Greenstyle Alimentazione Ricette Besciamella vegana: 5 ricette per prepararla

Besciamella vegana: 5 ricette per prepararla

Besciamella vegana: 5 ricette per prepararla

Fonte immagine: Unsplash

La besciamella vegana sta conquistando sempre più i consumatori, pronti a sposare una versione di questa salsa priva di ingredienti di origine animale. E non solo per una maggiore attenzione a un’alimentazione più amica di ogni essere vivente, ma perché anche più leggera e salutare per l’organismo. Ma quali sono le caratteristiche della besciamella vegana, quali le proprietà e, soprattutto, come prepararla seguendo alcune ricette veloci?

Prima di cominciare, è bene specificare che la dieta vegana esclude il ricorso a qualsiasi ingrediente o derivato animale, compresi uova e latticini. Spesso i consumatori dimenticano questo importante fattore, confondendosi con la dieta vegetariana, dove questi ingredienti sono invece ammessi.

Cosa è la besciamella vegana

Besciamella e lasagna

La besciamella non ha bisogno di molte presentazioni, poiché si tratta di una delle salse madri della cucina italiana. Dal sapore intenso e dalla colorazione candida, la besciamella è irrinunciabile per molti primi a base di pasta, ma anche di gustosi secondi, poiché in grado di esaltarne i sapori.

Le origini di questa preparazione sono molto antiche, tanto che se ne parla addirittura ne “La Cucina Medicea”, un ricettario italiano del XV secondo ispirato alle abitudini della famiglia dei Medici. In principio veniva chiamata “salsa colla”, per il suo colore e la sua consistenza, ma nei secoli è stata prima ribattezzata “balsamella”, per poi raggiungere l’attuale besciamella.

La ricetta originale prevede l’utilizzo di diversi prodotti di derivazione animale, tra cui latte vaccino e burro. Proprio poiché basata su latticini, la ricetta originale non è quindi adatta per le persone che hanno deciso di sposare un regime alimentare vegano. Fortunatamente, negli ultimi decenni ne sono nate moltissime varianti basate su ingredienti completamente vegetali, quindi permessi anche ai vegani.

Il ruolo del latte vegetale

Latte

Come facile intuire, per preparare una besciamella completamente vegana è necessario sostituire i suoi ingredienti principali – come il latte e il burro – con alternative vegetali. Nel caso del burro, la sostituzione è molto semplice da effettuare: basta infatti utilizzare olio extravergine di oliva.

Per quanto riguarda il latte vaccino, invece, si possono usare altrettanti latti vegetali. I più adatti sono quelli di soia e avena, tuttavia è possibile ricorrere semplicemente ad acqua oppure a del brodo vegetale se non si gradiscono queste bevande veg.

Proprietà e benefici della besciamella vegana

Besciamella, ciotola

La besciamella vegana è perfetta per arricchire il gusto dei propri piatti in cucina, ma è anche utile all’organismo. Poiché priva di grassi animali, risulta infatti più leggera e digeribile rispetto alla versione originale. Ma quali sono le sue proprietà, partendo dai suoi valori nutrizionali?

Valori nutrizionali

La besciamella vegetale presenta un profilo nutrizionale interessante e, garantendo un apporto calorico più ridotto rispetto alla versione originale, può essere anche scelta per i regimi dietetici dimagranti oppure a bassi contenuti di grassi.

Per 100 grammi di salsa con latte di soia, si contano circa 62 calorie. Per lo stesso peso, i carboidrati rappresentano circa 8 grammi sul totale, seguiti dai 2.60 grammi di proteine, 2.20 di grassi vegetali e poco meno di un grammo di fibra vegetale.

È buono anche l’apporto di minerali, con magnesio e calcio in testa, così come di alcune vitamine del gruppo B come la B6. I valori possono naturalmente cambiare a seconda del latte vegetale scelto.

Colesterolo

Il primo beneficio della besciamella vegana è quello di essere completamente priva di colesterolo cattivo, proprio poiché non presenta grassi animali. Allo stesso tempo, questa preparazione può fornire alleati per la riduzione di trigliceridi e proprio di LDL, grazie ai grassi buoni contenuti nell’olio extravergine di oliva.

