Greenstyle Casa & Giardino Casa Fai da te Calendario dell’avvento fai da te: cos’è e idee da copiare

Calendario dell’avvento fai da te: cos’è e idee da copiare

Calendario dell’avvento fai da te: cos’è e idee da copiare

Fonte immagine: Pixabay

Il calendario dell’Avvento fai da te è uno dei modi più divertenti e originali per aspettare il Natale e rendere più dolce il conto alla rovescia. Se abbiamo una famiglia con bambini, questo accessorio cool renderà l’attesa delle feste più accattivante. Ma anche per chi è lontano da casa e non vede l’ora di abbracciare amici e parenti, il calendario è un ottimo alleato per allietare i giorni dall’1 al 24 dicembre.

Ogni casella del calendario dell’Avvento custodisce infatti una sorpresa e segna i giorni fino alla Vigilia di Natale, quindi 24 porticine dietro cui si cela un piccolo dono. In commercio esistono moltissimi calendari già pronti, che contengono giochi, alimenti, mini gioielli e persino cosmetici. Li si può trovare con regali adatti a donna, uomo, bambina o bambino, ma senza dubbio le versioni fatte in casa sono le migliori.

Il calendario dell’Avvento homemade è infatti la soluzione più adeguata per venire incontro alle esigenze di chi si conosce bene! Oltre ad essere un bel modo per rendere felici i più piccoli, inserendo mini sorprese che possono apprezzare, è anche un’idea regalo speciale per gli adulti, per fare felice chi amiamo. E quindi, vediamo come fare un calendario fai da te bellissimo, ma scopriamo anche le origini di questa bella usanza.

Che cosa è il calendario dell’avvento e come riempirlo

Calendario Avvento fai da te
Fonte: Pexels

Come detto, il Calendario dell’Avvento è un calendario interattivo, composto da 24 caselle o 24 sacchetti, se scegliamo la versione in tessuto da appendere. Ogni casella o sacchetto contiene un dono, che può essere di natura beauty, ludica o alimentare, ma non mancano anche i calendari con i pensierini e gli aforismi. Di certo i più gettonati sono quelli con all’interno leccornie, soprattutto dolci.

Se infatti ci stiamo chiedendo cosa mettere nel calendario dell’avvento fai da te, la risposta non è difficile. Un regalo che non stufa e che piace un po’ a tutti è rappresentato dai dolciumi. Agli appassionati di cioccolato piacerà sicuramente un modello di calendario con bon bon, tavolette e cioccolatini dai gusti misti.

Ma chi preferisce essere stupito ogni giorno, di certo gradirà un mix tra mini dessert al cacao, caramelle e lecca lecca, o anche pop corn dolce, un trend in ascesa. Ci sono poi calendari dell’avvento per amanti di infusi e tisane, che apprezzeranno molto degustare un tè sempre diverso. Ma non meno di quelli a cui piacciono gli snack, che ameranno scoprire barrette, frutta secca ricoperta di glassa o cioccolato, biscotti monoporzione dai sapori originali.

Se il destinatario del calendario preferisce invece doni non edibili, la scelta cade su piccoli monili, come ciondoli o charms, ma anche moccoli e candeline profumate. Molto gettonati anche i calendari con i Pokemon o i LEGO, dove ogni scomparto nasconde un personaggio o dei mattoncini per realizzare un’ambientazione originale. Le sorprese in ogni caso sono sempre 24, da nascondere nelle tasche o dietro le porticine del calendario dell’Avvento fai da te.

Si inizia ad aprire il primo dicembre e l’ultima casella coincide con il giorno della Vigilia di Natale.

La storia del Calendario dell’Avvento

Calendario Avvento fai da te
Fonte: Unsplash

Ma quando è iniziata la tradizione del calendario dell’Avvento su carta? Gerhard Lang, di origine tedesca, è considerato l’inventore del primo calendario dell’Avvento, stampato all’inizio del 1900. Lang si ispirò ad un’idea di sua madre che, quando era bambino, gli realizzò un modello con 24 caramelle attaccate ad una lastra di cartone. Una per ogni giorno che lo separava dal Natale.

Da grande Lang diventò il gestore della tipografia Reichhold & Lang, dove venne stampato dapprima un calendarietto con immagini. In un secondo momento, si arrivò alla versione con le porticine da aprire. Tuttavia, con lo scoppio della seconda guerra mondiale, Lang fu costretto a chiudere la sua attività.

All’epoca divenne infatti vietato produrre calendari con immagini, vista la penuria di carta. Ma sembra che i nazisti avessero comunque prodotto una versione di calendario dell’Avvento a loro somiglianza. Si trattava di un modello che includeva foto con svastiche e carri armati che venivano fatti esplodere. Insomma, nulla a che vedere con il senso pacifico e lieto per cui era stato inventato.

