Greenstyle Sostenibilità Farina fossile: cosa sapere su questo insetticida naturale

Farina fossile: cosa sapere su questo insetticida naturale

La farina fossile è un rimedio naturale versatile, economico e utile sia in casa che in giardino. Questa polvere sottile può migliorare la salute delle piante, tenere alla larga i parassiti e rendere più rigoglioso il tuo orto senza dover utilizzare dannose sostanze chimiche.

Farina fossile: cosa sapere su questo insetticida naturale

Fonte immagine: iStock

Chi ama fare giardinaggio ma è spesso alle prese con cimici, afidi e parassiti, potrebbe trovare la sua più grande alleata nella farina fossile, un insetticida naturale in grado di proteggere il nostro orto e rendere rigoglioso il giardino senza danneggiare in alcun modo l’ambiente. Ma di cosa si tratta esattamente?

Con il termine “farina fossile” si intende la cosiddetta sabbia di diatomee o terra diatomacea, una polvere bianca molto fine che deriva da roccia silicea sedimentaria di origine biologica, e che viene impiegata anche nell’agricoltura biologica.

Scopriamo a cosa serve la polvere di diatomee e come usarla in giardino, in casa e in balcone.

Farina fossile: cos’è e dove si trova?

Come si evince dal nome, la farina fossile è una polvere molto simile alla comune farina. Per la precisione, si tratta di polvere di roccia sedimentaria che deriva dai resti di microalghe unicellulari che fanno parte della famiglia delle diatomee.

Chimicamente parlando, la sabbia di diatomee è composta perlopiù da carbonato di calcio e diossido di silicio, e contiene numerosi minerali che la rendono un ottimo additivo alimentare, una perfetta alleata contro i gonfiori addominali e, non ultimo, anche una validissima aiutante in giardino.

A cosa serve la farina di diatomee? Gli usi in giardino
piante in giardino
Fonte: iStock

Ma vediamo più nel dettaglio a cosa serve la terra diatomacea in giardino. Come anticipato, è possibile utilizzare questo rimedio come fertilizzante naturale per le piante, in quanto assicura una dose extra di minerali (soprattutto calcio e magnesio) utili per favorirne la crescita.

In poche parole, grazie alla farina fossile potrai nutrire le tue piante e fertilizzare il terreno senza aggredirlo con sostanze chimiche spesso dannose per l’ambiente.

In più, la sabbia di diatomee permette di correggere il pH del terreno, migliorandone la qualità in modo naturale. Infine, questa polvere è in grado di tenere alla larga gli insetti e i parassiti indesiderati. La farina fossile è infatti considerata un ottimo rimedio insetticida, efficace contro cimici, scarafaggi, pulci, pidocchi rossi, formiche e afidi che infestano le piante e i nostri animali domestici.

Ma vediamo ora come utilizzare questo straordinario rimedio di Madre Natura.

Come usare la terra diatomacea?

Il bello della farina fossile sta nell’estrema facilità di utilizzo. Ti basterà applicarne una piccola quantità direttamente sul terreno e intorno alle piante da trattare, per migliorarne la salute e rendere più rigoglioso il tuo orto o il giardino.

In alternativa, potresti mescolare la farina insieme agli altri fertilizzanti e concimi che utilizzi abitualmente, per intensificarne l’effetto.

Se intendi utilizzare la farina fossile contro le cimici o come insetticida anti-afidi, ti basterà distribuirne una spolverata sul pavimento; puoi utilizzarla sia in casa e in balcone. In alternativa, prova semplicemente a spargerla intorno alle piante che intendi proteggere.

Dove si trova la farina fossile?

Ma quanto costa la farina fossile, e dove si trova? Puoi acquistare la terra diatomacea nei negozi specializzati in prodotti per il giardinaggio oppure negli shop on line.

Il prezzo di questo prodotto è relativamente basso, circa 20 euro per una confezione da 2 kg. Per proteggere il giardino e sbarazzarti degli ospiti indesiderati ne basterà pochissima. Insomma, la farina fossile è un rimedio economico davvero molto efficace per la cura del tuo giardino e della tua casa.

Fonte

Seguici anche sui canali social