Proprio per questa ragione, è un perfetto sostituto in tutte le ricette non solo per coloro che hanno scelto un regime alimentare vegano, ma anche per chi segue un’alimentazione onnivora ma deve tenere sotto controllo l’ipercolesterolemia.

Dieta

Bilancia

Grazie al suo apporto poco calorico, la besciamella vegana può essere inserita praticamente in qualsiasi regime dietetico, anche volto al dimagrimento. Come già accennato, questa salsa contiene 62 calorie ogni 100 grammi, ma in ogni porzione ve ne sono quantità decisamente inferiori. Il suo apporto in termini calorici, di conseguenza, ha quindi pochissimo impatto sulla dieta.

Ricette della besciamella vegana

Ma quali sono le migliori ricette per preparare una besciamella vegana dall’ottimo sapore, da realizzare con facilità in casa?

Besciamella vegana con latte di soia

Latte di soia

Una delle ricette più utilizzate per la preparazione di questa salsa è quella della besciamella di soia. La lista degli ingredienti comprende:

  • un litro di latte di soia non zuccherato;
  • 100 grammi di farina;
  • 25 millilitri di olio extra vergine d’oliva;
  • sale e noce moscata in polvere a piacere.

La procedura inizia facendo scaldare l’olio in una pentola dai bordi alti, aggiungendo la farina e facendola sciogliere senza farla attaccare al fondo, utilizzando una frusta. Si prosegue poi aggiungendo il latte di soia, mescolando continuamente per sciogliere gli eventuali grumi. Dopo aver regolato di sale e aggiunto la noce moscata, si porta a ebollizione cuocendo fino a ottenere la densità preferita, che può variare in funzione della pietanza che prevede l’uso della salsa.

Besciamella vegana con latte di riso o di avena

Riso bianco

In modo simile alla precedente, è possibile preparare un’ottima salsa a base di latte di riso oppure di avena. Gli ingredienti sono i seguenti:

  • un litro di latte di riso o di avena;
  • 100 grammi di farina;
  • 25 millilitri di olio extra vergine d’oliva;
  • sale e noce moscata in polvere a piacere.

Si parte sempre facendo scaldare l’olio in una pentola dai bordi alti, si aggiunge quindi la farina, mescolando a fondo con una frusta per non farla attaccare al fondo. Si procede versando il latte vegetale, si regola di sale, si aggiusta di noce moscata e si porta a ebollizione, lasciando cuocere fino a ottenere la densità desiderata.

Besciamella vegana con acqua

Oltre alla besciamella vegana con latte di riso o di soia, chi desidera ottenere una versione vegan e maggiormente digeribile può cimentarsi nella ricetta che prevede l’uso dell’acqua. Le quantità possono essere le stesse della ricetta precedente.

Chi predilige i sapori più decisi senza tuttavia rinunciare alla leggerezza può adoperare dell’acqua aromatizzata con spezie. In questo caso è necessario prestare attenzione alle dosi del sale, poiché il sapido verrà conferito proprio dalle stesse spezie.

Besciamella vegana con brodo vegetale

Brodo vegetale

Per realizzare una gustosa besciamella vegana non è necessario ricorrere a un latte vegetale, soprattutto se questo non risulta particolarmente gradito o, ancora, poiché la bevanda tende comunque a risultare più dolce rispetto al latte vaccino.

È possibile scegliere invece il brodo vegetale, mantenendo le stesse quantità delle altre ricette: quindi un litro di brodo, 100 grammi di farina, 25 millimetri di olio extravergine di oliva, sale e noce moscata a piacere.

Il procedimento rimane invariato, ma si consiglia di versare il brodo lentamente fino a raggiungere la consistenza preferita, poiché a seconda delle necessità potrebbe bastare anche meno del litro a disposizione.

Alternativa con farina integrale

Farina

Per incrementare l’apporto di fibre, la farina bianca tradizionale può essere messa da parte a favore di altre tipologie meno raffinate. La besciamella con farina integrale, ad esempio, garantisce il medesimo gusto intenso e permette di ottenere una densità ottimale pur mantenendo elevato il contenuto di fibre alimentari, tenendo anche sotto controllo l’apporto glicemico. Chi desidera preparare una besciamella vegana senza glutine può optare inoltre per la farina di riso, che è facilmente reperibile anche nella versione integrale.

Seguici anche sui canali social