Come togliere le macchie di olio dai tessuti: rimedi naturali

Come togliere le macchie di olio dai tessuti: rimedi naturali

Fonte immagine: CasarsaGuru via iStock

I rimedi naturali più indicati per trattare le macchie d'olio, solitamente molto difficili da rimuovere: soluzioni dal bicarbonato al sale.

Non è di certo un segreto: le macchie di olio sono fra le più difficili da rimuovere dai tessuti. Le sostanze oleose e grasse tendono infatti a impregnare le fibre in profondità e, nonostante i ripetuti lavaggi a mano oppure in lavatrice, lasciano un fastidioso alone, complesso da eliminare. Quali sono, tuttavia, i rimedi naturali che potrebbero risultare utili per questa operazione?

Prima di cominciare, è bene specificare come anche l’utilizzo di rimedi naturali richieda una certa attenzione, per non rovinare i capi che si desidera trattare. Per questa ragione, è consigliato testare prima il ritrovato su una porzione nascosta del vestito da pulire.

Bicarbonato e talco

Bicarbonato

Uno dei metodi più efficaci per limitare le macchie di olio, evitando che producano quel fastidioso alone, è fare ricorso a sostanze assorbenti. Fra queste spicca di certo il bicarbonato di sodio, un valido alleato che tutti conservano in casa: è sufficiente versarlo sulla macchia ancora fresca e lasciare agire per qualche minuto. La polvere dovrebbe trattenere tutto l’olio in eccesso, garantendo poi un lavaggio più efficace. Bisogna prestare però attenzione ai colori più delicati, poiché il bicarbonato potrebbe avere un effetto sbiancante.

Effetto del tutto analogo per il talco, da versare sempre sulla macchia fresca e lasciare agire per qualche minuto. Il tessuto, tuttavia, andrà spazzolato accuratamente prima del ciclo di lavaggio a mano o in lavatrice, per evitare residui difficili poi da eliminare.

Limone e aceto

Limone

Sempre presenti nella credenza di casa, anche in questo caso limone e aceto si rivelano due validissimi aiutanti. L’agrume può essere semplicemente tagliato in spicchi, per poi essere sfregato direttamente sulla macchia fresca: l’effetto leggermente acido dovrebbe aiutare a separare il grasso dalle fibre. Dopodiché si risciacqua in acqua tiepida e si procede con il consueto lavaggio.

Anche l’aceto è una sostanza insuperabile per eliminare i residui oleosi o di grasso: è sufficiente versarne qualche goccia sull’alone, sia puro che diluito in acqua tiepida, e procedere con il classico ciclo in lavatrice. Inoltre ha anche proprietà igienizzati, perfette per eliminare batteri e detriti dai tessuti.

Sapone di Marsiglia e sale

Sapone di Marsiglia

Tra i rimedi delle nonne da sempre più efficaci, il sapone di Marsiglia occupa certamente una posizione d’onore. Questo composto, infatti, ha un elevatissimo potere sgrassante ed evita alle sostanze oleose di impregnare i tessuti in profondità. È sufficiente ricoprire la macchia con uno strato abbastanza spesso di sapone, lasciare riposare qualche minuto e poi procedere come d’abitudine, a mano o in lavatrice.

Il sale, invece, può rappresentare un ritrovato d’emergenza quando ci si trova lontani da casa e, di conseguenza, risulta difficile provvedere a un’immediata pulizia del tessuto. Innanzitutto, una buona idea è quella di raccogliere l’olio in eccesso con della carta assorbente, tamponando l’area interessata affinché non raggiunga in profondità le fibre. Dopodiché, si può procedere semplicemente sempre tamponando l’area con del sale grosso: quest’ultimo, per effetto dell’osmosi, attirerà a sé tutti i liquidi versati sul vestito. È indispensabile, tuttavia, provvedere al lavaggio nel minor tempo possibile, massimo qualche ora, ovvero prima che la macchia si sia asciugata o sia divenuta secca.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A