Dopo la guerra però, Richard Sellmer di Stoccarda ottenne dai funzionari statunitensi un permesso per ricominciare a stampare su carta e creò un calendario basato su scene invernali più tradizionali. Si chiamava “The Little Lown”. Nel 1946, Sellmer iniziò la produzione commerciale dei calendari dell’Avvento per un pubblico più ampio. Negli anni ’50, i suoi calendari furono esportati negli Stati Uniti ed entrarono di diritto nella produzione di massa, divenendo più accessibili a tutti.

Il primo calendario dell’Avvento al cioccolato

Sembra che il primo calendario dell’Avvento edibile fosse al cioccolato, apparso in America verso la fine degli anni ’50 sotto il Presidente Dwight D. Eisenhower. Ma è nel 1971 che l’azienda dolciaria Cadbury lanciò la sua iconica versione nel Regno Unito. Cadbury ha prodotto calendari dell’Avvento a intermittenza dal 1972 al 1986, divenendo un pilastro nel 1993.

Come creare un calendario dell’avvento

Calendario Avvento fai da te
Fonte: Unsplash

Ma veniamo alla parte più interessante e “dinamica” di questo articolo e vediamo come creare un calendario dell’Avvento fai da te bellissimo. Se non abbiamo grande confidenza con le arti manuali, possiamo acquistare nei negozi di hobbystica o online il materiale utile. Da qui possiamo partire con la personalizzazione, magari dipingendo o applicando adesivi e cristalli.

In commercio esistono calendari dell’Avvento basici, tipo quelli in legno per decoupage, con i cassetti da colorare e trattare. Ma ci sono anche quelli già pronti, che vanno solo riempiti con le sorprese. Di questa categoria fanno parte le versioni con i sacchetti in rafia o velluto, o anche quelli di carta con i numeri da incollare.

Ci sono anche le versioni con nastri e mollettine a tema natalizio, molto shabby chic. Ma per chi ama la tradizionale Christmas stocking, esistono anche ghirlande di calze numerate, da appendere al caminetto. Le versioni più elaborate di calendari da riempire sono poi veri e propri pezzi di arredamento, spesso anche dotati di luci LED. I prezzi non sono contenuti in questo caso, ma bisogna considerare che tali modelli sono fatti per essere riciclati con nuove sorprese ogni anno.

Ma se volessimo partire da zero per il calendario dell’Avvento? Di seguito qualche idea carina e originale da cui prendere spunto.

Calendario Avvento fai da te
Fonte: Unsplash

Gruccia e mollette colorate

Un’idea semplice da realizzare è il calendario dell’avvento fai da te che ha come sostegno una gruccia di legno e alcune mollette colorate. Legando alla base della gruccia quattro fili di spago resistente, si possono poi applicare sei scatoline di carta con sopra il numero su ogni filo o anche semplici buste che custodiscono messaggi scritti. Per un calendario dell’Avvento che piace anche ai bambini, inseriamo invece cioccolatini, caramelle e mini giochi nelle scatoline.

Calendario dell’Avvento ad albero di Natale

Un’altra proposta molto creativa prevede l’uso di un materiale di riciclo molto comune, vale a dire il cilindro di cartone che rappresenta l’anima dei rotoli di carta igienica. Ne occorrono ventiquattro, da chiudere su entrambi i lati con due punti di spillatrice, dopo aver inserito i doni all’interno. Il numero sarà disegnato con un pennarello acrilico oro o argento, dopo averli dipinti di verde. In ultimo, si può comporre la sagoma di un albero di Natale sistemando i cilindri in diverse file in modo decrescente.

Scatoline di cartone

Molto semplice e ideale per chi ha poco tempo da dedicare al fai da te è il calendario dell’Avvento composto da tante piccole scatoline di cartone riciclato, come quelle usate per contenere i fiammiferi, da riempire e decorare a piacere. Le ventiquattro scatole dovranno poi essere sistemate in modo disordinato all’interno di un capiente vaso di vetro.

Sacchetti decorati

Per ottenere un effetto molto scenografico, ad esempio, è possibile appendere da un lato all’altro di una stanza un filo abbastanza resistente, sul quale fissare con delle mollette ventiquattro sacchetti di carta con il numero bene in evidenza.

Barattoli di vetro

Mettendo da parte ventiquattro barattolini di vetro riciclati, è possibile ripulirli al meglio e riutilizzarli per conservare un oggetto, un dolcetto o un prodotto beauty, scrivendo il numero del giorno direttamente sul coperchio. Tutti i barattolini possono essere sistemati dentro una scatola o posati su un vassoio.

Calendario dell’Avvento in pannolenci

Chi preferisce utilizzare il pannolenci, facile da trovare e lavorare, può cimentarsi nella realizzazione di un calendario dell’Avvento da parete formato da un pannello rettangolare e da ventiquattro tasche applicate con della colla a caldo, ciascuna con il numero bene in evidenza.

Villaggio di Natale

Un’ultima idea, per chi ama dilettarsi con la lavorazione della carta, si basa sulla realizzazione di un villaggio natalizio composto da ventiquattro casette tridimensionali fatte a mano. Si usa della carta riciclata, da ritagliare, comporre e decorare a piacere indicando anche il numero. Sarà facile nascondere il regalo all’interno.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare