Greenstyle Cani Pastore del Caucaso

Pastore del Caucaso

Pastore del Caucaso

Fra i cani da guardia primeggia di sicuro il Pastore del Caucaso. Noto anche come cane da pastore del Caucaso, si tratta di una razza di cane di taglia grande dal temperamento forte e dal carattere assai dominante: non è una razza adatta a tutti, soprattutto ai neofiti e ai proprietari poco esperti. Inoltre non è una razza economica, né come acquisto iniziale né come mantenimento, visto che il peso ideale minimo è di 50 kg.

Storia e origini

La storia e le origini del pastore del Caucaso nascono fra i diversi tipi di cani da pastore e da guardia che circolavano nei territori della Russia, dell’Armenia, della Georgia e dell’Azerbaigian. Qui vi erano cani che hanno dato vita poi a tutte le razze Molossoidi e ai Cani da montagna. Questi cani erano utilizzati per guardia e difesa contro i ladri, contro gli orsi, i lupi e come custodi del bestiame. Da qui si evince quando forte e indipendente sia la loro indole.

In realtà si sa poco della loro selezione originale, anche perché ottenere informazioni dai territori dell’ex Unione Sovietica non è mai stato facile. A questo bisogna aggiungere il fatto che all’inizio la razza veniva allevata solamente dai pastori della zona del Caucaso che non avevano praticamente contatti con l’esterno.

Col passare del tempo questa razza divenne il cane ufficiale dell’esercito sovietico, diventando una costante nelle pattuglie militari. Qui da noi in Europa il Pastore del Caucaso è arrivato solamente negli anni Ottanta (riconosciuta ufficialmente a partire dal 1979), importato da allevatori provenienti da Polonia, Ungheria e ex Cecoslovacchia.

Aspetto e colore del mantello del Pastore del Caucaso

Pastore del Caucaso, cane
Fonte: Ciccio9821, CC BY-SA 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0>, via Wikimedia Commons

Il Pastore del Caucaso è la razza n. 328 della FCI. Originario della Russia, viene utilizzato come cane da guardia e da vigilanza. Fa parte del Gruppo 2 – Cani tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e Bovari Svizzeri, Sezione 2.2 – Molossoidi, tipo cane da montagna (senza prova di lavoro). È un cane di taglia grande, forte, dall’ossatura massiccia e con una muscolatura potente. È presente un notevole dimorfismo sessuale: i maschi hanno la testa più grande, una criniera pronunciata (almeno nella varietà a pelo lungo) e sono decisamente più massicci.

Standard di razza del Pastore del Caucaso

Questo è lo standard di razza ufficiale ENCI del Pastore del Caucaso:

  • Testa: grande, massiccia, larga, con cranio ampio, osso occipitale non rilevato, stop presente, ma non marcato. Il tartufo è nero, grande, le mascelle devono avere una chiusura a forbice o a tenaglia. Le guance sono ben sviluppate, gli occhi sono ovali di colore dal nocciola al marrone scuro, le palpebre sono nere. Le orecchie sono spesse, triangolari e pendenti
  • Collo: possente, con criniera pronunciata nei maschi
  • Corpo: ampio, muscolo, con garrese lungo, dorso dritto e ampio, lombi lievemente arcuati, groppa lunga, ampia, torace lungo con coste ben cerchiate e ventre lievemente retratto verso il posteriore
  • Coda: inserita alta, cura a falce o arrotolata. Quando è a riposo è pendente e arriva al garretto, in attenzione viene portata sopra la linea dorsale
  • Arti: anteriori muscolosi, diritti, paralleli con spalla muscolosa, lunga e ampia, braccio muscoloso e aderente, gomito non deviato, avambraccio dritto e massiccio, metacarpo corto e massiccio, piedi grandi, rotondi, arcuati e chiusi. Arti posteriori dritti e paralleli, cosca larga e muscolosa, ginocchio angolato, gamba muscolosa, ampia e lunga, garretto asciutto e fermo, metatarso non lungo, massiccio, piedi grandi, rotondi, arcuati e chiusi
  • Andatura: movimento libero, elastico e calmo

Colore del mantello del Pastore del Caucaso

Il mantello ha il pelo dritto, grossolano e con sottopelo sviluppato. La lunghezza del pelo di guardia e del sottopelo deve essere di almeno 5 cm. Il pelo è più corto su testa e arti anteriori, ma è anche più fitto. La coda è coperta di pelo denso. Il pelo di copertura forma spazzole sulle orecchie, una criniera intorno al collo e culottes sulla parte posteriore delle cosce.

