Rimedi naturali per la cistite

La cistite è un’infiammazione che può colpire le vie urinarie, in particolare la mucosa vescicale. I rimedi naturali possono aiutare a ridurre il problema e la possibilità di una sua ricomparsa. Per meglio comprendere come intervenire è opportuno innanzitutto chiarire quali sono le cause e i potenziali fattori scatenanti di questa patologia.

La cistite colpisce prevalentemente gli individui di sesso femminile, questo causato dalla lunghezza ridotta dell’uretra, dall’assenza nelle donne delle secrezioni prostatiche e dalla maggiore facilità di accesso da parte dei batteri alle vie urinarie interne. Alla radice del problema è tuttavia un’infiammazione localizzata nella vescica, spesso causata da agenti patogeni come il colibacillo.

Sottovalutare il problema può portare a una cronicizzazione della cistite, quindi è opportuno prestare particolare attenzione nel caso riscontraste uno o più sintomi come bruciori localizzati nella regione vescicale, atti di minzione ripetuti nell’arco della giornata con volumi di urine ridotti (anche fino a poche gocce) e in taluni casi maleodoranti. Possono presentarsi anche stati febbrili e un leggero sanguinamento. Ovviamente sempre indicato, anche qualora decidiate di affrontare il problema scegliendo alcune soluzioni naturali, un consulto medico preliminare.

Mirtillo rosso

Uva ursina e mirtillo rosso contro la cistite

Tra i rimedi naturali più consigliati in assoluto c’è l’uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi), le cui proprietà spesso arricchiscono anche le soluzioni farmaceutiche. Ad azione antisettica diretta, questa pianta è naturalmente ricca di arbutina (si ricava dalle sue foglie), tannini, flavonoidi e acidi fenolici. La sua azione porta alla produzione di idrochinone, che all’atto della sua espulsione attraverso le urine assicura un’efficace azione antibatterica. L’utilizzo dell’uva ursina è tuttavia sconsigliato a chi soffre di irritazioni del tratto gastrico, nelle donne in gravidanza e nei bambini al di sotto dei dodici mesi d’età.

Altro rimedio molto utile contro la cistite è il mirtillo rosso, che sfrutta il suo contenuto di flavonoidi, acidi organici, antocianidine e antociani nonché di vitamine per impedire l’attaccamento delle particelle batteriche alle cellule epiteliali delle vie urinarie. Nella stagione fredda è poi particolarmente piacevole scegliere alcuni rimedi che sappiano anche donare una piacevole sensazione di calore come ad esempio tisane e infusi.

Tisane e infusi aiutano in questi casi a contrastare lo specifico fastidio di cui si è soggetti e allo stesso tempo forniscono un supporto nella prevenzione dei cosiddetti “mali di stagione” come raffreddore, mal di gola e tosse. Le soluzioni erboristiche più indicate contro la cistite sono la malva e la gramigna.

La malva ha proprietà antinfiammatorie e interviene efficacemente anche in caso di cistite, sfruttando in questa azione le sostanze contenute nelle sue foglie e radici. a essa può essere abbinato l’utilizzo di echinacea sotto forma di tavolette o di estratto secco tritato e standardizzato. Quest’ultima assicura un aiuto qualora l’insorgere del disturbo sia legato a un indebolimento delle difese immunitarie.

Proprietà calmanti, antisettiche e diuretiche fanno della gramigna un altro ottimo rimedio naturale contro la cistite, utile per la sua azione anche in caso di ritenzione idrica e cellulite. L’azione antibatterica e antisettica è poi caratteristica di rilievo anche nell’equiseto, noto nella tradizione popolare come “coda cavallina”.

Donna con borsa dell'acqua calda

Infine segnaliamo gli oli essenziali di bacche di ginepro, sandalo e lavanda (già incontrata nei rimedi naturali contro il sudore) per eventuali dolori connessi all’atto della minzione. Diluirne nell’acqua del bagno 5 gocce ciascuno o utilizzarli per lavaggi locali nelle parti intime e sempre diluiti in acqua.

Importanza dell’alimentazione per prevenire la cistite

Un’alimentazione attenta è un ottimo modo di ridurre il rischio di cistite. Fibre e liquidi non devono mai mancare, occorre quindi consumare alimenti in grado di favorire un ritmo intestinale regolare e bere molta acqua per favorire la diuresi. Al contempo alcuni alimenti andranno evitati per via della possibilità che il loro consumo irriti le vie urinarie. Tra questi il caffé o altre bevande contenenti caffeina, gli alcolici, il peperoncino e in generale un troppo frequente ricorso a cibi speziati.

Il succo di mirtillo (rosso in particolare) è ovviamente sempre consigliato, insieme a un regolare consumo di yogurt (specialmente se ricco di fermenti lattici vivi) e, in base alla stagione, di limoni, uva, pompelmo, more, ciliegie, albicocche e prugne. Si sconsigliano i lieviti naturali, gli alimenti particolarmente ricchi di zuccheri e i formaggi. Un’immediata sensazione di sollievo può infine offrirla l’uso di una borsa dell’acqua calda, indicata soprattutto nei freddi mesi autunnali e invernali.

5 dicembre 2012
I vostri commenti
Anna, mercoledì 11 gennaio 2017 alle15:00 ha scritto: rispondi »

Io soffro spesso di cistite quando mi trovo per diverse settimane fuori casa. Appena sento un fastidio bevo due bicchieri abbondanti di bicarbonato al giorno per due tre giorni e passa immediatamente :)

Stefania , lunedì 1 luglio 2013 alle12:53 ha scritto: rispondi »

La cistite è la peggiore delle infezioni delle vie urinarie e ogni volta cerco sempre qualcosa che mi aiuti a combatterla nel modo migliore. Il mirtillo è senz'altro un rimedo naturale buono, anche se ultimamente ho scoperto in farmacia un integratore che favorisce il mantenimento dei meccanismi fisiologici protettivi del tratto urinario. Si chiama Rubis. Non pensavo, funziona un sacco! Sono molto soddisfatta perchè riesce a curarmi il bruciore e il dolore intenso!

Lascia un commento