Greenstyle Ambiente Pianeta Terra Giornata mondiale della neve: cosa sapere

Giornata mondiale della neve: cosa sapere

La Giornata mondiale della neve è un evento annuale che celebra la bellezza e l'importanza della neve e che si pone come obiettivo quello di fare avvicinare la gente ai manti innevati. Voluta dalla Federazione Internazionale dello sci, prevede una serie di eventi organizzati in diversi Paesi del mondo. Ecco come celebrare alla grande il World Snow Day, che ricorre ogni anno la terza domenica di gennaio.

Giornata mondiale della neve: cosa sapere

Fonte immagine: Pexels

Oggi, 15 gennaio 2023, ricorre la Giornata Mondiale della neve, un evento annuale che celebra la bellezza e la magia della neve. In molte parti del mondo, la neve è considerata una benedizione in quanto rappresenta la prosperità e l’abbondanza per molte comunità che dipendono dall’agricoltura e dalla pastorizia.

Ma è anche un’attrazione turistica fondamentale per molte località montane e invernali. Bene, ma qual è l’origine del World Snow Day? E come si festeggia in concreto la Giornata Mondiale della neve 2023? Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Giornata mondiale della neve: cosa sapere
Fonte: Pexels

Giornata mondiale neve, che cos’è

La Giornata mondiale della neve è stata istituita dalla Federazione internazionale dello sci (FIS). Si celebra ogni anno la terza domenica di gennaio. Il suo scopo è innanzitutto quello di promuovere la partecipazione dei bambini agli sport che si effettuano comunemente sulla neve, come lo sci e lo snowboard.

Ma è anche un modo per spronare i Paesi di tutto il mondo a valorizzare le loro regioni innevate per ospitare sport ed attività invernali in modo da invogliare più persone a “vivere la neve”.

Può anche essere vissuta come un’occasione per riflettere sull’importanza dei manti innevati per l’ecosistema e per molte comunità locali. Ad esempio, rappresenta un importante serbatoio d’acqua per molte regioni montuose, allo stesso tempo una fonte di ricchezza per le comunità che dipendono dalla pesca e dall’agricoltura.

Infine, fa parte integrante dell’habitat per molti animali selvatici, come i cervi e i camosci. Ma non dimentichiamo come il World Snow Day resti pur sempre una ricorrenza per divertirsi, per riunirsi con amici e parenti e per ammirare la bellezza del mondo invernale. Tra una sciata ed una battaglia a palle di neve.

Giornata mondiale della neve, origine

È stata istituita nel 2012, quando la Federazione Internazionale dello Sci ha deciso di patrocinare la giornata dedicata alla neve, in un periodo di settimana bianca classico. La Federazione Internazionale di Sci e Snowboard è l’organo di governo internazionale dello sci e dello snowboard, fondata nel 1924 durante i primi Giochi Olimpici di Chamonix, in Francia.

L’input all’istituzione della giornata è venuto dai dati non esattamente confortanti circa la riduzione del numero di persone che partecipavano ad attività legate alla neve, diminuito nel corso degli anni. Per invertire questo declino, la FIS ha deciso di istituire una giornata chiave con l’intento, allo stesso tempo, di promuovere lo sviluppo globale dello sci e dello snowboard ricreativo.

Altre motivazioni che hanno spinto la FIS all’istituzione di una simile ricorrenza sono state la volontà di promuovere il rispetto per l’ambiente da parte dei più giovani, col fine di preservare la neve e gli ecosistemi ad essa annessi, ma anche la salute.

Gli sport in generale, quelli sulla neve in particolare, offrono infatti una serie di benefici per il nostro benessere psicofisico, con il valore aggiunto di una location suggestiva.

Giornata mondiale della neve
Fonte: Pexels

Giornata mondiale della neve 2023

Gli eventi in programma in occasione della Giornata della neve 2023 sono parecchi: tra i più importanti, anche quest’anno torneranno i World Snow Day Awards. Una competizione per portare i bambini sulla neve che prevede prestigio e premi in denaro.

Se vi trovate in zona, potreste fare un salto sulle piste più belle d’Italia, come ad esempio quelle del comprensorio di Bormio, nel Parco Nazionale dello Stelvio; l’Alpe di Siusi, in Alto Adige; o ancora il comprensorio Arabba-Marmolada, sulle Dolomiti Bellunesi. Qui in programma c’è la creazione di un grande pupazzo di neve da fare decorare poi ai bambini.

