Greenstyle Sostenibilità Consumi Cosa piantare nell’orto a febbraio: elenco completo

Cosa piantare nell’orto a febbraio: elenco completo

Cosa piantare nell’orto a febbraio: elenco completo

Fonte immagine: Pixabay

Febbraio è il mese che precede l’arrivo della primavera, tuttavia le temperature sono generalmente ancora molto basse e il clima ancora prettamente invernale. Nonostante ciò, è possibile rendere produttivo anche questo periodo non solo dedicandosi ad alcuni lavori di preparazione alla stagione calda, ma anche scegliendo con cura cosa piantare nell’orto per ottenere un raccolto abbondante dopo qualche mese.

Prima di procedere con la semina, in ogni caso, è importante preparare il terreno, ad esempio ripulendo da eventuali erbe e dai sassi di dimensioni eccessive. È anche necessario concimare il terreno, smuovere le zolle di terra ed effettuare i solchi in modo abbastanza preciso. Prima di elencare tutti gli ortaggi che possono essere piantati nel corso del secondo mese dell’anno, è utile distinguere tra diverse possibili modalità operative: non tutto, infatti, può essere piantato in pieno campo senza rischiare di compromettere il raccolto a causa del gelo, mentre valide alternative sono offerte dal tunnel, dalla serra e dal semenzaio, almeno fino a che si potrà godere di una temperatura più mite.

Cosa piantare in pieno campo

Cipolla

Il mese di febbraio è perfetto per iniziare la coltivazione di numerosi ortaggi e legumi:

  • aglio;
  • ceci;
  • cipolla;
  • fave;
  • alcune varietà di patate;
  • piselli;
  • scalogno;
  • spinaci.

Cosa piantare in semenzaio o tunnel

Basilico

Nelle zone dove l’inverno è particolarmente gelido, utilizzare alcune strutture ad hoc come il tunnel e il semenzaio è la soluzione ideale. Il tunnel è una struttura semicilindrica che viene collocata sul terreno e ricoperta da materiale plastico trasparente. I raggi solari favoriranno un ambiente caldo che aiuterà le piante a svilupparsi in modo ottimale. Analogamente, il semenzaio consiste nella creazione di un ambiente protetto sufficientemente caldo e umido che possa far germinare le piante. Gli ortaggi potranno essere spostati all’inizio della primavera. Utilizzando queste strutture è possibile piantare:

  • anguria;
  • barbabietole;
  • basilico;
  • bietole a coste;
  • carote;
  • cavolo cappuccio;
  • cetrioli;
  • lattuga;
  • melanzane;
  • melone;
  • peperoni;
  • pomodori;
  • prezzemolo;
  • rape;
  • ravanelli;
  • ravanelli;
  • rucola;
  • sedano;
  • sedano;
  • senape;
  • topinambur;
  • valeriana;
  • zucchine.

Lavori nell’orto

Attrezzi giardinaggio annaffiatoio
Fonte: Foto di Alexas_Fotos da Pixabay

I ventotto giorni di febbraio possono essere sfruttati al meglio anche per preparare l’orto per tutte le colture che si potranno realizzare nei mesi successivi, a partire da marzo. È possibile dedicarsi alla potatura delle piante a portamento cespuglioso e degli alberi da frutto, in particolare meli e peri, peschi e susini ma anche mandorli e albicocchi. È indispensabile anche utilizzare un concime organico abbastanza ricco e maturo, eventualmente optando per un prodotto a rilascio lento, in modo che possa arricchire il terreno di nutrienti fondamentali: potassio, fosforo e azoto. Una particolare attenzione deve essere dedicata al controllo delle piante presenti nell’orto per individuare parassiti infestanti. Sebbene il gelo abbia effetti positivi da questo punto di vista, alcuni insetti e funghi hanno la capacità di sopravvivere nascondendosi al di sotto delle cortecce e perfino tra le foglie secche cadute a terra, che devono essere regolarmente rimosse.

Seguici anche sui canali social