• GreenStyle
  • Pets
  • I cani potrebbero identificare il coronavirus con l’olfatto

I cani potrebbero identificare il coronavirus con l’olfatto

I cani potrebbero identificare il coronavirus con l’olfatto

Fonte immagine: Pixabay

I cani potrebbero essere in grado di identificare il coronavirus grazie al loro straordinario olfatto, allo scopo di riconoscere gli asintomatici.

I cani potrebbero presto essere in grado di identificare il coronavirus, grazie al loro straordinario olfatto. È questo il proposito annunciato dalla Medical Detection Dogs, un’associazione britannica specializzata nell’addestramento di cani per ragioni sanitarie, nell’avviare una collaborazione con la London School of Hygiene and Tropical Medicine (LSHTM). Già oggi i quadrupedi riescono efficacemente a rilevare vari disturbi e patologie – dalle crisi epilettiche ai tumori – quindi i ricercatori sperando di poterli sottoporre a un training specifico per il COVID-19.

Grazie al loro olfatto particolarmente raffinato, i cani sono in grado di percepire le alterazioni degli odori emessi dall’organismo umano, normalmente non percepibili dagli stessi uomini. Per questa ragione, si ritiene che i cani già oggi siano in grado di rilevare il nuovo coronavirus, bisogna però capire come insegnare loro a farlo. Così ha spiegato Claire Guest, CEO e co-fondatrice della Medical Detection Dogs:

In principio, siamo sicuri che i cani siano in grado di identificare il COVID-19. Stiamo ora cercando di capire come raccogliere in modo sicuro l’odore dei pazienti colpiti dal virus, per addestrare i cani.

L’obiettivo è quello di addestrare alcune unità cinofile affinché siano in grado di identificare pazienti affetti da coronavirus ma asintomatici, con un procedura tutt’altro che invasiva. In particolare in quelle situazioni dove si concentrano più persona contemporaneamente, come alle stazioni dei treni o alle fermate dell’autobus.

James Logan, a capo del Department of Disease Control della London School of Hygiene & Tropical Medicine, ha così aggiunto:

Sappiamo che le malattie respiratorie come il COVID-19 alterano l’odore del corpo, quindi vi è un’altra probabilità che i cani siano in grado di rivelarlo. I nostri precedenti studi hanno dimostrato che i cani possono riconoscere l’odore del corpo di un paziente malato di malaria, con un’accuratezza estremamente alta, addirittura sopra agli standard diagnostici riconosciuti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Fonte: FoxNews

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio