La Tesla si prepara a sorprendere ancora lanciando sul mercato una nuova generazione di batterie elettriche. L’annuncio è arrivato nelle scorse ore da Elon Musk. Il CEO di Tesla Motors ha svelato che i nuovi accumulatori saranno pronti tra uno-due mesi. L’obiettivo della casa automobilistica californiana è di abbassare i costi delle batterie elettriche, ampliandone il campo di utilizzo.

La nuova batteria progettata dagli ingegneri Tesla potrà infatti essere rimossa dall’auto e utilizzata anche a casa per coprire il fabbisogno energetico dei consumi domestici. Il tutto a zero emissioni. L’accumulatore sfrutterebbe infatti l’energia fotovoltaica in differita, senza pesare sulla bolletta.

L’idea della Tesla è nata pensando al mercato californiano. In California gran parte delle abitazioni possiede un impianto fotovoltaico sul tetto e l’energia solare ha raggiunto la grid parity in molte grandi città. La maggioranza dei californiani inoltre possiede come seconda auto un veicolo elettrico.

Il surplus di elettricità prodotto nei momenti di maggiore irraggiamento solare solitamente viene venduto ai gestori di rete a prezzi molto bassi. Non è infatti possibile consumare in tempo reale tutta l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico. Questa soluzione permetterà ai possessori di un’auto elettrica e di pannelli solari di dirottare il surplus energetico verso l’accumulatore, utilizzando poi con calma l’energia immagazzinata al momento del bisogno.

L’idea della Tesla Motors avrebbe ricadute positive sul mercato fotovoltaico. Installare dei pannelli solari sul tetto sarebbe ancora più conveniente, perché la batteria permetterebbe di avere a disposizione energia pulita e low cost anche di notte e nelle giornate nuvolose.

Secondo le prime informazioni trapelate dalla compagnia, le batterie fotovoltaiche domestiche di Tesla dovrebbero approdare sul mercato europeo già nei prossimi 6 mesi. Elon Musk si è detto molto fiducioso sul successo della tecnologia.

La corsa di Tesla alla conquista di nuovi mercati continua. Ieri la compagnia ha annunciato di voler produrre 2 mila auto elettriche a settimana già a partire da fine 2015. La casa automobilistica sta reinvestendo gran parte dei suoi introiti in nuovi modelli e sistemi di accumulo sempre più potenti e versatili.

13 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
giorgio, lunedì 2 maggio 2016 alle22:47 ha scritto: rispondi »

sono molto interessato all'accumulo del mio impianto fotovoltaico , le ditte che ho contattato hanno prezzi esorbitanti non alla mia portata

enzo, domenica 17 aprile 2016 alle14:51 ha scritto: rispondi »

Sono interessato ad avere aggiornamenti sull'evoluzione dei sistemi di accumulo di energia attraverso banchi di batteria per uso domestico.

vergani umberto, venerdì 11 settembre 2015 alle10:12 ha scritto: rispondi »

Visto quanto è criptico il modo di GSE di calcolare il rimborso dell'energia che il mio fotovoltaico invia al GSE, sono interessatissimo a stoccarla in un mio accumulatore per essere sicuro di poterla utilizzare tutta o quanta può pemettermi di affrancarmi da voraci monopoli.

Famatv, sabato 5 settembre 2015 alle23:20 ha scritto: rispondi »

Potrei essere interessato ad una batteria da collegare al mio impianto fotovoltaico da 6 o da 10 Kwh. Grazie in anticipo!! famatv

zoratti, giovedì 16 luglio 2015 alle15:27 ha scritto: rispondi »

sono interessato alla batteria da collegare al mio impianto fotovoltaico da 6 Kwh grazie in anticipo!! zoratti

Lascia un commento