Earth300: super yatch salva oceani che sembra un’astronave

Earth300: super yatch salva oceani che sembra un’astronave

Fonte immagine: Unsplash

Vedrà la luce nel 2025 l'incredibile yatch ribattezzato Earth300: somiglierà a un'astronave e sarà dedicato alla salvaguardia degli oceani.

Si chiama Earth300 e a una prima occhiata appare come uno yatch di lusso per vacanze esclusive, ma in realtà la gigantesca nave ha ben altri obiettivi. La struttura, che fa pensare a un’astronave del futuro, ospiterà 22 laboratori dove lavoreranno 160 scienziati pronti a studiare soluzioni per salvare gli oceani.

Non solo, perché l’incredibile nave si trasformerà in un punto d’incontro anche per designer, miliardari e anche per VIP. Tutti uniti in favore dell’ambiente e per la sua salvaguardia.

Un mezzo di trasporto futuristico che si potrà avvalere di un reattore nucleare a sali sfusi, per un percorso al 100% carbon free. Il progetto dell’incredibile imbarcazione è ancora in fase di progettazione e di confronto.

Vedrà la luce nel 2025, per immettere in mare un’imbarcazione dal formato mastodontico con i suoi 300 metri di lunghezza e 60 metri di altezza. Una nave che supera per formato anche quella storica del Titanic ed è caratterizzata dalla presenza di una sfera posta proprio al centro della nave stessa.

Yatch salva oceani che sembra un’astronave

Dai disegni e dai progetti mostrati recentemente spicca la presenza della maxi sfera che, come anticipato, è collocata al centro dello stesso yatch. Non solo una scelta stilistica e di design, ma una necessità prettamente strutturale in grado di dividersi in tredici piani.

Il vero centro pulsante dell’imbarcazione dove verranno condotte le ricerche e gli studi, tra laboratori dedicati all’intelligenza artificiale e alla robotica. Una nave davvero unica nel suo genere progettata dallo studio di design Iddes Yachts e disegnata dall’architetto navale Iván Salas Jefferson.

L’imbarcazione potrà contare su una tipologia di propulsione carbon free al 100% grazie alla presenza di reattori a sale fuso, in grado di produrre energia pulita. Verrà realizzata grazie al supporto di molte partenership commerciali e attraverserà mari e oceani per studiare soluzioni per la loro salvaguardia.

Per sensibilizzare sui problemi che incidono sul benessere dell’ambiente, anche grazie ai tanti laboratori presenti che potranno ospitare 180 scienziati, 20 studenti, 40 ospiti vari e oltre 160 membri dell’equipaggio. Grande interesse è legato alla tipologia di combustibile che verrà impiegato tanto da catturare anche l’attenzione di Bill Gates, ma anche la possibilità di effettuare un viaggio di lusso su un’imbarcazione dedicata alla ricerca e allo studio.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle