tra i 10.4 e i 15.2 miliardi in sussidi.

La presidenza Biden ha di recente annunciato un importante piano per la transizione verde a stelle e strisce, con investimenti nei prossimi anni pari a 2 trilioni di dollari destinati alle fonti rinnovabili, all’aggiornamento della rete elettrica e all’implementazione di un capillare network di colonnine. Ma è probabile che per Greta non sia abbastanza: di recente, la giovane attivista ha infatti apprezzato i nuovi sforzi statunitensi, giudicandoli però non sufficienti per contenere i cambiamenti climatici.

Fonte: Oversight House Committee

Seguici anche sui canali social