Greenstyle Mobilità Eco-turismo 5 città europee da visitare questo inverno

5 città europee da visitare questo inverno

In Europa ogni stagione è buona per fare un viaggio, anche durante il meno gettonato periodo invernale. Ma non tutte le città sono uguali, in quanto alcune sono addirittura migliori nella stagione fredda. In questo articolo vedremo quali metropoli e capitali europee sono da segnare in agenda per i nostri viaggi d'inverno, luoghi magici dove fare shopping, ma anche viverne la cultura.

5 città europee da visitare questo inverno

Fonte immagine: Pixabay

Ci sono città europee che in inverno sbocciano in tutta la loro magnificenza: in una stagione considerata spesso proibitiva, i panorami di questi luoghi da cartolina diventano suggestivi. Le capitali del vecchio continente si possono visitare in ogni momento dell’anno senza timore. Ma alcune, più di altre, sono da segnare in agenda.

Il periodo invernale risulta a volte difficile per i viaggiatori, a causa del meteo non sempre ottimale e delle strutture alberghiere spesso chiuse fuori dai mesi turistici. Lo stesso dicasi per le tratte aeree, che si riducono o scompaiono del tutto, in attesa della maggiore richiesta, un altro problema da considerare.

Va tuttavia ricordato che il problema non tocca le grandi metropoli europee, che sono raggiungibili in ogni periodo dell’anno, anche in quelli meno gettonati. Ci sono poi dei luoghi che in inverno richiamano la maggior parte dei turisti. I quali, per natura e cultura locali, si mettono in viaggio per raggiungerli e godere della loro bellezza.

Lo sanno gli appassionati degli sport invernali, ad esempio, che programmano la propria settimana bianca con anticipo, per sciate e ciaspolate nei paesaggi innevati. Ma le vette non sono gli unici scenari in Europa a raccogliere il turismo. Vi sono infatti almeno 5 mete da visitare questo inverno, per gite di solo un weekend o più giorni.

Città europee inverno
Fonte: Pixabay

Le città europee da visitare in inverno

Lo sappiamo, non diciamo niente di nuovo quando parliamo di turismo invernale, con le montagne ed i Mercatini di Natale che ogni anno accolgono turisti da ogni angolo del pianeta. Ma le solite location non sono le uniche da considerare se abbiamo qualche giorno per viaggiare. A seguire i consigli di GreenStyle per non sbagliare.

Bruges, Belgio

Si parlava di mercatini natalizi, giusto? Ma se il traffico dei turisti affolla soprattutto Austria e Germania, va ricordato che a Bruges sorge uno dei villaggi a tema più grandi in Europa, anche se meno gettonato rispetto agli altri. In più, questa cittadina belga offre scorci panoramici suggestivi, talvolta spruzzati da coltri innevate.

In inverno Bruges si copre di ghiaccio e si trasforma in un borgo di altri tempi, fatto si infiniti scalini e lampioni, che segnano il percorso. E se volessimo una coccola gastronomica dopo le nostre passeggiate? La Vecchia Casa del Cioccolato offre una delle cioccolate calde, da personalizzare a piacimento, migliori di sempre.

Praga, Repubblica Ceca

I tetti di Praga in inverno sono più suggestivi che in altre stagioni, visto che sono coperti da spolverate di neve che li rende unici. La capitale europea è meno presa d’assalto dai turisti, ma resta affascinante e bella da visitare. Ci si deve vestire in modo pesante, vero, ma non per questo le camminate sul Ponte Carlo sono meno suggestive, anzi.

E va anche ricordato che a livello enogastronomico, le vere bontà ceche si assaporano durante la stagione fredda, con zuppe e stufati ottimi. A Praga anche ci sono i Mercatini di Natale, se volessimo visitarla prima delle feste. Una buona occasione per acquistare i manufatti artigianali in legno, o i deliziosi saponi fatti a mano.

La Valletta, Malta

La capitale di Malta è considerata un regno turistico estivo, ma siccome la città non è grande, spesso i periodi dell’anno gettonati sono anche quelli peggiori per viverla. A La Valletta però si può andare anche in inverno. Un buon modo per stare in un luogo dal clima mite, al contrario delle capitali nordiche dove il freddo imperversa.

Se infatti consideriamo che la media stagionale delle temperature in inverno si attesta sui 13° C, capiamo quanto un salto in questa isoletta del Mediterraneo possa scaldare il cuore. A gennaio troviamo anche il celebre Festival Barocco. Una kermesse culturale che dura 15 giorni, tra mostre e concerti, ma anche la serata di gala finale.

Amsterdam, Paesi Bassi

I canali di Amsterdam sono pittoreschi in ogni stagione, ma in quella invernale fanno da specchio al celebre Festival delle Luci, un evento tipico di dicembre e gennaio. Se poi volessimo dare un senso anche alla golosità del palato, la stagione offre delizie locali a cui fare onore.

Ne sono un esempio le zuppe di verdure e legumi, come gli snert, a base di piselli e prosciutto, o le buonissime patate al cartoccio. E se passeggiamo per i viali in un freddo mattino, una sosta in un caffè ci vuole, dove gustare le mitiche oliebollen, palline fritte ricoperte di zucchero tipiche della stagione fredda.

Parigi, Francia

La capitale più romantica d’Europa non teme rivali in inverno, quando le sue piste di pattinaggio, locate nei luoghi più suggestivi, invogliano le coppie a scivolare sul ghiaccio tenendosi per mano. Il paesaggio durante la stagione fredda è spesso innevato. E le architetture tipiche della metropoli diventano più suggestive.

Se poi siamo fanatici dello shopping, oltre che della cultura, Parigi è da visitare soprattutto a gennaio per i saldi del periodo invernale. Ma gennaio è anche il mese dell’alta moda parigina. E se vogliamo vedere i VIP che si spostano da una sfilata di haute couture a quella successiva, il momento per visitare la capitale francese è questo.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Parco Nazionale di Plitvice Lakes: tutto su questo patrimonio UNESCO in Croazia
Eco-turismo

Il Parco Nazionale dei Plitvice Lakes si trova in Croazia ed è famoso per la sua singolare conformazione geografica e morfologica. La zona si caratterizza infatti per fitte foreste secolari, attraversate da numerosi corsi d’acqua e da ben 16 laghi di natura calcarea: un paradiso che rende possibile un’incredibile biodiversità di specie animali e vegetali. Il parco può essere visitato tutto l’anno, con prezzi variabili a seconda della stagione.