A Folgaria, invece, vi attendono gare di slalom per bambini e adulti, animazione sulla neve, calcio sulla neve su speciali campi da calcio gonfiabili. Con piccoli gadget per i partecipanti ed un bicchiere di tè caldo. Molte altre sono le iniziative italiane in vista della Giornata Mondiale della neve da non perdere.

Come celebrare la giornata mondiale della neve

La Giornata della neve viene celebrata in modo diverso nelle diverse parti del mondo. Sul sito ufficiale sono elencati 140 eventi organizzati in circa 50 Paesi del mondo. Questi comprendono il Canada, il Giappone, l’Islanda, la Grecia, m anche l’Arabia Saudita.

Inutile dire come un ottimo modo per onorare la neve sia quello di cimentarsi negli classici sport invernali o con lo slittino. Manifestazioni che possono rientrare nei festeggiamenti sono attività all’aperto come slitte, pattinaggio sul ghiaccio, escursioni con le ciaspole, e giochi innevati per adulti e bambini.

In alcune località turistiche vengono organizzati eventi speciali come gare di sci, esibizioni di snowboard e concerti all’aperto. In altre ancora, la neve fresca viene usata per creare sculture e opere d’arte, con annessi concorsi per premiare le migliori creazioni.

Come si forma la neve

Quand’è che si forma la neve? Anche se non si è necessariamente fans dell’inverno, vedere cadere i primi fiocchi della stagione è sempre un momento magico, entusiasmante. Ma vi siete mai chiesti come si forma? La neve è composta da cristalli che si attaccano tra loro grazie alla collisione di microscopiche goccioline d’acqua mentre cadono nel vuoto.

Succede che l’acqua inizia a cadere dalle nuvole in forma liquida, ma quando le temperature sono inferiori allo 0°C, le goccioline si cristallizzano, scontrandosi tra di loro e unendosi fino a creare i tanto affascinanti fiocchi che ammiriamo scendere dal cielo.

Giornata mondiale della neve: cosa sapere
Fonte: Pexels

Frasi sulla neve

Come si può definire la neve? Per farlo ci affidiamo alle frasi pronunciate da grandi personaggi dei nostri tempi e non.

  • La meraviglia della parola neve è che in nessun’altra parola la lettera “v” suona in modo così leggero e velato. (Fabrizio Caramagna)
  • La neve possiede questo segreto di ridare al cuore un alito di gioia infantile che gli anni gli hanno impietosamente strappato. (Antonine Maillet)
  • Nient’altro che del bianco a cui badare. (Arthur Rimbaud)
  • La neve pose una tovaglia silenziosa su tutto. Non si sente se non ciò che accade dentro casa. Mi avvolgo in una coperta e non penso neppure a pensare. Sento un piacere d’animale e vagamente penso, e m’addormento senza minor utilità di tutte le azioni del mondo. (Fernando Pessoa)
  • Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio: d’ogni cosa mi piace che maturi quand’è la sua stagione. (William Shakespeare)Diceva un foglio bianco come la neve: Sono stato creato puro, e voglio rimanere così per sempre. Preferirei essere bruciato e finire in cenere che essere preda delle tenebre e venir toccato da ciò che è impuro”. (Khalil Gibran)
  • Il cielo è basso, le nuvole a mezz’aria, un fiocco di neve vagabondo fra scavalcare una tettoia o una viottola non sa decidersi. (Emily Dickinson)
  • La neve spinge il tuo bambino interiore a sognare e giocare ancora una volta. (Angie Weiland-Crosby)
  • La neve scintilla come un milione di piccoli soli. (Lama Willa Miller)
  • Quando cade la neve, la natura ascolta. (Antonietta Van Kleef)
  • Sii come la neve: fredda ma bella. (Lana Del Rey)

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Giornata mondiale degli abbracci: perché cade il 21 gennaio e 3 benefici del gesto
Benessere

La Giornata mondiale degli abbracci, che si celebra il 21 gennaio, festeggia una delle manifestazioni di affetto più potenti e ricche di effetti positivi per il nostro benessere e la nostra salute psico-fisica. L’abbraccio ci fa sentire accolti, sostenuti e coccolati, stimola il rilascio di ossitocina, il cosiddetto “ormone dell’amore”, ci protegge da stress e malattie. Vediamo perché abbracciarsi è tanto benefico e come celebrare questo gesto insieme alle persone a cui vogliamo bene.