Come colori sono ammessi tutti i monocolore, i colori screziati o a macchie. L’unico colore non accettato è il monocolore nero o ogni sua variazione.

Taglia: altezza e peso

Come taglia, l’altezza al garrese deve essere:

  • maschi: 72-75 cm (minimo 68 cm)
  • femmina: 67-70 cm (minimo 64 cm)

Può essere accettata anche un’altezza maggiore, basta che il cane sia armonico nelle proporzioni. Come peso abbiamo:

  • maschi: minimo 50 kg
  • femmine: minimo 45 kg

Difetti

Qualsiasi alterazione rispetto allo standard di razza viene considerato un difetto. Fra i difetti gravi abbiamo:

  • cane troppo leggero o grossolano
  • cane nervoso
  • deviazione dal dimorfismo sessuale
  • testa piccola, leggera, stretta, lunga grossolana e testa a mattone o mela
  • stop brusco
  • canna nasale discendente, concava o muso appuntito
  • denti troppo piccoli, distanziati o incisivi non allineati
  • zigomi poco marcati
  • occhi laghi, sporgenti, chiari, con congiuntiva visibile palepbre cascanti
  • orecchie grandi, sottili o troppo basse
  • linea superiore convessa o insellata, troppo lunga, rene concavo o arcuato, groppa più alta del garrese
  • corpo troppo raccolto o lungo, stretto, troppo alto sugli arti, torace corto o non profondo, groppa corta o avallata
  • coda corta
  • legamenti, muscoli o ossatura debole
  • angoli non corretti
  • anteriori arcuati
  • movimento non bilanciato
  • assenza di spinta nel posteriore
  • mantello troppo morbido, riccio, pelo di guardia corto o mancanza di sottopelo

Fra i difetti eliminatori abbiamo:

  • cani aggressivi o timidi
  • qualsiasi anomala fisica o comportamentale
  • qualsiasi deviazione dalla chiusura richiesta
  • assenza di denti (tranne M3 o PM1)
  • entropion
  • occhi impari, blu scuro o verdi
  • coda tagliata
  • ambio costante
  • tutte le varianti del colore nero (tranne che per la maschera)
  • colore blu
  • tartufo, labbra e rime palpebrali blu-grigiastre
  • colore marrone
  • tartufo, labbra e rime palpebrali marroni
  • focature nei cani neri, blu o marroni
  • altezza sotto lo standard
  • grave deviazione dal dimorfismo nei maschi

Carattere del Pastore del Caucaso

Pastore del Caucaso
Fonte: Pixabay

Come carattere, lo standard di razza parla del Pastore del Caucaso come di un cane dall’atteggiamento fermo, attivo, sicuro di sé, senza paura e indipendente. Deve essere attaccato e devoto al padrone. Di per sé si presenta come un cane calmo e tranquillo, ma è anche molto reattivo. È coraggioso, ma è anche sospettoso con gli estranei.

Se provocato o se ritiene che sia il caso di intervenire, può diventare aggressivo. Per questo motivo non bisogna mai, mai, mai stimolare la sua aggressività, anche perché nessuno vuole trovarsi di fronte a un Pastore del Caucaso arrabbiato.

È estremamente territoriale, il che vuol dire che quando farai entrare degli ospiti dovrai essere sicuro di avere un perfetto controllo del cane, in quanto non è detto che lui gradisca questa intrusione nel suo territorio. Oppure potrebbe anche decidere di farli entrare, salvo poi optare per non farli più uscire se non accompagnati da te (e se non ti ritiene un leader all’altezza potrebbe anche non stare ad ascoltarti).

È il cane da guardia per eccellenza. Occhio che come tutti i molossoidi, intorno all’anno o anno e mezzo, cambia improvvisamente carattere tirando fuori il temperamento da adulto.

A chi è adatto?

Il Pastore del Caucaso è un cane adatto per la guardia e la difesa, soprattutto se si ha un ampio giardino nel quale possa scorrazzare. Non è una razza adatta a vivere solamente in casa, non fosse altro per la mole.

Assolutamente sconsigliato come primo cane, non è adatto ai neofiti o a chi ha esperienze solamente con cani di indole più docile. Con il Pastore del Caucaso ci va un proprietario esperto, di polso e che sappia gestire in futuro 50 kg o più di cane da guardia, territoriale e indipendente. Questo cane, infatti, ha un temperamento molto forte e metterà continuamente in discussione la leadership del suo umano, per cui ha bisogno di qualcuno che sappia come gestirlo.

