• GreenStyle
  • Pets
  • 56 elefanti morti in Botswana, si teme l’avvelenamento

56 elefanti morti in Botswana, si teme l’avvelenamento

56 elefanti morti in Botswana, si teme l’avvelenamento

Fonte immagine: Pixabay

56 elefanti rinvenuti in Botswana senza vita: non si tratterebbe di bracconaggio, ma si teme l'avvelenamento da parte di agricoltori.

56 elefanti sono stati rinvenuti senza vita in Botswana, forse a causa di un avvelenamento. Le autorità locali stanno indagando su quella che appare sempre più come una strage immotivata, nella nazione che vede il maggior numero di pachidermi al mondo. Non si tratterebbe tuttavia di un’azione di bracconaggio, poiché le carcasse non risultano private delle loro zanne.

Tutti i casi sono stati rinvenuti nelle ultime settimane: 44 esemplari senza vita sono stati scoperti tra marzo e aprile, altri 12 la scorsa settimana. Gli elefanti si trovavano nelle zone di Seronga ed Eretsha e, al momento, sono in corso indagini per comprendere la causa dei decessi. Dimakatso Ntshebe, esperto locale in protezione dei grandi pachidermi, ha così affermato:

Stiamo conducendo dei test a campione. Questi test sono sull’antrace e se i primi risultati dovessero essere positivi manderemo dei campioni in un laboratorio sudafricano per conferma.

Elefanti: la convivenza difficile

Il dubbio è che questi elefanti possano essere stati avvelenati dalle popolazioni locali, considerando come la loro presenza sia poco gradita agli agricoltori.

Il Botswana ha visto negli ultimi decenni una grande crescita nel numero di elefanti, poiché zona ricca di risorse naturali e dall’elevata tutela delle specie selvatiche. Il tasso di bracconaggio è molto ridotto nel Paese e migliaia di pachidermi sono giunti spontaneamente dalle nazioni vicine, per trovare ristoro e sicurezza.

Sarebbero più di 135.000 gli elefanti oggi presenti nella nazione e la convivenza con gli agricoltori è divenuta difficile. Questi animali invadono infatti i campi e distruggono i raccolti, lasciando diversi villaggi senza fonti primarie di sostentamento. Nonostante i test in corso, non tutti sono però convinti della possibilità di un avvelenamento. Così ha spiegato Ntshebe:

È molto improbabile che gli elefanti siano stati avvelenati. Non è mai successo qui e nell’ultima stagione si sono registrati minori conflitti con gli agricoltori, date le piogge abbondanti.

Fonte: Bloomberg

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Pellicce: l’appello di Diana Del Bufalo a non acquistarle