Greenstyle Ambiente Animali Oggi è la Giornata Internazionale del giaguaro

Oggi è la Giornata Internazionale del giaguaro

Quando e dove nasce la Giornata Internazionale del giaguaro del 29 novembre? Qual è il suo scopo? E come celebrarla?

Oggi è la Giornata Internazionale del giaguaro

Forse non tutti sanno che, ogni 29 novembre, si celebra la Giornata Internazionale del giaguaro. La potete trovare indicata anche come Giornata Mondiale del giaguaro, ma è sempre la stessa ricorrenza. Ma quando è nata questa giornata? Chi l’ha inventata? E qual è il suo scopo? Andiamo a vederlo insieme.

Ricordandovi che non è certo l’unica giornata dedicata ai grandi felini: il 23 ottobre si celebra la Giornata Internazionale del leopardo delle nevi, mentre il 10 agosto è la Giornata Mondiale del leone e il 29 luglio è la Giornata Mondiale della tigre.

Quando è nata la Giornata Internazionale del giaguaro?

La Giornata Internazionale del giaguaro è nata nel marzo 2018. All’epoca i rappresentanti di 14 paesi si erano riuniti a New York, incontrandosi nella sede delle Nazioni Unite in quanto ricorreva il Forum Jaguar 2030. Da questo forum nacque sia la Dichiarazione Jaguar 2030, con tutte le proposte e le iniziative per proteggere questa specie che la proposta di creare una vera e propria Giornata Internazionale del giaguaro.

Anche il dr. Alan Rabinowitz, fondatore ed ex CEO e Chief Scientist di Panthera, si unì alla richiesta di creare questa giornata. Rabinowitz, infatti, era noto anche con i soprannomi di Jaguar Man e Indiana Jones of Wildlife Protection, avendo dedicato tutta la sua vita allo studio e alla protezione dei giaguari e degli altri grandi felini.

Perché è nata la Giornata Internazionale del giaguaro?

Il giaguaro o Panthera onca è il felino più grande dell’America Latina, nonché il carnivoro di dimensioni maggiori di questa zona. Purtroppo nel corso degli anni il numero degli esemplari liberi in natura è drasticamente diminuito, tanto da farlo entrare nella Lista rossa delle specie minacciate dell’IUCN, come animale “quasi estinto”. Anzi, a dire il vero in Uruguay e El Salvador si è già estinto.

Da qui nasce la necessità di avere una Giornata Internazionale del giaguaro per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza di questa specie e alla generale protezione delle diverse specie animali, degli habitat e dell’ambiente.

I giaguari sono diminuiti del 50% nel loro habitat naturale. I motivi sono diversi:

  • cambiamenti climatici
  • perdita dell’habitat a causa della deforestazione e dell’urbanizzazione dei territori
  • diminuzione delle prede, cacciate dagli umani
  • bracconaggio

La salvaguardia dei giaguari ha, in realtà, uno scopo più ampio: si configura all’interno di un più vasto sforzo volto a proteggere le foreste, fonte di biodiversità, acqua e ossigeno. La Giornata Internazionale del giaguaro chiede ai governi, alle ONG e alle comunità di lavorare tutti insieme per proteggere questi animali e il loro habitat, gestire al meglio le aree protette e dedicare fondi per tutelarli da tutte le possibili minacce.

Attualmente il giaguaro è presente in 18 Paesi dell’America centrale e meridionale. Negli anni Sessanta e Settanta è stata fatta una vera e propria strage di questa specie: migliaia di animali venivano uccisi per commerciare parti del loro corpo da usare nella medicina internazionale.

Per cercare di proteggere questa specie, anche il WWF ha messo in atto diversi interventi per aiutare i giaguari, ma i 160mila individui ancora rimasti in natura sono troppo pochi. Per questo il WWF ha ideato un network per coordinare le varie aree protette, fra cui la Guiana del Sud, il Pantanal, la Foresta Maya, l’Orinoco e la Foresta Amazzonica. È importante raggiungere i previsti obiettivi entro il 2030:

  • aumentare il numero di giaguari nelle aree protette
  • aumentare il numero delle aree protette
  • ridurre i conflitti con l’uomo per una convivenza migliore

Come si festeggia la Giornata Internazionale del giaguaro?

Ma come celebrare la Giornata Internazionale del giaguaro? In diversi modi. Prima di tutto potete controllare se vicino a voi vengono organizzati seminari o eventi a tema per conoscere meglio questa specie. In alternativa è possibile visionare documentari a tema, ne trovate sia in televisione che in streaming o su YouTube.

Per chi fosse interessato, il WWF permette di fare adozioni simboliche a distanza: si tratta di donare soldi per aiutare i progetti di salvaguardia di questa specie.

Per i più piccini, è possibile scaricare disegni di giaguaro da colorare, per conoscere meglio questa specie divertendosi e giocando. Pur non essendoci film che parlano specificatamente del giaguaro, ci sono diverse pellicole in cui compaiono questi animali. Molti di essi sono adatti anche ai bambini:

  • Zootropolis
  • Jungle Cruise
  • La foresta di smeraldo
  • Jungle
  • El Abrazo de la Serpiente
  • Memento
  • The Green Inferno
  • Encanto
  • Koati
  • Mona Lisa

Un libro per ragazzi da far leggere è anche Il giaguaro di Roland Smith. Purtroppo i fan di Pokémon Go non potranno onorare questa giornata cercando di cattura il Pokémon giaguaro visto che, al momento, non esiste. Ma è pur sempre possibile provare a catturare quanti più Pokémon felini presenti, ce ne sono veramente tantissimi, da Mewoth a Purrloin, passando per Litten, Glameow e arrivando a Liepard.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Giornata mondiale degli abbracci: perché cade il 21 gennaio e 3 benefici del gesto
Benessere

La Giornata mondiale degli abbracci, che si celebra il 21 gennaio, festeggia una delle manifestazioni di affetto più potenti e ricche di effetti positivi per il nostro benessere e la nostra salute psico-fisica. L’abbraccio ci fa sentire accolti, sostenuti e coccolati, stimola il rilascio di ossitocina, il cosiddetto “ormone dell’amore”, ci protegge da stress e malattie. Vediamo perché abbracciarsi è tanto benefico e come celebrare questo gesto insieme alle persone a cui vogliamo bene.