Alcol, i segnali che indicano se stai bevendo troppo

Alcol, i segnali che indicano se stai bevendo troppo

Fonte immagine: Unsplash

Alcol, i segnali che dicono se stai bevendo troppo: dalla pelle ai lividi, ecco cosa tenere sotto controllo secondo i medici.

Il consumo di alcol rappresenta un’abitudine abbastanza diffusa nei Paesi occidentali, si tratti del classico bicchiere di vino durante i pasti oppure di una birra in compagnia degli amici. L’assunzione moderata e sporadica non rappresenta un grande problema di salute, ma quando l’usanza diventa continuativa l’organismo rischia di essere sottoposto a importanti conseguenze. Ma quali sono i segnali che indicano se stai bevendo troppo?

A rispondere a questa domanda ci pensa un gruppo di esperti britannici, in relazione a una preoccupante tendenza notata nel Regno Unito. La pandemia da coronavirus in corso ha infatti comportato un aumento importante nella richiesta di alcolici in tutto il Paese, forse poiché in molti hanno deciso di trovare in queste bevande un momentaneo conforto dall’angoscia o, ancora, dalla noia da lockdown.

Alcol, i segnali da monitorare

Secondo i dati raccolti in una ricerca da Reassured, una compagnia assicurativa d’Oltremanica, nel Regno Unito durante il lockdown il singolo ha consumato in media 14 bevande alcoliche ogni settimana, contro le 5 del periodo antecedente alla pandemia. Questo comporta non solo un aumento delle spese a livello individuale, con circa 512 sterline in più investite in alcolici ogni anno, ma anche gravi rischi per la salute.

A questo proposito, sono intervenuti alcuni medici ed esperti locali, allertando la popolazione sui segnali da tenere sotto controllo e che potrebbero rappresentare un campanello d’allarme di un consumo di alcol esagerato. In linea generale, l’assunzione eccessiva di bevande alcoliche influisce su:

  • Pelle: è il primo segnale da tenere sotto controllo, poiché all’aumento del consumo di alcol la pelle appare già più stanca, poco elastica e con un colorito non più uniforme. Questo è dovuto principalmente al fatto che l’alcol nell’organismo rallenta i processi di ricambio cellulare, ma soprattutto all’interazione della sostanza con il sistema immunitario. Una pelle poco sana è più esposta a infezioni batteriche anche gravi, che proprio il sistema immunitario non riesce più a combattere;
  • Lividi: l’assunzione eccessiva di alcol potrebbe anche determinare una maggiore facilità a sviluppare lividi, anche dopo urti di lieve entità. Questo perché, così come spiega il medico Luke Pratsides, gli alcolici alterano le funzionalità del fegato. Ciò determina delle modifiche ai fattori di coagulazione del sangue, così come alla disponibilità di piastrine;
  • Stomaco: gli alcolici alterano la mucosa della stomaco, rendendo più difficoltosa la digestione e incentivando il reflusso gastroesofageo. Nei casi più gravi, possono determinare ulcere;
  • Peso: l’alcol può influire sull’organismo sia con l’accumulo di grasso, per le rallentate funzioni metaboliche, che con la perdita di peso. Questo perché gli alcolici tendono a ridurre il senso della fame, sostituendolo invece con la nausea;
  • Infezioni: le bibite alcoliche influiscono sul sistema immunitario, rendendolo meno efficace nel bloccare le aggressioni esterne. Così, le infezioni batteriche – soprattutto alla pelle, alle vie respiratorie, all’apparato urinario e all’intestino – si fanno più frequenti.

È quindi necessario riportare il consumo d’alcol a livelli non dannosi per tornare in forma, in ogni caso, in presenza di questi sintomi rivolgersi sempre al medico curante.

Fonte: Daily Mail

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle