Greenstyle Ambiente Animali Dove è proibito il foie gras nel mondo?

Dove è proibito il foie gras nel mondo?

Vi state chiedendo dove è proibito il foie gras nel mondo? Diversi Paesi hanno vietato questa pratica, ma gli animalisti sono ancora preoccupati. Questo perché non dappertutto è vietata questa crudele pratica che porta a morte le oche da cui si ricava il foie gras

Dove è proibito il foie gras nel mondo?

Se si cerca foie gras su Google, è pieno di ricerche del tipo dove si compra il foie gras, qual è il prezzo del foie gras, come si mangia il foie gras e ricette a base di foie gras. Ebbene, non è questo quello che dovremmo chiederci. Dovremmo piuttosto focalizzarci su come viene prodotto il foie gras. E anche sul perché dovrebbe essere vietato ovunque. Questo perché solamente alcuni paesi hanno deciso di vietare questa pratica. Ma dove è proibito il foie gras nel mondo?

Dove è proibito foie gras nel mondo? Paesi in cui è vietato

oche prato

Dove è proibita la produzione di foie gras nel mondo? Partiamo dall’Unione Europea: in pratica la produzione di foie gras è proibita in tutta l’Europa, tranne là dove “è pratica comune”. La produzione di foie gras è proibita da un trattato firmato dai 29 paesi che hanno deciso di ratificare il Congresso Europeo per la Protezione degli Animali negli Allevamenti. Questo vuol dire che in alcuni paesi europei come la Francia o l’Ungheria, i principali produttori di foie gras del mondo, la pratica non è vietata.

Tuttavia questi paesi produttori hanno l’obbligo di sostenere la ricerca sugli aspetti salutistici di tale prodotto e su metodi alternativi che non richiedano la tecnica del gavage per la sua produzione. E fra questi metodi alternativi potrebbe esserci anche la carne coltivata in laboratorio.

Scendendo più nel dettaglio, l’alimentazione forzata degli animali utilizzata a scopi non medici, quindi alimentazione necessaria per produrre il foie gras, è proibita in:

  • sei province dell’Austria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Finlandia
  • Germania
  • Irlanda
  • Italia
  • Lussemburgo
  • Norvegia
  • Polonia
  • Svezia
  • Svizzera
  • Paesi Bassi

Inoltre è anche vietata nel Regno Unito. Negli Stati Uniti, poi, il foie gras è vietato in California, a Chicago e in teoria a New York. Diciamo in teoria perché il divieto doveva diventare effettivo nel 2022, ma poi un giudice ha contestato tale norma e dunque la situazione è diventata alquanto nebulosa.

La produzione di foie gras è poi vietata anche in Argentina in quanto considerata maltrattamento e atto di crudeltà contro gli animali e in Israele.

Come si produce il foie gras?

dove vietato foie gras mondo

Il foie gras o fegato grasso è un piatto francese a base di fegato d’oca o d’anatra. La legge francese è chiara in merito: il foie gras deve essere il fegato di oca o di anatra fatte ingrassare tramite la tecnica del gavage o alimentazione forzata.

Fra i principali paesi produttori del foie gras, oltre alla Francia, ovviamente, figurano anche l’Ungheria, secondo paese produttore di foie gras al mondo e la Bulgaria.

Il motivo per cui gli animalisti di tutto il mondo si stanno battendo per vietare questa pratica barbara è il modo in cui il foie gras è prodotto. Oche e anatre, infatti, sono ingozzate a forza di cibo, alimentate con più cibo di quanto possano nutrirsi. Questo fa sì che il fegato finisca con l’infarcirsi di grasso, in modo da ottenere poi il classico foie gras dalla consistenza gelatinosa e dall’alto contenuto di grassi.

Va da sé che una pratica del genere riduce nettamente la vita media dell’animale. Anzi: il tasso di mortalità di questi animali alimentati a forza è 20 volte superiore alla norma.

Perché gli animalisti sono contro il foie gras?

oche volo

Ovviamente una metodica tanto barbara da tempo suscita le ire degli animali e di tutte le organizzazioni che tutelano i diritti degli animali. Per esempio, sia la PETA che Farm Sanctuary ribadiscono come i metodi di produzione del foie gras, con particolare riferimento all’alimentazione forzata, siano da ritenersi delle vere e proprie forme di torture nei confronti degli animali.

Effettivamente, anche dal punto di vista medico, si tratta di far diventare il fegato più grande del normale, infarcendolo di grasso che compromette le normali funzioni epatiche. Inoltre l’addome dei volatili, a causa delle aumentate dimensioni del fegato, diventa così grande che impedisce agli animali di camminare correttamente. Un altro punto su cui gli animalisti si concentrano, poi, sono i potenziali danni che l’alimentazione forzata causa all’esofago di questi animali.

Fonti:

  1. Wikipedia
  2. Animal Equality

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare