Escherichia Coli nel brie cremoso, i lotti ritirati

Escherichia Coli nel brie cremoso, i lotti ritirati

Fonte immagine: Pixabay

Allerta Escherichia Coli per alcuni lotti di brie cremoso a marchio Specialità Dal Casaro, distribuiti nei punti vendita Lidl Italia.

Il Ministero della Salute ha diffuso un’allerta Escherichia Coli VTEC per un lotto di brie cremoso a marchio Specialità Dal Casaro. Nel documento ministeriale le informazioni utili per distinguere i prodotti coinvolti e le indicazioni per la tutela della salute dei consumatori.

Il brie cremoso oggetto del richiamo è stato prodotto in Germania e importato in Italia da Lidl Italia s.r.l. a socio unico. Si tratta di confezioni da 100 grammi circa, con data di scadenza o TMC fissati al 31/10/2020. Il lotto soggetto a ritiro è il numero 403.

A produrre il brie cremoso oggetto del richiamo è la JERMI Käsewerk GmbH, il cui stabilimento ha sede all’indirizzo Ritter-Heinrich-Straße 2/4 – 88471 Laupheim-Baustetten (Germania).

Le indicazioni del Ministero della Salute

Come specificato nell’allerta, diffusa dal Ministero della Salute, a tutela della sicurezza alimentare dei consumatori italiani:

Si invitano i consumatori che avessero acquistato il prodotto con questo lotto e scadenza, a non consumarlo ed a riportarlo al punto vendita per il rimborso, anche senza lo scontrino.

Escherichia Coli, sintomi e patologie

L’Escherichia Coli è un batterio Gram positivo che genera diverse tipologie di malattie. Vittima preferita di questo microrganismo è l’apparato gastrointestinale, come accade anche nel caso del ceppo VTEC. Quest’ultimo è quello che con maggiore frequenza si rivela responsabile delle tossinfezioni alimentari. La diarrea è senza dubbio il sintomo più evidente di questa infezione, che in molti casi può portare anche alla manifestazione di colite emorragica.

Fonte: Ministero della Salute

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Four Seasons Natura e Cultura: camminare per la salute del corpo e della mente