Gatti: addio alla lettiera, arriva il WC

Gatti: addio alla lettiera, arriva il WC

Il gatto abbandona la lettiera e impara a fare i bisogni direttamente nel WC: è questa la rivoluzione di un accessorio che sta spopolando nel Regno Unito.

Pulire la lettiera è sicuramente uno dei compiti più noiosi, e anche nauseanti, che derivano dall’accudimento di un gatto. La sabbietta potrebbe risultare maleodorante, si ha a che fare con del materiale poco igienico e il pavimento dove il tutto è poggiato potrebbe ben presto diventare un campo di battaglia. E se il gatto imparasse a fare i suoi bisognini nel WC?

Sembra un’utopia, una di quelle rare storie di gatti particolarmente abili nell’espletare le loro funzioni fisiologiche apparse sui social network. E, invece, si tratta di un obiettivo alla portata di tutti. Nel Regno Unito sta riscuotendo un discreto successo un accessorio, il LitterKwitter, che pian piano insegna al micio a usare la tazza del bagno.

>>Scopri perché il gatto non usa la lettiera

Si tratta di una sorta di allenamento quotidiano, un sistema per modificare le abitudini comportamentali del gatto. L’oggetto ha la stessa forma della tavoletta del WC, con un centro composto da ovali di diversa forma. Si parte riempiendo il tutto di sabbietta e poggiando il dispositivo a terra, come se fosse una normale lettiera. Presa confidenza, si potrà adagiare il LitterKwitter sulla tazza e si modificheranno via via i contenitori centrali, affinché il gatto impari automaticamente a espletare i suoi bisogni direttamente nel WC.

>>Scopri le lettiere ecologiche

Inventato dall’australiano Jo Lapidge, il LitterKwitter nasce dallo studio profondo del comportamento felino. Il gatto è solito preferire la sabbietta non tanto per questioni di comfort, quanto per il desiderio atavico di sotterrare i suoi prodotti per non lasciare tracce odorose riconoscibili dai predatori. Il sistema quindi abitua progressivamente il gatto al WC, facendo capire all’animale come anche l’acqua contenuta nella tazza funga perfettamente per eliminare qualsiasi odore. È quindi in arrivo una rivoluzione del momento più intimo della vita di un gatto? Di seguito un video dimostrativo.

Seguici anche sui canali social