Caffè, allerta UE: più di 4 al giorno danneggiano salute

Caffè, allerta UE: più di 4 al giorno danneggiano salute

Nuove linee guida dell'EFSA per il consumo di caffeina: più di 4 tazzine di caffè al giorno mettono a rischio la salute.

Bere più di 4 caffè al giorno danneggia la salute. L’allerta è diffusa dall’EFSA, L’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, che ha diffuso delle nuove linee guida per quanto riguarda le dosi massime di caffeina che ciascuno può assumere durante una giornata.

Le nuove linee guida EFSA riguardo il consumo di caffeina giungono dopo l’analisi del primo studio continentale promosso dall’Agenzia. Dai risultati è emerso come in 7 dei 13 Paesi oggetto dell’indagine la media dei cittadini superi il quantitativo massimo consigliato: in Danimarca i maggiori consumatori (33%), seguiti da Paesi Bassi (17,6%) e Germania (14,6%). A contribuire a tali esiti non è soltanto il caffè, ma anche atro cibi e bevande come ad esempio tè e bibite gassate. Come ha sottolineato il portavoce dell’EFSA:

Il rischio per la salute non è enorme, ma c’è. Il messaggio principale è che i consumatori dovrebbero tenere conto delle diverse fonti di caffeina, oltre al caffè.

I rischi per la salute possono essere sia a breve termine, come ansia, stress, disturbi del sonno o al sistema nervoso centrale, come anche a medio e lungo termine quali malattie cardiovascolari e, specifico per le donne in gravidanza, una riduzione dello sviluppo del feto.

La dose massima consigliata dall’EFSA per un adulto è di 400 milligrammi di caffeina al giorno, equivalente a un limite di 4 tazzine di caffè al giorno (tra i 70 e i 100 milligrammi ciascuna). Un limite che si dimezza, quindi 200 milligrammi, qualora si tratti di donna durante il periodo della gravidanza.

Il limite massimo di caffeina giornaliero si riduce in maniera ulteriore in presenza di bambini o adolescenti, per i quali la soglia di tollerabilità equivale a 3 milligrammi/chilo di peso corporeo.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Stefano Ciafani – Legambiente