In soldoni: non bisogna aver paura di questo cane. Ma se percepisce nel suo umano incertezza e timore, non esiterà a prendere la situazione sotto il suo controllo.

Considera anche che non è una razza facile da addestrare. Essendo molto indipendente e cocciuto, se ritiene che il suo umano non abbia la giusta motivazione, semplicemente lo ignorerà continuando a fare quello che gli pare.

Non adatto neanche alle famiglie con bambini o agli anziani, più che altro per via della mole e della difficoltà nel trasportarlo.

Alimentazione, salute e malattie

L’alimentazione del Pastore del Caucaso non differisce da quella di cani di altre razze di taglia grande. Sia che tu scelga un’alimentazione commerciale (crocchette e/o scatolette), sia che tu scelga un’alimentazione casalinga, chiedi sempre consiglio al tuo veterinario.

La razione giornaliera deve essere suddivisa in almeno 2-3 pasti al giorno da adulti (4-5 da cuccioli), mai un solo pasto al giorno, fattore predisponente per il complesso della dilatazione/torsione dello stomaco.

Malattie

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono sviluppare indipendentemente dalla razza o dalla taglia, nel Pastore del Caucaso si vedono spesso come patologie:

  • displasia dell’anca
  • displasia del gomito
  • lussazione della rotula
  • complesso della dilatazione/torsione dello stomaco
  • cataratta
  • entropion
  • stenosi polmonare

Dove trovare un Pastore del Caucaso

Puoi trovare un cucciolo di Pastore del Caucaso in vendita presso allevamenti professionali, amatoriali o anche privati che fanno cucciolate. È vero che non è una razza molto diffusa qui da noi, ma qualche allevamento lo si trova.

Possibile anche cercare cuccioli o meticci che assomigliano a questa razza nei canili o nei rifugi. L’alternativa è provare a cercare Rescue che si occupano di recuperare cani di questa specifica razza. Se invece deciderai di affidarti ad annunci online, assicurati che si tratti di siti e annunci affidabili e sicuri.

Ricordati anche che per la legge italiana non possono essere venduti, ceduti o regalati cani sprovvisti di microchip. Il microchip deve essere inserito a nome del proprietario della fattrice che poi provvede a fare il passaggio di proprietà a nome del nuovo proprietario.

Quanto costa un cucciolo di Pastore del Caucaso

Il costo di un cucciolo di Pastore del Caucaso è abbastanza alto: non è una razza molto economica né come acquisto iniziale né come spese di mantenimento. Il prezzo parte da 1.000-1.200 euro, ma arriva tranquillamente anche a 2.000 euro o più. Molto dipende dalla genealogia e dalla linea di sangue.

Ricordati che per essere sicuro che il cane che stai comprando è un Pastore del Caucaso è necessario che ti venga venduto o ceduto con annesso Pedigree. Questo è infatti l’unico modo per sapere se quel cane appartiene davvero a quella razza. Cani venduti senza Pedigree, per la legge italiana, non possono essere venduti come cani di quella determinata razza, ma solo come cani che fenotipicamente assomigliano a quella razza, ma che non possono essere definiti e venduti come di razza perché sprovvisti di Pedigree.

Curiosità

Ecco alcune curiosità sul Pastore del Caucaso:

  • Esiste il Pastore del Caucaso bianco? In teoria sono ammessi tutti i monocolori. L’unico che non è ammesso è il Pastore del Caucaso nero in tutte le sue sfumature
  • Il Pastore del Caucaso non è un incrocio, è una razza a se stante
  • Esiste una variante di Pastore del Caucaso a pelo corto e una a pelo lungo
  • Il Pastore del Caucaso non è una razza longeva: la durata di vita media è di 10-12 anni
  • Quanto è pericoloso il Pastore del Caucaso? Il problema è che parliamo di un cane da guardia dal carattere forte, non adatto ai neofiti. Se gestito da mani non esperte o poco sicure, potrebbe essere difficile bloccare alcune sue reazioni

Perché prendere un Pastore del Caucaso?

Il Pastore del Caucaso è un cane dall’aspetto nobile e imponente, che incute timore. Il problema è che spesso viene preso da proprietari poco esperti che poco o nulla sanno del suo carattere, finendo loro stessi con l’essere intimoriti e non sapendo più come gestire 50 kg di cane indipendente e testardo. Se proprio non puoi fare a meno di prendere un cucciolo di questa razza, assicurati di avere sin dall’inizio un educatore cinofilo che possa aiutarti nella sua educazione.

Seguici anche sui canali social