• GreenStyle
  • Auto
  • Auto elettriche, Volkswagen: sei gigafactory in Europa entro il 2030

Auto elettriche, Volkswagen: sei gigafactory in Europa entro il 2030

Auto elettriche, Volkswagen: sei gigafactory in Europa entro il 2030

Fonte immagine: Pixabay

Auto elettriche, Volkswagen aprirà sei Gigafactory in Europa per la produzione di batterie: il piano sarà realizzato entro il 2030.

Le auto elettriche saranno sempre più centrali nel futuro di Volkswagen e, per questa ragione, la società ha deciso di investire anche sul fronte delle batterie. Il gruppo tedesco ha infatti annunciato l’intenzione di aprire ben sei Gigafactory nel Vecchio Continente, per una potenza totale di ben 240 GWh l’anno.

Un imponente progetto che verrà realizzato entro i prossimi dieci anni, con una deadline al 2030. Una data tutt’altro che casuale poiché, proprio in concomitanza dell’inizio del prossimo decennio, Volkswagen conta di abbandonare definitivamente le motorizzazioni benzina e diesel.

Auto elettriche: le Gigafactory di Volkswagen

La produzione di batterie rappresenta il cuore dell’intera industria delle auto elettriche. La sfida del mercato è quella di produrre componenti sempre più efficienti e sicure, affinché l’autonomia dei veicoli possa essere sempre più generosa e la ricarica sempre più rapida. Per questa ragione, Volkswagen ha deciso di investire sulla produzione di batterie, inaugurando sei impianti in tutta Europa.

A confermarlo è Thomas Schmall, il responsabile tecnico del gruppo tedesco, così come riportato da Il Fatto Quotidiano. Il primo impianto sorgerà in Svezia, a Skelleftea, e garantirà una potenza totale di 40 Gigawattora grazie anche alla collaborazione con la startup Northvolt. Seguirà quindi una struttura analoga a Salzgitter, in Germania, sempre in grado di garantire una potenza da 40 Gigawattora ma con un obiettivo diverso. Il progetto tedesco si concentrerà infatti sulla standardizzazione delle batterie, affinché possano essere impiegate facilmente anche sulle utilitarie, mantenendo il loro prezzo per chilowattora inferiore ai 100 euro. Dopo queste prime due strutture, ne sorgeranno delle altre probabilmente in Spagna, Portogallo, Polonia e Repubblica Ceca.

Volkswagen sembra essere pronta anche a partnership con altri attori del mercato, per sviluppare tecnologie sempre più innovative ed efficienti per le batterie. Il progetto è certamente importante anche per ridurre la dipendenza del mercato europeo dalla Cina, ora principale fornitore a livello mondiale di queste componenti.

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle