Greenstyle Benessere Bagno turco: tutti gli incredibili benefici (anche per dimagrire) e le differenze con la sauna

Bagno turco: tutti gli incredibili benefici (anche per dimagrire) e le differenze con la sauna

Bagno turco: tutti gli incredibili benefici (anche per dimagrire) e le differenze con la sauna

Fonte immagine: Foto di Sabine Lange da Pixabay

Il bagno turco è un trattamento apprezzato in tutto il mondo per i suoi effetti benefici, un percorso di benessere a base di vapore acqueo, che affonda le radici in un passato molto lontano.

Viene spesso confuso con la sauna, ma rispetto a essa, ha in realtà delle caratteristiche molto differenti.

Ma esattamente che differenza c’è tra la sauna e il bagno turco? E quali sono i benefici di questo trattamento? Diamo uno sguardo più da vicino a questa pratica, nota anche con il nome di bagno di vapore.

Cosa è il bagno turco?

Spesso definito con il nome di hammam, il bagno turco è un trattamento idroterapico che comporta l’esposizione del soggetto ad alte temperature (intorno ai 50 gradi) e a un elevato tasso di umidità (che può raggiungere il 100%), favorendo così una significativa sudorazione.

Possiamo trovare notizie in merito a questo tipo di trattamento già nei tempi degli antichi egizi, romani e greci, dove questi bagni erano considerati efficaci per invigorire il corpo e lo spirito.

In seguito alla caduta dell’Impero romano, gli arabi adottarono la tradizione del bagno turco, ribattezzandola con il nome di “hammam”, che significa letteralmente “scaldare”, mantenendo però le sue caratteristiche principali.

Che differenza c’è tra la sauna e il bagno turco?

Come abbiamo accennato, molte persone pensano erroneamente che sauna e bagno turco siano lo stesso tipo di trattamento. In realtà ci troviamo di fronte a due percorsi molto differenti.

Innanzitutto, il bagno turco nasce nelle zone mediterranee, mentre la sauna ha origini finlandesi. La sauna si svolge in una stanza rivestita con legno di pino, al cui interno potrai trovare delle panche posizionate a diverse altezze, in base alle tue preferenze.

Il bagno turco invece è rivestito con pareti di marmo o pietra. Si tratta di un ambiente molto umido, che necessita di una corretta e frequente sanificazione. Potrai trovare bagni turchi in ceramica o realizzati con altri materiali. Molte persone scelgono di farsi realizzare il bagno turco in casa, per beneficiare degli effetti benefici ogni volta che lo desiderano.

Diverse temperature

Fonte: Foto di Dnipro Hotel da Pixabay

Una delle sostanziali differenze fra sauna e bagno turco, oltre all’aspetto estetico e ai materiali impiegati, riguarda anche le diverse temperature previste nei due trattamenti. Durante la sauna si possono raggiungere gli 80-100 °C, mentre durante una seduta di bagno turco la temperatura percepita è minore, dai 20 ai 50 gradi, ma i livelli di umidità sono maggiori.

Nella sauna infatti si percepisce un’aria molto secca ed i livelli di umidità non superano il 15%-20%, mentre il bagno turco è caratterizzato da un’umidità pari al 90-100%.

Quali sono i benefici del bagno turco?

A questo punto forse ti starai domandando a cosa fa bene il bagno turco. Abbiamo visto che questo trattamento favorisce la sudorazione e il rilassamento del corpo, ma si ritiene che il percorso possa offrire anche molti altri vantaggi.

Vediamo di seguito quali sono i benefici del bagno turco.

Migliora la circolazione del sangue

Si ritiene che, grazie all’azione del calore, il trattamento sia in grado di favorire la dilatazione dei vasi sanguigni e di stimolare la circolazione del sangue. Come vedremo più avanti, il bagno turco è tuttavia sconsigliato per coloro che soffrono di malattie del sistema cardiocircolatorio e di pressione alta o bassa.

Purifica la pelle

Il bagno turco favorisce l’eliminazione delle tossine e permette di aprire i pori della pelle, eliminando così le cellule morte. Per una maggiore efficacia, massaggia la pelle con un guanto di crine, in modo da stimolare il rinnovamento cellulare. Al termine del trattamento avrai una pelle più luminosa, morbida e rigenerata.

