Auto elettriche: scarsa autonomia è un falso mito

Auto elettriche: scarsa autonomia è un falso mito

Fonte immagine: Kārlis Dambrāns

L'ansia per la bassa autonomia delle auto elettriche è un falso mito che va sfatato per non ostacolare la diffusione dei veicoli a zero emissioni.

Le auto elettriche in circolazione aumentano di anno in anno. Con la comparsa sul mercato di nuovi modelli, meno costosi e con una maggiore autonomia, sempre più automobilisti scelgono di acquistare un veicolo a zero emissioni. Per sostenere la diffusione delle auto elettriche è necessario però sfatare alcuni falsi miti ancora ben radicati nell’opinione pubblica.

Colpa di alcuni bias trasmessi a volte anche dai media, più o meno inconsapevolmente. Quello principale è sicuramente la scarsa autonomia delle auto elettriche, non adatte alle lunghe percorrenze e dunque non in grado di competere con le auto diesel e a benzina.

Il mito vuole che in molti non acquistino un veicolo elettrico perché frenati dall’ansia di non poter percorrere lunghe distanze. I dati sulle abitudini di guida della maggioranza degli automobilisti occidentali mostrano però che una simile preoccupazione è infondata.

Oggi la maggior parte delle famiglie nei Paesi occidentali possiede infatti più di un’auto. Uno dei veicoli, spesso un’utilitaria, viene utilizzato per coprire il tragitto da casa al luogo di lavoro, solitamente di breve o media percorrenza. L’altro mezzo, più capiente, viene impiegato per percorsi più lunghi, ad esempio per recarsi nei luoghi di villeggiatura una o due volte all’anno.

Ogni anno negli Stati Uniti vengono venduti 17 milioni di veicoli. La metà viene acquistata da famiglie che possiedono già un’auto o più di un’auto, perlopiù a benzina. Di fronte a questi dati è evidente che le auto elettriche hanno già un ampio mercato, composto da tutte le famiglie che possiedono più di un veicolo di proprietà.

Senza contare che molti automobilisti, pur avendo acquistato l’auto elettrica come secondo veicolo finiscono poi per usarla abitualmente perché più economica e conveniente. Lo ha dimostrato una recente indagine condotta in Europa dalla Nissan in merito alle abitudini di guida dei proprietari della Leaf. La Nissan Leaf ha un’autonomia di circa 120 chilometri. La maggior parte degli automobilisti compie tragitti giornalieri inferiori ai 100 chilometri.

La Tesla Model S, per citare un altro esempio, con un pieno copre oltre 400 chilometri. L’autonomia, dunque, è tutt’altro che un problema per le auto elettriche, più che pronte per il mercato di massa.

Un altro mito da sfatare sulle auto elettriche è l’ansia da rifornimento che assalirebbe i proprietari. In realtà, genera molta più ansia fare la coda dal benzinaio nei fine settimana o al mattino presto, a caccia del prezzo più basso del carburante, in previsione di scioperi o mancati approvvigionamenti di benzina da parte dei gestori.

L’auto elettrica, invece, si ricarica facilmente a casa alla sera e al mattino è carica. Inoltre, con l’aumento delle colonnine di ricarica, frutto dell’impegno di diverse case automobilistiche, Tesla in primis, fare il pieno in pochi minuti, anche fuori casa, non è più un miraggio.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Stefano Ciafani – Legambiente