Migliora il benessere interiore

Sottoporsi a un percorso di benessere di questo tipo può anche aiutarti ad alleviare la tensione e lo stress della vita quotidiana. Prendersi del tempo per sé stessi è un ottimo modo per ritrovare il proprio equilibrio interiore e farlo concedendosi questo trattamento, permette di alleviare ansia e depressione. Così si rilassa non solo il corpo, ma anche la mente, migliorando persino la qualità del sonno e le capacità di concentrazione e attenzione.

Migliora il sistema immunitario

Il relax del corpo e della mente, la riduzione dello stress, la migliore circolazione del sangue e l’eliminazione delle tossine in eccesso sono elementi fondamentali per il buon funzionamento del nostro sistema immunitario. Quindi il bagno turco può rafforzare anche le nostre difese.

Aiuta a perdere peso

Sentirsi meglio e meno stressati ci porta ad essere più attivi e a seguire uno stile di vita più sano, innescando un circolo virtuoso in grado di influire positivamente su molti aspetti della nostra vita.

Se abbinato a una dieta equilibrata e a del movimento fisico, il bagno turco può inoltre favorire la perdita di liquidi in eccesso. Non a caso, dopo questo trattamento e dopo la sauna, potresti anche sentirti più leggero. L’effetto è dovuto alla perdita di liquidi.

Si ritiene poi che la permanenza in un ambiente caratterizzato da alte temperature possa favorire l’accelerazione del battito cardiaco in modo simile a quello riscontrato durante lo svolgimento di una moderata attività fisica.

Come fare il bagno turco?

Fonte: Foto di Mariolh da Pixabay

Se hai deciso di prenotare una seduta di bagno turco, prima di sottoporti al trattamento sarà utile conoscere i vari passaggi che caratterizzano questo percorso.

Prima del trattamento

Prima di iniziare il percorso wellness sarà importante bere dell’acqua o una tisana. Evita di assumere cibi entro un’ora prima di iniziare il trattamento.

Poco prima di cominciare, potrai fare una doccia tiepida per eliminare le impurità della pelle e predisporla ad assorbire tutti i benefici di questo momento di relax.

Durante il trattamento

Il percorso si suddivide in diverse fasi. La prima fase dura circa un quarto d’ora o comunque non più di 20 minuti. In questo lasso di tempo potrai rimanere in una stanza riscaldata e inondata di vapore (calidarium), dove avrai a disposizione delle panche di pietra o di marmo.

Dopodiché, potrai rilassarti in una stanza meno calda, dove potrai riequilibrare la temperatura corporea. Quindi, potrai fare la doccia o immergerti in una vasca di acqua profumata. Potrai ripetere l’intero ciclo più volte, se lo desideri.

Al termine di questo percorso potrai rilassarti per altri 20 minuti, durante i quali potresti anche sottoporti a un trattamento rilassante o a un massaggio con oli essenziali.

Chi non può fare il bagno turco? Le controindicazioni da conoscere

Abbiamo visto che il bagno turco può migliorare la nostra salute in molteplici modi e molto probabilmente non vedrai l’ora di provarne i benefici. Tuttavia, questo trattamento non è adatto per tutti.

Alcune categorie di persone infatti dovrebbero evitare di sottoporsi a questo tipo di percorso. Fra i soggetti per i quali il bagno turco è controindicato vi sono:

  • Persone che soffrono di pressione alta o bassa e di disturbi cardiocircolatori
  • Pazienti con malattie veneree
  • Soggetti che soffrono di condizioni e malattie della pelle
  • Donne incinte o durante il periodo delle mestruazioni
  • Giovani ancora nell’età dello sviluppo
  • Persone spesso soggette a svenimenti e capogiri

Se temi che il bagno turco possa provocare danni alla tua salute, prima di prenotare il percorso al centro benessere chiedi un parere al tuo medico curante.

Inoltre, se durante la seduta dovessi avvertire una strana sensazione di pulsazione alle tempie, è possibile che l’organismo si è riscaldato troppo, quindi sarà il caso di interrompere immediatamente il trattamento.

Durante la seduta è preferibile rimanere in posizione seduta o sdraiata, con le gambe più in alto rispetto al busto, in modo da favorire la circolazione sanguigna. Infine, al termine della seduta reidrata il corpo assumendo liquidi e bevande non zuccherate e non alcoliche, come ad esempio tisane, acqua e centrifugati di frutta e verdura.

Seguici anche sui canali social